ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Mobili vintage per casaBASE, il nuovo design-hostel di Milano

Mood anni '50 e interni da set cinematografico: in via Tortona un posto per dormire, pensare, creare e condividere

Mood anni '50 e interni da set cinematografico curati da Stella Orsini, BASE si amplia aprendo in via Tortona un posto per dormire, pensare, creare e condividere

Mobili vintage e atmosfere anni '50 rendono speciale un nuovo posto nel cuore pulsante del design milanese – in Zona Tortona – BASE Milano è un progetto culturale che si propone di promuovere la creatività attraverso la partecipazione, l’innovazione, le nuove tecnologie e il welfare. È ospitato in un’ex fabbrica di turbine, restaurata dallo studio Onsitestudio, il cui progetto architettonico è al momento parte della mostra Taking Care presso il Padiglione Italia della Biennale di Venezia(leggi anche → Al Padiglione Italia, la mostra Taking Care).

Da sinistra: lo spazio principale di BASE Milano; la zona caffetteria

Durante un evento presso BASE Milano © Maria Teresa Furnari

La struttura che già ospita realtà di co-working, workshop, mostre e lecture nei suoi ampi open space, ha appena lanciato casaBASE: “un posto dove dormire, studiare, ispirarsi, scambiare idee e creare.” Un design-hostel in cui ci si sente a casa.

Una delle stanze dell'ostello casaBASE, con affaccio su via Tortona e arredi custom in legno by Leftover

Letti a castello disegnati dallo studio Leftover in una delle stanze condivise dell'ostello

Stili diversi per le stanze della residenza. A destra arredi in ferro by Mezzo Atelier

Sviluppato da h+, compagnia di marketing culturale tra i partner fondatori di BASE Milano, l’ostello si compone di 10 camere da letto, un bagno in comune e un living con un piccolo angolo cucina con arredamento vintage. Collegata al corridoio principale verniciato scuro – decorato con cementine esagonali prodotte dalla manifattura siciliana Tomasello e illuminato da lampade a muro eleganti e minimali – ogni stanza si affaccia su via Tortona attraverso le vetrate ampie.

Look nordico e minimale per i bagni comuni

Il lungo corridoio su cui affacciano tutte le stanze e i luoghi comuni della residenza

Alcune delle stanze sono disponibili al pubblico – a prezzi ragionevoli – , ma il fine primario dei locali è quello di ospitare residenze d’artista e di accogliere i creativi che animano l’offerta culturale di BASE. Tra i primi partecipanti: la terza edizione del progetto iC-innovazione Culturale, lanciato da Fondazione Cariplo per sostenere iniziative di service design e la cantante electro-minimal parigina Chloé T che svilupperà una performance in-situ durante la sua residenza di dicembre.

Vista sul living comune, con arredi vintage anni '50 e '60

Dettaglio del living con la poltrona Vitra by Jean Prouvé

Gli ospiti sono accolti da interni intimi e confortevoli curati dalla produttrice cinematografica italiana Stella Orsini. Grazie al suo gusto per la scenografia e attingendo alle atmosfere anni ’50 ’60, Orsini ha combinato elegantemente arredamenti vintage e pezzi di design contemporaneo offerti da Vitra Italia per un insieme raffinato, eclettico e austero. Gli spazi sono inoltre ravvivati dal segno contemporaneo dei due giovani studi di design Leftover e Mezzo Atelier – che sono stati invitati ad attrezzare le stanze e le zone comuni con arredi custom ricavati dall’upcycling di materiali grezzi, come vecchie casse da imballaggio.

La zona cucina

Aggiunge un tocco pop al tutto il piccolo corridoio che porta verso il cortile – solo per situazioni d’emergenza – che è stato verniciato di un giallo acceso. Inoltre nel corridoio medesimo un piccolo oblò si affaccia sulla grande hall d’ingresso – un piano più in basso – ricordando ai visitatori la complessa struttura architettonica della precedente fabbrica di turbine.

Look molto diversi per i due corridoi della residenza. Da sinistra: il corridoio principale su cui affacciamo tutte le stanze; vernice giallo vivace per il passaggio che porta all'uscita di sicurezza

base.milano.it

SCOPRI ANCHE:
Ostello di design a Tokyo
Tra boutique hotel e ostello di design a Reykjavic
 Ecodesign e sostenibilità per un ostello a Utrecht
L'interior di design di un ostello ad Amsterdam


di Laura Drouet e Olivier Lacrouts / 18 Ottobre 2016

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Polvere di stelle

Femminilità a colori: il pop up store di Paula Cademartori

negozi di design

[Interior Decoration]

Mix balinese

Un boutique hotel a Bali tra arte, natura, design e vintage

hotel

[Interior Decoration]

Cafè No. 19, vintage alla greca

Un nuovo locale ispirato alle vecchie gastronomie greche di Melbourne

ristoranti

[Interior Decoration]

New style new life

Questa volta Dmail reinventa se stessa

negozi di design

[Interior Decoration]

Londra ha un cuore sardo

Il ristorante Olivo racconta tra menù e design la bellezza di un'isola

ristoranti

[Interior Decoration]

Tempi di vendemmia

In Catalogna il minimalismo contagia anche le cantine

food e design

[Interior Decoration]

I pastelli di Odette

A Singapore un ristorante francese punta tutto sui colori soft

ristoranti

[Interior Decoration]

Restyling in punta di piedi

A Ostuni una masseria tradizionale trasformata in hotel di charme

restyling

[Interior Decoration]

Un rifugio luminoso

Una casa minimalista che fonde armoniosamente interni ed esterni

total white

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web