ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

OMA cura il restyling dello studio di Cai Guo-Qiang a New York

Il team di Rem Koolhaas progetta l’espansione dello spazio di lavoro dell'artista cinese nel Lower East Side. La sfida? Valorizzare al meglio la luce naturale

OMA ha progettato il restyling dello studio dell'artista cinese Cai Guo-Qiang a New York nelLower East Side.

Situato in una ex scuola all’interno di un edificio in brick del 1885, il progetto prevede l'ampliamento del piano terra originario andando a comprendere il livello sottostante e una porzione di un palazzo adiacente sulla First Avenue. Il risultato è uno spazio multifunzionale su due livelli organizzato intorno a un fulcro di luce centrale: un piccolo cortile che divide le due gallerie adiacenti dedicate al lavoro dell’artista. Mentre al primo piano si collocano gli uffici e gli spazi espositivi, nel livello sottostante trovano spazio la libreria, la sala archivio, la sala meeting e una tea room, rivisitazione in chiave moderna di una tea house giapponese con tutti gli elementi della tradizione celebrativa.

La struttura open space è caratterizzata da materiali recuperati dalla struttura originaria come la pietra e il brick, in contrasto con le superfici in resina, lisce e traslucide.

«L'idea alla base del progetto è di distribuire la luce naturale in una serie di connessioni verticali», sostiene il designer Shohei Shigematsu a capo del progetto, «per cui la luce proveniente dal cortile filtra al piano inferiore attraverso veri canali luce». È il caso dei pannelli di vetro che formano il pavimento dell’ufficio di Guo-Qiang.

Il rapporto ininterrotto tra interni e esterni si infittisce in un gioco di rimandi ed estensioni reso possibile anche da effetti ottici. Posta al piano inferiore, la libreria ha tre postazioni che, attraverso un un periscopio collegato al livello della strada, permettono al lettore di godere della luce naturale.

www.caiguoqiang.com
oma.eu

SCOPRI ANCHE:

Reinier de Graaf di OMA racconta la Timmerhuis


di Monica London / 14 Marzo 2016

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Salotto europeo

A San Francisco l’hotel di lusso con mobili vintage del vecchio continente

Travel

[Interior Decoration]

Ristorante o fiorista?

Il ristorante nascosto dai fiori in Cina

Travel

[Interior Decoration]

Cibo e arte al museo

Lo chef Frederik Bille Brahe presenta il cafè creativo Kafeteria

Travel

[Interior Decoration]

Nostalgia australiana a Seoul

Tutto marmi e accenti artistici, il nuovo ristorante Caravan 2.0

Travel

[Interior Decoration]

Bali da sogno

A Bali OMNIA apre un dayclub capace di colpire tutto i sensi

Travel

[Interior Decoration]

Ladurée a Tokyo

India Mahdavi firma il terzo store della pasticceria francese

Travel

[Interior Decoration]

Artisti nei borghi

3 artisti con Airbnb ridanno slancio ai borghi italiani

Travel

[Interior Decoration]

Elogio dell’anticamera

Restyling di un appartamento vista mare a Lerici

Restyling

[Interior Decoration]

Dentro un De Chirico

Apre a Milano uno store sospeso tra leggerezza e materia

Travel

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web