ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Una tenda bianca per dividere un open space. Sembra banale ma...

A Toronto lo studio AC sceglie una leggera tenda bianca a tutta altezza per dividere visivamente ed acusticamente la zona notte da quella giorno

open-space-moderno-toronto
© Andrew Snow photography

In un piccolo loft in stile industriale, un elegante sistema di tende interne separa in maniere leggera e flessibile la zona giorno da quella notte

Lo studio AC ha appena completato una ristrutturazione economica di un open space moderno nel “Broadview Lofts”, un ex magazzino trasformato in condominio nel centro di Toronto in Canada. Per mantenere la flessibilità dell’open space  in un piccolo loft e contemporaneamente suddividere le diverse zone della casa, gli architetti Jennifer Kudlats e Andrew Hill hanno utilizzato una leggera tenda bianca a tutta altezza che corre su un binario dalla forme geometriche. Questo sistema facile, flessibile e divertente permette di dividere visivamente ed acusticamente, la zona notte da quella giorno, anche in un monolocale.

© Andrew Snow photography 

La zona notte è inoltre caratterizzata dal “bed box” o “scatola da letto”, un volume bianco con un’apertura ad arco che si distingue dal resto della casa per le pareti e il pavimento con rivestimento in compensato. Questo ambiente ovattato dal colore caldo riprende la struttura in legno originale del magazzino e contrasta con il resto del loft, caratterizzato dal pavimento in cemento lisciato e dalle pareti total white.

© Andrew Snow photography 

Infatti i mattoni a vista delle pareti e i mobili su misura sono stati dipinti di bianco per dare continuità e omogeneità al loft. Mentre la cucina con la  sua parete attrezzata nera contrasta con l'algido ambiente.

© Andrew Snow photography  

La casa è arredata con arredi minimal, da notare la “work bench”, una lunga mensola multiuso che corre sotto le finestre ed unisce la penisola della cucina con il salotto, fornendo una superficie di appoggio multifunzionale che può essere usata simultaneamente come tavolo da lavoro o come seduta.

© Andrew Snow photography 

www.archcollab.com


di Eugenia Murialdo / 8 Giugno 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Ristorante o negozio di fiori?

Il ristorante nascosto dai fiori in Cina

Travel

[Interior Decoration]

Cibo e arte al museo

Lo chef Frederik Bille Brahe presenta il cafè creativo Kafeteria

Travel

[Interior Decoration]

Nostalgia australiana a Seoul

Tutto marmi e accenti artistici, il nuovo ristorante Caravan 2.0

Travel

[Interior Decoration]

Bali da sogno

A Bali OMNIA apre un dayclub capace di colpire tutto i sensi

Travel

[Interior Decoration]

Ladurée a Tokyo

India Mahdavi firma il terzo store della pasticceria francese

Travel

[Interior Decoration]

Artisti nei borghi

3 artisti con Airbnb ridanno slancio ai borghi italiani

Travel

[Interior Decoration]

Elogio dell’anticamera

Restyling di un appartamento vista mare a Lerici

Restyling

[Interior Decoration]

Dentro un De Chirico

Apre a Milano uno store sospeso tra leggerezza e materia

Travel

[Interior Decoration]

Hotel di design a Providence

The Dean mette a frutto le idee degli studenti

Travel

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web