ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il ristorante di Parigi che sta facendo innamorare dell'hummus i francesi punta tutto sul rosa antico

Il nuovo ristorante Yafo, punto di riferimento per gli appassionati di cucina etnica che punta sull'hummus e sui colori pastello

yafo-irvin-heller
Julien Benaiteau, Irvin Heller

Un ristorante con pareti rosa antico dedicato al piatto-icona del Medio Oriente: l'hummus. È Yafo, nato a Parigi da un'idea dello chef israeliano Lotan Lahmi. Progettato da Sonia Assouly e Laure Chouraqui di Studio Sur Rue, il piccolo deli non poteva che trovarsi nel cuore multietnico di Parigi: il 10° arrondissement. Un quartiere dai mille volti, meta di appassionati d'arte e cucina healthy.

Yafo in ebraico significa Giaffa, che è il nome della parte più antica di Tel Aviv. Quindi il ristorante israeliano dichiara subito la propria missione: far riscoprire ai parigini il piatto-icona della cucina mediorientale. Preparato con ceci, crema di sesamo, aglio, limone e olio d'oliva, l'hummus è la portata principale di ogni "meze", il ricco antipasto tipico del Mediterraneo orientale. Lotan Lahmi, un passato come chef e pasticcere al Ladurée e al Prince de Galles, lo serve con la classica pita e un topping di carne o verdure. I prezzi del suo ristorante total pink sono accessibili e la location curata in ogni dettaglio.

© Irvin Heller

© Julien Benaiteau

Per progettare il concept del piccolo ristorante, gli architetti dello Studio Sur Rue si sono immersi nel mondo di Lahmi. Hanno assaggiato i suoi piatti tradizionali e l’hanno osservato mentre li cucinava. Con un approccio olistico, ne hanno curato l'intera immagine, incluso il logo che compare sulla facciata scura. Le sue linee che paiono disegnate a mano e le geometrie essenziali riprendono un font ideato negli anni '20 dal graphic designer francese Cassandre e ispirato all'estetica Bauhaus, che identifica internazionalmente la Città Bianca.

© Irvin Heller

All'interno, il loro primo obiettivo è stato ricreare il "caos gioioso" tipico dei ristoranti di Tel Aviv. Trattandosi di un locale aperto a pranzo, il suo interior riprende anche alcune caratteristiche delle mense. La cucina è a vista, i tavoli condivisi, il cibo servito su vassoi in colori pastello. Il rosa antico è protagonista assoluto: domina sulle pareti, sul soffitto e perfino nell'intonaco che inframmezza le piccole piastrelle bianche. Si riflette sugli sgabelli bianchi, fa contrasto con gli elementi in acciaio inox della cucina "in stile indiano". 

© Irvin Heller

L'atmosfera generale è semplice, minimal e funzionale, per lasciare protagonista il cibo. Gli ingredienti sono di prim'ordine: i ceci vengono dal sud della Francia, la tahina da Nazareth. Nel menu non può mancare il tabbouleh di cavolfiore aromatizzato al limone, preparato con cipolle rosse, melograno e prezzemolo. La bevanda tipica di Yafo è la limonata alla rosa, e per chiudere il pasto c'è l'espresso al cardamomo. Da accompagnare al dessert, come il malabi, la panna cotta in stile israeliano, fatta con acqua di rose e spolverata con arachidi e scaglie di cocco.

Una vera tentazione per chi passa di lì, un nuovo indirizzo da aggiungere al carnet per provare una cucina da chef a prezzi superdemocratici.

© Irvin Heller

www.yafo-restaurant.com  
studio-sur-rue.fr  

SCOPRI ANCHE:
A Parigi 3 brasserie da non perdere


di Alessandra D'Angelo / 19 Giugno 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Come in un film

A Times Square un locale che ricorda i vecchi diner di New York

ristoranti

[Interior Decoration]

Open your eyes

5 soluzioni creative per organizzare un open space in città

top ten

[Interior Decoration]

Eco-chic in Tulum

L'hotel per dormire nella giungla con stile

hotel

[Interior Decoration]

Due cuori e una capanna

Muji progetta un rifugio minimal chic per due da mettere dove vuoi

casa vacanze

[Interior Decoration]

Casa con patio

Un rifugio nel cuore di uno dei quartieri storici di Barcellona

restyling

[Interior Decoration]

500 anni e non sentirli

Il restauro di un'antica torretta medievale divenuta guest house

restyling

[Interior Decoration]

Sport e design

L'open space di un giovane ciclista a Barcellona

restyling

[Interior Decoration]

Micro-casa idilliaca

Sulle coste francesi, Freaks ristruttura un vecchio capanno

casa vacanze

[Interior Decoration]

Hotel o club esclusivo?

Luci soffuse e atmosfera intima da Room Mate Gerard a Barcellona

hotel

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web