ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Paula Cademartori apre un temporary a Milano

Femminilità a colori per il pop up store milanese della stilista italo-brasiliana in un progetto di Ferruccio Laviani

paula-cademartori-borse-negozio-milano-2
Henrik Blomqvist

Il prossimo Big Bang potrebbe essere vicino. L’apertura a Milano del primo spazio retail segna per Paula Cademartori un cambio di passo. Con le sue calzature-scultura ben costruite, con le borse allegramente eccentriche e artigianalmente curatissime – come l’iconica Big Bang che raffigura un variopinto exploit stellare — la giovane stilista italo-brasiliana, entrata a far parte con il suo marchio del gruppo OTB di Renzo Rosso, sta esplorando nuove dimensioni di crescita.

Ad allestire il temporary store di San Babila (fino al 16/4), Cademartori ha chiamato Ferruccio Laviani. Amicizia e affinità elettive uniscono l’industrial designer e fashion manager, che vive e produce in Italia, con l’architetto e designer, direttore artistico di Kartell.

“Trovo molto interessante il suo lavoro sul colore, gli accostamenti di materiali, i dettagli. Un approccio a metà strada tra progetto e grafica”, afferma Laviani. “Ho voluto enfatizzare le sue visioni, che riportano a un mondo fantastico, evitando di sovrapporre la mia personalità. Così la moquette si ispira alle lavorazioni a intarsio e ai temi iconici del brand e ne ripropone i motivi in scala gigante. I tendaggi in 4 sfumature di velluto rosa delimitano uno spazio intimo e lussuoso, interpretato come una bomboniera”.

Tocco design, le poltroncine by Laviani e gli sgabelli di Sottsass. Ma l’attenzione viene diretta sulle collezioni, tra novità e modelli continuativi, ma realizzati con finiture esclusive, in limited edition. Ogni oggetto trova posto sopra una piccola mensola dorata, sostenuta da barracuda invisibili, mentre al centro dello spazio lungo 15 metri e largo solo 3 ondeggiano, sospesi, due paraventi in cannucce di metallo.

“Uno spazio difficile per le proporzioni inusuali”, commenta Laviani.“Essendo un luogo effimero, il temporary store permette in genere una maggiore libertà creativa nel disegnare gli interni: si cerca l’impatto forte, che comunichi subito l’identità del marchio. Tempi e costi, per contro, limitano la possibilità di esprimersi con l’architettura. E allora si deve ricorrere all’astuzia più che alla progettazione”.

Usciti dallo store, è bene voltarsi indietro. Sul maxi schermo in vetrina scorre il video di una ricetta brasiliana: una storia ironica, raccontata con eleganza e un finale a sorpresa.


di Flavia Giorgi / 23 Marzo 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Come svecchiare una terraced house

Il restyling contemporaneo di una tipica casa inglese

restyling

[Interior Decoration]

Back to the 70s

A Londra un ristorante ricrea la New York dello studio 54

ristoranti

[Interior Decoration]

Perfetta ma non troppo

Ecco la dimora ideale per una giovane famiglia

restyling

[Interior Decoration]

Molto più di un ostello

Una location di design sospesa nel tempo ad Austin

ostelli

[Interior Decoration]

New American Interiors

3 case mozzafiato tra San Francisco a New York

Casa moderna

[Interior Decoration]

Il calore del legno

Pavimenti in legno: dai grandi classici agli ultimi trend

pavimenti e rivestimenti di design

[Interior Decoration]

Ristrutturazione vetro e legno

Una vecchia piccola casa torna a splendere

Restyling

[Interior Decoration]

Casa green sulla spiaggia

Già negli anni ’70 William Morgan progettava la sua dimora secondo i nuovi canoni di sostenibilità

[Interior Decoration]

Office in the sky

Gli uffici di Memocorp a Sydney sembrano un attico di lusso

uffici di design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web