ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il nuovo refettorio di Massimo Bottura a Londra, firmato Ilse Crawford

Un ambiente accogliente, arredato con piante e colori pastello, offre ai senzatetto cibo di qualità e un'occasione di relazione

refettorio-felix-massimo-bottura-ilse-crawford-londra
Tom Mannion

Food For Soul, il progetto di Massimo Bottura per nutrire i poveri e tagliare gli sprechi alimentari, è arrivato a Londra con Refettorio Felix.

L’idea era partita da Milano ai tempi di Expo 2015, quando Refettorio Ambrosiano aprì i battenti sotto forma di pop-up in cui alcuni dei più grandi chef al mondo avrebbero cucinato per i senzatetto della città, utilizzando il cibo ritenuto inadatto alla vendita nei supermercati. Una mensa-gioiello dove bello e buono vanno a braccetto e la cucina stellata incontra i designer di Milano che fanno a gara per arredarlo e l’arte di Cucchi, Paladino e Nannucci.

Da qui prendono le mosse la fondazione Food for Soul con il Refettorio Gastromotiva aperto a Rio de Janeiro durante le Olimpiadi 2016 (tuttora in attività) e, ora, Refettorio Felix a St. Cuthbert, Londra, allestito dopo 50 giorni di ristrutturazione di uno spazio che per venticinque anni aiutato senzatetto, tossicodipendenti e malati di salute mentale, apre le sue porte grazie al cibo in arrivo da Marks&Spencer, Natoora, Mash, Whole Foods, Fortnum and Mason, Harrods, Sainsbury’s, Paul and Gail’s Bakery. 

Tutte le foto: Tom Mannion

Qui i piatti sono serviti in uno spazio trasformato dall'architetto Charles Wainright e dall’interior designer Ilse Crawford, nota per il suo lavoro che mette l’uomo al centro: mantenendo la funzionalità come principio cardine di tutto il progetto, lo studio ha allestito una mensa da 100 posti arredata con piante, colori freschi e materiali naturali per creare un’atmosfera calda e familiare, un luogo che possa essere percepito come un bene per la comunità locale per gli anni a venire grazie alla ricerca di quella bellezza che spesso viene sottovalutata o dimenticata quando si parla di progetti sociali.

Un progetto che intende dare dignità ai luoghi e alle persone e che si inserisce nel solco di un nuovo modo di intendere gli interventi sociali, come già era accaduto nel progetto Liberamensa, completato da Marcante Testa nel carcere di Torino (leggi anche → Liberamensa, il ristorante di Marcante Testa nel carcere di Torino) dove la prima situazione da combattere è l’isolamento sociale. E il design e l’architettura possono essere un’arma potentissima.

www.foodforsoul.it

www.studioilse.com

 

 

 


di Carlotta Marelli / 20 Giugno 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Blok House

La proposta abitativa per un clima subtropicale

casa moderna

[Interior Decoration]

Hotel con sorpresa

Uno scrigno di vetro e acciaio contiene un tesoro

Hotel

[Interior Decoration]

Palm Beach, Australia

Heritage europeo per una villa sulla spiaggia a Sidney

casa vacanze

[Interior Decoration]

L'anima di Barcellona

Un appartamento vero ed elegante che racconta una storia

restyling

[Interior Decoration]

Tornano gli anni '60

Il restauro dell'iconica Wimbledon House di Richard Rogers

restyling

[Interior Decoration]

RPCAVE e Riccardo Pozzoli

Privacy, ma anche eventi e mostre: un nuovo modo di vivere la casa?

casa moderna

[Interior Decoration]

Il loft nel garage

Fala Atelier progetta a Lisbona l'architettura ottimista

restyling

[Interior Decoration]

Hotel minimal a Santorini

Un omaggio alla tradizione monastica, con vista panoramica

Hotel

[Interior Decoration]

Un riad a Marrakech

4 agenzie di real estate raccontano un mercato affascinante

Itinerari

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web