ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Addio vecchia scala ingombrante, così la casa vittoriana cambia look

Tsuruta firma un restauro ambizioso, che rimette a nuovo una casa londinese a partire dal suo nucleo indiscusso: la scala

restauro-casa-vittoriana-tsuruta-architects
© Tim Crocker

A volte, per portare fino in fondo un'idea bisogna essere disposti a fare dei sacrifici. Prendete ad esempio questa casa vittoriana del secolo scorso, in una via vittoriana a nord di Londra. Il suo pezzo forte era una grande scala, classica e imponente, che accoglieva i visitatori all'ingresso. Maestosa, sì, ma dispotica. La scala infatti dominava a tal punto lo spazio da bloccare la luce, costringendo ai margini le stanze e impedendo qualsiasi evoluzione nel layout della casa. E così proprietari e designer dello studio Tsuruta Architects si sono decisi a compiere il passo più audace: rimuovere la scala.

© Tim Crocker

Un colpo al cuore, una rinuncia sofferta, ma necessaria. Senza quell'elegante ingombro d’improvviso lo spazio è divenuto una tabula rasa su cui dispiegare la creatività, imprimendo un'impronta contemporanea al palazzo storico in stile vittoriano, che ne preservasse il valore ma rendesse al contempo più ariosi e funzionali gli ambienti. Il tutto senza perdere di vista il budget, perché le soluzioni ingegnose non hanno bisogno di cifre da capogiro per lasciare a bocca aperta. Ed ecco allora che una nuova, stupefacente scala ha preso il posto della sua nobile antenata.

© Tim Crocker

Composta da 2000 tasselli in compensato allineati verticalmente e realizzata sfruttando le tecniche digitali, la nuova signora della casa vittoriana sembra essere perfettamente a suo agio nell'antica dimora. Perforata per lasciar passare l'aria e la luce, la scala si snoda, agile e snella, attraverso i tre piani dell'edificio. Le balaustre tra un livello e l'altro fungono da travi, ma anche da promemoria per il futuro. Qui, come anche sui corrimano, sono infatti incise parole, brandelli di conversazioni attinte dalle mail tra i designer e gli abitanti.

© Tim Crocker

Frasi mute, la cui eco sembra serpeggiare attraverso i pertugi nel legno, quasi a rivendicare un ruolo fondante, identitario. La nuova scala non ha una storia come quella vecchia, ma aspira ad averla e quelle parole sono la prima tacca sulla linea del tempo.

La scala definisce e articola lo spazio che le sta intorno, adattandolo alle sue forme sottili e discrete. Trovano così la giusta collocazione un'ampia e luminosa cucina che comunica con la sala, due bagni e cinque camere da letto, l'ultima delle quali accoccolata sotto il tetto.

© Tim Crocker

Non solo: ogni angolo e intercapedine diventa un nascondiglio segreto, un luogo dove immagazzinare oggetti e ricordi. Proprio in cima alla scala, a ridosso della grondaia, c'è il Marie’s wardrobe, il piccolo tempio segreto delle scarpe da cui l'intera casa prende il nome.

Risolta la questione della scala, il restyling firmato Tsuruta ha potuto riappropriarsi degli spazi in modo libero e intraprendente: così ha preso forma il pannello in vetro incorniciato di legno che smaterializza le partizioni interne, moltiplicando la luce, o ancora il balcone in ringhiera, con la sua scala che conduce al cortile sul retro, permettendo alla zona living di ancorarsi al giardino.

© Tim Crocker

Gli interni appaiono ora moderni e minimal senza perdere il loro originale stile vittoriano, con arredi dalle linee essenziali disposti in modo da far risaltare l'anima originaria della casa, chiaramente visibile nei candidi fregi che adornano porte e soffitti, così come nei mattoni ruvidi lasciati a vista. Una varietà di texture e materiali che sancisce e celebra la felice convivenza tra passato e presente.

www.tsurutaarchitects.com

SCOPRI ANCHE:
→ Come arredare la casa in stile vittoriano


di Elisa Zagaria / 25 Agosto 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Pizza revolution

Dry 2, il secondo indirizzo della pizzeria più trendy di Milano

Lifestyle

[Interior Decoration]

The Hoxton apre a Parigi

Apre nel secondo arrondissement l'ultimo nato della catena inglese

hotel di design

[Interior Decoration]

New Age indiana

L’hotel W a Goa fa sua la cultura psichedelica e New Age

Hotel

[Interior Decoration]

Hai portato il ficus?

Un rapporto della Nasa svela quali piante tenere in casa

Lifestyle

[Interior Decoration]

L'hotel più bello di Hong kong

In anteprima il progetto di Foster+Partners per The Murray

Travel

[Interior Decoration]

KIKOiD a Milano

In corso Vittorio Emanuele iI nuovo regno di beauty e del make up

Negozi di design

[Interior Decoration]

Benessere sacro

Un resort a Pushkar, la città santa degli induisti

Travel

[Interior Decoration]

Bar underground a Vienna

The Krypt Bar, da locale jazz anni 50 a cocktail bar contemporaneo

Lounge bar

[Interior Decoration]

Un social club a Shenzhen

10.Creative Drink, un locale tra arte, intrattenimento e business

Lounge bar

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web