ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il rosa non è passato di moda. E questo ristorante total pink ce lo dimostra

Ad Amsterdam apre Mama Kelly, iln ristorante dove si mangiano pollo e aragosta circondati dal millennial pink

ristorante-amsterdam-mama-kelly-rosa

Probabilmente è il ristorante più rosa del mondo: stiamo parlando di Mama Kelly ad Amsterdam con un concept che urla una sola verità, il rosa non passa mai di moda. Ad affiancare il fratello sobrio di the Hague, ecco allora un locale di 1000 metri quadri che sembra uscito dal libro nero di Instagram.

Foto: René van Dongen

Il sito è Olympic Stadium in Amsterdam-South, edificio glorioso costruito da Jan Wils per le Olimpiadi del 1928, palcoscenico delle partite dell’Ajax fino al ’96 e di lì a poco dato per spacciato. Scampò invece la demolizione e, dopo una massiccia ristrutturazione, ospita ora eventi sportivi, ma anche manifestazioni d’altro genere, come cerimonie e festival. E, ovviamente, il Mama Kelly.

Foto: René van Dongen

Rein Rambaldo, proprietario ed interior designer dello studio The Horeca Fabriek, si è ispirato a un negozietto newyorkese per l’arredo e ha dovuto superare l’iniziale titubanza dei suoi collaboratori. L’idea, in realtà, pare sia stata di sua moglie: millennial pink ovunque, dai pavimenti, alle poltrone al soffitto. Ma non è il colore l’unico tocco estroso degli interni.

Foto: De Horeca Fabriek

A cominciare dal bar, fino ai baldacchini sovrastanti i tavolini, le strutture in ottone ricordano da vicino i caroselli in stile Mary Poppins e fanno dell’ambiente una scatola giocosa, infantile, ma allo stesso tempo ricercata. Altri elementi decorativi, come le palme anch’esse in ottone, giocano un gustoso effetto sorpresa, sempre gradevole alla vista mediante un accostamento cromatico retrò e ampiamente sdoganato.

Foto: René van Dongen

Nelle intenzioni di Rein, ogni singolo dettaglio è pensato per stupire il visitatore. Non è un caso che una scritta al Neon ben visibile reciti “You’ll never guess”, come se ci trovassimo all’interno di un pacco regalo. Dalle pareti in tessuto, a un baretto segreto, alla moquette che riporta in sintesi il menu a base di pollo e aragosta, il Mama Kelly è un continuo gioco di suggestioni.

Foto: De Horeca Fabriek

www.dehorecafabriek.nl


di Stefano Annovazzi Lodi / 5 Febbraio 2018

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Cibo e arte al museo

Lo chef Frederik Bille Brahe presenta il cafè creativo Kafeteria

Travel

[Interior Decoration]

Nostalgia australiana a Seoul

Tutto marmi e accenti artistici, il nuovo ristorante Caravan 2.0

Travel

[Interior Decoration]

Bali da sogno

A Bali OMNIA apre un dayclub capace di colpire tutto i sensi

Travel

[Interior Decoration]

Ladurée a Tokyo

India Mahdavi firma il terzo store della pasticceria francese

Travel

[Interior Decoration]

Artisti nei borghi

3 artisti con Airbnb ridanno slancio ai borghi italiani

Travel

[Interior Decoration]

Elogio dell’anticamera

Restyling di un appartamento vista mare a Lerici

Restyling

[Interior Decoration]

Dentro un De Chirico

Apre a Milano uno store sospeso tra leggerezza e materia

Travel

[Interior Decoration]

Hotel di design a Providence

The Dean mette a frutto le idee degli studenti

Travel

[Interior Decoration]

5 in 1 sotto lo stesso tetto

Cos'è Edit, il nuovo concept di food alle porte di Torino

Travel

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web