ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

A New York apre Nobu Dowtown, e nel design di David Rockwell si fondono Giappone e Perù

Design giapponese e colori peruviani nel nuovo ristorante di Nobu Matsuhisa all’interno di un edificio neoclassico di Wall Street

ristorante-giapponese-nobu-dowtown-new-york-david-rockwell
Eric Laignel

A distanza di 23 anni lo chef Nobu Matsuhisa, meglio noto come Nobu, lascia Tribeca per Wall Street, dove ha aperto l’ultima delle oltre 30 filiali del suo impero culinario nato da una cucina giapponese che si lascia influenzare da sapori e ricette sudamericane.

Il nuovo ristorante Nobu Downtown occupa il piano terra e interrato di un iconico edificio del Financial District costruito tra il 1912 e il 1922, con una lobby neoclassica rivestita in marmo Botticino e scandita da grandi colonne.

Se squadra che vince non si cambia, il design degli interni viene affidato ancora una volta a David Rockwell, chiamato a lavorare in continuità con i caratteri dello spazio e a trasmettere l’identità fusion della cucina di Nobu, ovviamente in linea con lo spirito della città per non smentire il critico del New York Times Ruth Reichl, che nel 1995 descriveva Nobu come "un ristorante notevole che riassume l'energia della città in questo preciso momento”.

Tutte le foto: Eric Laignel

Per il bar e il salottino del piano terra Rockwell sceglie di lasciarsi influenzare dall’arte della calligrafia giapponese: alle finestre schermi in corda bianca dipinta di nero, che ricordano la tecnica a china sumi-e in cachi e al centro dello spazio una scultura in legno carbonizzato realizzata dall'artista newyorkese John Houshmand che descrive un vortice di inchiostro sospeso a mezz’aria, sopra il volume circolare del bancone in onice retroilluminato, che getta sull’ambiente un bagliore sottile e luminoso.

Al sushi bar si aggiungono quattro aree rese più intime della presenza di quattro colonne doriche in marmo.  

L’intreccio culinario dei sapori del Giappone e del Perù si riflette negli arredi, dove le sedute in legno sono rivestite in tessuto patchwork ispirato alle tradizioni popolari peruviane, mentre lampade da tavolo e pavimenti in bronzo e vetro uniscono il design giapponese moderno con influenze art deco.

Al piano inferiore, dove si trova il ristorante vero e proprio (154 posti a sedere, circa il doppio rispetto alla vecchia filiale di Tribeca), lo spazio è organizzato da un paravento in legno ondulato ispirato al kirigami, un tipo di origami realizzato attraverso pieghe e tagli nella carta.

Alle pareti, un rivestimento in tessuto mixa pattern giapponesi e ricchi colori peruviani, estendendosi fino alle sedute, mentre le scaffalature che delimitano l’area più privata ospitano le opere in ceramica dell'artista canadese Pascale Girardin.

www.rockwellgroup.com

noburestaurants.com

SCOPRI ANCHE:
5 ristoranti giapponesi a New York
Il nuovo Public Hotel di New York


di Carlotta Marelli / 23 Giugno 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Qualcuno ha detto colore?

Ristrutturazione tra antico e moderno alla Wes Anderson

Uffici di design

[Interior Decoration]

Lusso ginnico

Gentlemen club? No, palestra! Nasce il club più esclusivo di Londra

design&wellness

[Interior Decoration]

Appartamento plug & play

Parte da Amsterdam l'idea che cambia il concetto di abitazione

hotel di design

[Interior Decoration]

Coworking di lusso a NYC

Un club privato, ecco la nuova frontiera per gli uffici di design

uffici di design

[Interior Decoration]

Una casa-palafitta sospesa

Quando l'architettura si deve adeguare al terreno e alla natura

Casa moderna

[Interior Decoration]

Restyling colorato in Israele

Un Duplex ristrutturato con il colore per una giovane coppia

Restyling

[Interior Decoration]

Un loft moderno e raw

Ex centrale del gas a Melbourne diventa casa dal sapore industriale

Restyling

[Interior Decoration]

Restyling in punta di piedi

Una casa mediterranea si rifà il look, senza tradire la propria identità

restyling

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web