ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Ristorante o galleria d'arte?

In Messico, a Guadalajara, uno spazio concettuale chiamato Hueso tra food e visual art

Il nome la dice lunga. Si chiama Hueso (osso) il ristorante progettato dai designer Cadena+Asociados, in un vecchio edificio restaurato degli Anni 40, nel distretto Lafayette a Guadalajara, nel Messico Centroccidentale.

Si tratta di uno spazio concettuale, tra food, comfort e visual art. Il tema principale si svilluppa sia sulle pareti interne che come segnale di richiamo esterno. Oltre 10.000 tra parti di scheletri, ossa di crani, frammenti e carcasse ossee di animali, ciotole e utensili fanno parte di opere d'arte che allestiscono l'intero spazio.
Tutto declinato nei toni caldi del bianco sporco. Dalla hall d'ingresso che accompagna all'interno del ristorante, fino ai differenti angoli dedicati alla ristorazione. L'area della cucina aperta, parte integrante degli spazi pubblici, dialoga con l'unico grande tavolo in legno di recupero che si snoda tra le stanze.

Un 'atmosfera unica per un «progetto che prende ispirazione dalle teorie e dalle visioni Darwiniane e le rende più che mai attuali grazie all'abbinamento con oggetti provenienti dal mondo della cucina e dell'arte contemporanea», dichiara Cadena.
Per chiudere il cerchio, i designers hanno (ben) pensato di mostrare anche le ossa dell'edificio. E così, muratura, intonaco e tubi sono stati esposti a vista.

Sito: http://www.cadena-asociados.com
Info: http://huesorestaurant.com


di Valentina Mariani / 28 Ottobre 2014

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Hotel o club esclusivo?

Luci soffuse e atmosfera intima da Room Mate Gerard a Barcellona

hotel

[Interior Decoration]

Design giapponese, colori del Perù

Il nuovo Nobu Dowtonwn progettato da David Rockwell

ristoranti

[Interior Decoration]

Design alle Maldive

Ospiti di Cocoon, il resort di design nel blu dell'Oceano indiano

hotel

[Interior Decoration]

La rivoluzione dell'hotellerie

Patrick Norguet firma il nuovo Okko Hotel di Parigi

hotel

[Interior Decoration]

Luxury per tutti

Il nuovo hotel di Ian Schrager a New York

Hotel

[Interior Decoration]

White Forest

La firma di Tokujin Yoshioka per un negozio di scarpe a Tokyo

negozi di design

[Interior Decoration]

Refettorio felice

Ilse Crawford firma il nuovo spazio londinese del progetto di Bottura

ristoranti

[Interior Decoration]

Lavorare di fantasia

Tokyo incontra New York in un coworking...a Madrid

coworking

[Interior Decoration]

Bellezza imperfetta

Makhno firma una casa minimalista e rustica ispirata al wabi-sabi

casa moderna

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web