ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Cena in aeroporto, Parigi Orly diventa meta gourmand

Inaugurata al terminal sud dell'aeroporto internazionale la brasserie Cuisine Urbaine Parisienne, in un mix di street art e citazioni architettoniche

ristorante-parigi-orly
Francis Amiand

Atmosfere industriali e urbane tra gli spazi del ristorante CUP - Cuisine Urbaine Parisienne, illuminati da grandi vetrate e dalla colorata energia dei murales firmati dall’artista parigino Da Cruz.

A Parigi Orly, un ristorante ispirato alle architetture iconiche della Ville Lumière, al suo spirito multiculturale, elegante e seducente. Marc Hertrich e Nicolas Adnet, fondatori dello studio d’interior design parigino Studio MHNA, firmano il progetto del CUP – Cuisine Urbaine Parisienne, un'eccentrica e cosmopolita brasserie situata nell’area pubblica del terminal sud dell’aeroporto internazionale di Orly.

Uno spazio vivace, pieno di personalità, colore e charme, un ambiente che è l’espressione diretta dell’idea di cucina dell’head chef del CUP, Gilles Choukroun. Un amico di vecchia data di Marc Hertrich e Nicolas Adnet, che ha chiesto ai due interior designer di dare una forma estetica alla sua personale visione gastronomica, legatissima alla Ville Lumière ma assolutamente priva di confini culturali.

Gli spazi del ristorante, fluidi e luminosi, sfruttano al massimo i 7 metri di altezza dei soffitti dello storico terminal inaugurato nel 1961, portando al loro interno l’aria di Parigi, quella di Les Halles e dei mercatini a cielo aperto, pieni di colore e di prodotti freschi che accendono la curiosità dei passanti.

Diversi linguaggi architettonici e decorativi si confrontano dietro le grandi vetrate del ristorante, ispirate all’iconico profilo del Pavillon Baltard e affacciate sull’incessante viavai degli aerei in partenza. Suggestioni urbane convivono armoniosamente con elementi dall’aria industriale e un melting pot di materiali come vetro, metallo, cemento, legno, ardesia e pelle.

A completare l’atmosfera del ristorante, muri di mattoni a vista, un grande orologio in metallo dall’aria molto ferroviaria e tutta l’energia delle opere di street art dell’artista parigino Da Cruz, per un ambiente quasi caotico che però, come le strade della Ville Lumière, è semplicemente pieno di vita.

www.studiomhna.com

SCOPRI ALTRI RISORANTI A PARIGI:

Un ristorante nel cuore del mercato di Les Halles
Paris bistro: Clover, un nuovo indirizzo per i visitatori di M&O
→ I due ristoranti dello chef stellato Mathieu Pacaud


di Francesco Marchesi / 15 Luglio 2016

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Anima bipolare

Spazi ristretti risolti con una diagonale netta in un locale di Adelaide

lounge bar

[Interior Decoration]

Loft sì, ma di piccole dimensioni

Open Space, stile industrial e doppie altezze per questa casa in Spagna

Loft

[Interior Decoration]

Ci si vede all’elefante

A Francoforte un bar che sembra un grande origami blu

lounge bar

[Interior Decoration]

Dormire in un ex- magazzino

Un boutique hotel ricco di storia industriale nasce a Singapore

Hotel

[Interior Decoration]

Casa DIY ad Amsterdam

Creare con i progettisti spazi di design, funzionali e flessibili

Loft

[Interior Decoration]

Vintage e tattoo al ristorante

Un ristorante a Hong Kong arredato per portarci nella mente dello chef

ristoranti

[Interior Decoration]

Intimità da loft

Il rosso del laterizio dona calore a un'ex fabbrica di marmellata

restyling

[Interior Decoration]

Il colore must negli interior?

Una selezione di case total white per chi ama il bianco e le sue derive

Top Ten

[Interior Decoration]

La casa nella grotta

In Cina un progetto originale per l'abitazione di una star del web

restyling

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web