ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Rooms a Palazzo Morando: il backstage

Elle Decor Italia esplora il tema dell'abitare attraverso 7 installazioni d'autore

Cos’è una stanza? Lo spazio dell’abitare, certo, quello nel quale si svolgono le azioni della quotidianità, nel quale si dorme, si mangia, ci si rilassa. Ma è solo questo o qualcosa di più? È anche il luogo delle emozioni, delle sensazioni e dei sogni. Facciamo un’inversione di prospettiva: non siamo noi che ci chiudiamo dentro una stanza, è piuttosto la stanza che abbraccia noi e il nostro essere.  

Con questa visione Elle Decor Italia porta in scena il suo mondo degli interni nella mostra Rooms, non a caso stanze, visitabile a Palazzo Morando a Milano, fino a domenica 18 Ottobre. L'esposizione, incentrata su 7 stanze ideate ad hoc per 7 editori tessili, rende spettacolare l'abitare grazie alla scenografia progettata dallo studio di architettura dotdotdot e alle installazioni di designer e creativi internazionali.

Dietro le quinte: lavorazioni uniche e materiali che spaziano dall'estetica alla tecnologia tra cui spicca COEX, fibra naturale totalmente ignifuga che è stata impiegata nella scatola allestitiva di grande impatto visivo. Tecnici dello show,  gli artigiani della Consociazione Italiana Tappezzieri Arredatori,che hanno cucito con cura e maestria, addosso alle stanze-protagoniste, abiti sartoriali, come se non fosse solo per una volta, ma dovessero indossarli per sempre. 

La prima stanza ad entrare in scena è Dogon. Dall’aria tribale e un po’ pop ha un carattere eclettico, ma allo stesso tempo morbido. È la stanza soft, ha occhiali in tessuto come in tessuto sono le pagine del libro che legge. Nata dalla creatività nomade e fantasiosa della designer Paola Navone, parla della bellezza imperfetta delle cose attraverso le stampe acquerellate, i tricot inaspettati e l’aspetto underground dei tessuti della collezione Kieffer by Rubelli

Incontriamo poi Unveiling The City Fabric. Protagonista complessa, i designer Neri & Hu la stratificano con le stoffe dell’editore tessile Sahco, proprio come stratificata è la natura dei vicoli di Shanghai, nei quali spazi (domestici e non), persone ed oggetti interagiscono costantemente, smantellando il confine tra interno ed esterno. La stanza svela, tessuto dopo tessuto, il fascino di una terra lontana, pattern di rami di ciliegio, decorazioni che rappresentano scene di tradizionale vita quotidiana, draghi che si muovono tra le onde. 

Va dans ta chambre!  È il ricordo di un ammonimento, che almeno una volta nella vita ci è stato fatto e che forse, abbiamo fatto. La terza stanza ci rivela la nostra doppia natura, di rimproverati e rimproveranti, di bambini ed adulti. Il mix di tessuti e carte da parati del Gruppo Romo ispira Marcante e Testa di UdA Architetti a cercare un equilibrio tra elementi contrastanti. L’armonia tra codici differenti, (materiali e texture diverse, colori primari e tinte tenui, oggetti semplici e raffinati) ci ricorda che non siamo, solo, ma siamo anche: ironici, seri, delicati, mascolini, insomma, meravigliosamente contraddittori. 

La quarta protagonista è Waikiki Motel, intrigante e dal fascino equivoco. Dimore studio decidono di nasconderla, o meglio, mostrarla solo attraverso una finestra ed un oblò. Chi la spia è un curioso voyeur, che forse si aspetta da lei qualcosa di sordido, ma che scopre invece una vera e propria stanza dei desideri. L’essenzialità degli spazi e dei servizi accostata all’eleganza dei tessuti Dedar e alla scelta di oggetti iconici, conferiscono alla camera una forte personalità, che trova, nello stupore per l’inaspettato, un ingrediente perfetto di attrazione. 

La chiarezza nordica di Voyageur en chambre ci ricorda che abbiamo radici, omaggia i maestri dell’architettura italiana del ‘900, da Carlo Mollino, ai Fratelli Castiglioni a Gio Ponti. Marcante e Testa di UdA Architetti interpretano i tessuti Kinnasand come elementi separatori di spazi e supporto per quadri e oggetti, come diffusori di luce e come paesaggi tessili da scorgere attraverso le finestre. 

Dall’Architettura alla Natura. Grazie all’immaginazione del designer Frank Visser, veniamo abbagliati dalla luce del deserto dell’Arizona. Autunno a Palm Spring ci illumina coi colori brillanti del sole che proietta ombre lunghe, talmente lunghe, da uscire dalle cornici dei quadri. I colori accesi e luminosi del cielo, della vegetazione e della terra rivestono, grazie BonottoEditions, i divani sui quali ci si può accomodare, immaginando di godere di un panorama sconfinato, seduti in una stanza. 

L’ultima protagonista è Chambre 1.61, la camera come luogo fisico ma anche mentale, luogo del pensiero. Ritmi e simmetrie scandiscono gli elementi, che entrano in relazione tra loro secondo una logica precisa, calcolata.  Studiopepe sceglie la proporzione aurea per dettare le regole di questo spazio, progettato per colori e segni grafici forti con i tessuti di Christian Fischbacher. È il lato più razionale di noi.

Rooms
Palazzo Morando, via Sant’Andrea 6, Milano
6-18 ottobre 2015 – Ingresso libero
Orari: da martedì a domenica dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19.30 

Main Sponsor
Estée Lauder
COEX
Heimtextil – Messe Frankfurt 

Partner
BonottoEditions
Dedar
Christian Fischbacher
Gruppo Romo
Kinnasand
Rubelli
Sahco 

Special thanks to
Canon
CITA-Consociazione Italiana
Tappezzieri Arredatori
Ke Protezioni Solari
ViaBizzuno


di Laura Arrighi / 16 Ottobre 2015

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Workout in vacanza

I 5 alberghi e resort più belli per fare le vacanze e tenersi in forma

hotel

[Interior Decoration]

Arredare al naturale

Fibre naturali e tanta luce in un appartamento green a Girona

stile minimal

[Interior Decoration]

Tutti alla posta!

Da edificio neoclassico a hotel di design contemporaneo

restyling

[Interior Decoration]

Ristrutturare è un po' creare

A Taiwan uno showroom che sembra una casa

restyling

[Interior Decoration]

Barocco dal cuore contemporaneo

Dietro alla facciata opulenta, un appartamento cocoon

restyling

[Interior Decoration]

Biarritz in un fine settimana

Il meglio della città secondo il New York Times

Itinerari

[Interior Decoration]

Il nuovo classico

Uno stile evergreen al di sopra delle mode

casa classica

[Interior Decoration]

Dove dormire a Bruxelles

2 b&b e 1 hotel bellissimi dove sentirsi a casa

hotel

[Interior Decoration]

C’era una volta un convento

Vecchi soffitti e colori per un appartamento nel centro di Roma

restyling

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web