ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

No stress: il cocooning delle vacanze è nel cuore della Toscana

Passare le feste di fine anno nelle ville di Massimo e Chiara Ferragamo sulle colline di Siena

00-rosewood-castiglion-del-bosco
Courtesy of Rosewood Hotels

Undici ville nel cuore del territorio senese ricavate da altrettanti casali rislaenti al 17esimo e 18esimo secolo: una maniera alternativa ad alto grado di cosiness dove passare le feste di fine anno

Rosewood Castiglion del Bosco è  la meta perfetta per rilassarsi. Le vacanze natalizie sono ormai alle porte, e se vogliamo festeggiarle fuori casa dobbiamo organizzare il viaggio e la permanenza, ma ancora una volta ci troviamo a fare i conti con il basso grado di comodità degli hotel. È vero: la tipica festa che ci avvicina alle nostre famiglie e ai nostri cari spesso non vogliamo passarla in un luogo neutrale e poco empatico ma allo stesso tempo non abbiamo neppure voglia di estenuarci nei preparativi proprio a ridosso delle vacanze.

Se allora desideriamo preservare la magia delle feste di fine anno abbinandole all’accoglienza di una location lontana dal caos ma vicina ai ricordi e alla voglia sempre viva dello stare insieme possiamo adottare la soluzione che ci offrono le splendide ville senesi di Rosewood a Castiglion del Bosco, vicino a Montalcino, in Toscana. Sono 11 e sono state fondate nel 2003 da Massimo e Chiara Ferragamo e gestite da circa due anni dalla catena internazionale che ha hotel e resort in tutto il mondo. In questo caso si tratta di una novità perché è solamente il secondo anno consecutivo che le ville sono aperte al pubblico anche durante la stagione invernale permettendo così di passare le feste di fine anno immersi nella più bella campagna toscana, concedendosi una pausa relax lontani dalle mete turistiche generalmente sovraffollate.

Le ville si trovano nella tenuta di 2.000 ettari di Castiglion del Bosco, una delle più grandi e antiche del territorio di Montalcino e comprende un resort a 5 stelle con al suo centro il Borgo con le antiche vestigia del castello risalente al 12esimo, una spa, un orto biologico, una scuola di cucina, 62 ettari di vigneto, dove si producono tutti i vini della tenuta, e l’unico Golf Club privato d’Italia con 18 buche. Le Ville possono essere vissute come ponte di testa per scoprire i paesaggi della Val d’Orcia, per vivere la Toscana più autentica e per praticare una serie di attività come la “Caccia al Tartufo”, da ricercare nei suggestivi boschi circostanti oppure esplorare i dintorni di Montalcino e approfittare di una degustazione privata in Villa dei vini della cantina di Castiglion del Bosco.

Per i più sportivi sarà imperdibile l’appuntamento con la Brunello Crossing (10-11 febbraio 2018), corsa competitiva che viene affiancata anche da una semplice passeggiata per i più sedentari e poi, per tutti una visita guidata alle cantine del territorio. L’alternativa alle tante attività però esiste ed è quella di lasciarsi coccolare dalla bellezza e dal fascino degli interni di queste ville che pare siano stati ispirati dalla dolcezza del paesaggio circostante. Le undici ville di Rosewood Castiglion del Bosco cono state infatti ricavate da dei casali ristrutturati originari del diciassettesimo e diciottesimo secolo e riflettono il continuo divenire del territorio toscano. La scelta dei materiali, principalmente pietra e legno, sono stati posti in dialogo con bellissimi tessuti, pezzi d’antiquariato e arredi custom-made dalle tinte tipicamente senesi grazie al progetto di interior design di Teresa Bürgisser Sancristoforo e Chiara Ferragamo.

Le ville, che dispongono dalle tre alle sei stanze da letto, sono tutte provviste di piscina privata riscaldata e molte sono completate da un tipico forno a legna, un sistema home theater o campi da tennis privati. Alle tariffe giornaliere, per un periodo minimo di 3 notti, che comprendono i servizi di spesa di benvenuto all’arrivo, la pulizia giornaliera e il concierge, si può aggiungere la formula per il servizio full optional, che prevede cameriera dedicata e chef.

www.rosewoodhotels.com

LEGGI ANCHE:

Bed and Breakfast in Puglia sospeso tra tradizione e innovazione

Come un libro a tre dimensioni un appartamento Airbnb a Parigi che si apre davanti ai vostri occhi


di Paola Testoni / 2 Novembre 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Bologna gourmet

Tra modernariato e design contemporaneo, 4 nuovi ristoranti da provare

Travel

[Interior Decoration]

Un riad a misura di designer

L'hotel di Jasper Conran a Marrakech, tra stile marocchino e design

Travel

[Interior Decoration]

Un riad a Marrakech

4 agenzie di real estate raccontano un mercato affascinante

Itinerari

[Interior Decoration]

Tendenza Pinterest

I 7 trend di interior design che cerchiamo di più sul social network

Costume

[Interior Decoration]

Salotto europeo

A San Francisco l’hotel di lusso con mobili vintage del vecchio continente

Travel

[Interior Decoration]

Ristorante o fiorista?

Il ristorante nascosto dai fiori in Cina

Travel

[Interior Decoration]

Cibo e arte al museo

Lo chef Frederik Bille Brahe presenta il cafè creativo Kafeteria

Travel

[Interior Decoration]

Nostalgia australiana a Seoul

Tutto marmi e accenti artistici, il nuovo ristorante Caravan 2.0

Travel

[Interior Decoration]

Bali da sogno

A Bali OMNIA apre un dayclub capace di colpire tutto i sensi

Travel

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web