ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La sala d'attesa Eurostar a Parigi, lusso e cocktail bar argineranno l'effetto Brexit?

Firmata Softroom, la nuova area destinata ai clienti Eurostar Business alla Gare du Nord di Parigi s’ispira alla grandeur francese

sala-d-attesa-eurostar-gare-du-nord-parigi
Evelyne Van Cleven

Marmo, parquet, dettagli in ottone, confortevoli sedute in pelle e tessuto e l’elegante illuminazione firmata Flos e Gubi per la nuova area lounge Eurostar alla Gare du Nord di Parigi

Non una semplice sala d'attesa: la nuova sala d'attesa di Eurostar alla Gare du Nord di Parigi, firmata da Softroom, ha l'aria lussuosa e accogliente di un appartamento francese di metà '800. Pelle, velluto, marmo e ottone sono protagonisti nello spazio di 600 metri quadri destinato ai viaggiatori Business che si muovono tra i due lati della Manica. Un'operazione, riporta The Guardian, che mira a incentivare il traffico di passeggeri crollato dopo Brexit.

L'obiettivo dello studio di design londinese e della compagnia di trasporto ferroviario? Dar vita a una lounge che offra un'indimenticabile esperienza a tutto tondo, perfetta per i passeggeri che si spostano per lavoro ma anche per le famiglie che viaggiano nel weekend.

Il nuovo lounge, al secondo piano della Gare du Nord, ricrea nell'elegante interior design lo stile maestoso e trionfale della stazione parigina, progettata a metà '800 dall'architetto franco-tedesco Jakob Ignaz Hittorff. I soffitti alti, il parquet, i caminetti in marmo, l'illuminazione variegata e i preziosi rivestimenti delle sedute creano un ambiente intimo, domestico, confortevole. L'ispirazione viene dagli appartamenti francesi più chic, le parole chiave sono grandeur, modernità e funzionalità.

"Abbiamo creato una serie di spazi diversi per soddisfare tutte le necessità, dalla luminosa area di lavoro al rilassante cocktail bar", ha spiegato Christopher Bagot di Softroom. Il wifi è gratis, l'ambiente è disseminato di prese USB e caricatori senza fili e il bar, situato nella parte posteriore dell'area lounge, serve drink creati ad hoc per i clienti Eurostar dal London Cocktail Club, ma anche un esclusivo tè prodotto dal celebre brand britannico Tregothnan.

Il menu è curato dallo chef Raymond Blanc, francese di nascita e britannico d'adozione, insignito di due stelle Michelin per il ristorante Le Manoir aux Quat'Saison, nell'Oxfordshire, e di un OBE (Order of the British Empire) dalla regina Elisabetta. Dagli snack ai piatti caldi e freddi, l'idea è coniugare il meglio delle cucine francese e inglese.

E per chi volesse portarsi a casa un pezzo di Parigi, le tele che decorano i muri sono in vendita: dipinte da artisti francesi contemporanei, sono selezionate dall'esclusivo Hospital Club di Londra.

www.softroom.com

SCOPRI ANCHE:
Un weekend di design a Parigi
Cose da vedere a Parigi che non trovate nelle guide turistiche


di Alessandra D'Angelo / 13 Febbraio 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Hotel o club esclusivo?

Luci soffuse e atmosfera intima da Room Mate Gerard a Barcellona

hotel

[Interior Decoration]

Design giapponese, colori del Perù

Il nuovo Nobu Dowtonwn progettato da David Rockwell

ristoranti

[Interior Decoration]

Design alle Maldive

Ospiti di Cocoon, il resort di design nel blu dell'Oceano indiano

hotel

[Interior Decoration]

La rivoluzione dell'hotellerie

Patrick Norguet firma il nuovo Okko Hotel di Parigi

hotel

[Interior Decoration]

Luxury per tutti

Il nuovo hotel di Ian Schrager a New York

Hotel

[Interior Decoration]

White Forest

La firma di Tokujin Yoshioka per un negozio di scarpe a Tokyo

negozi di design

[Interior Decoration]

Refettorio felice

Ilse Crawford firma il nuovo spazio londinese del progetto di Bottura

ristoranti

[Interior Decoration]

Lavorare di fantasia

Tokyo incontra New York in un coworking...a Madrid

coworking

[Interior Decoration]

Bellezza imperfetta

Makhno firma una casa minimalista e rustica ispirata al wabi-sabi

casa moderna

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web