ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Stile industrial per questo hotel-ostello nel cuore di Chicago

Una formula di ospitalità interconnessa per creare una community social ancor prima di arrivare in albergo

the-hollander-hotel-interior-chicago-illinois-cigue-delordinaire-massproductions-alape-_dezeen_3
AdrianGaut courtesy of GRUPO HABITA

Il lungo tavolo dell'ostello The Hollander a Chicago: perfetto sia per consumare i pasti che per lavorare

Esiste la connessione tra stile industrial e young travelers? Non solo. A chi non piacerebbe arrivare in un hotel di una città straniera e ricevere immeditamente un caldo benvenuto da parte di amici e conoscenti? Questo succede a Chicago dove l’hotel The Hollander invita i propri ospiti a connettersi su instagram prima dell’arrivo in hotel per creare e far parte di una community attiva già quando si stanno per ricevere le chiavi delle stanze.

Foto di: AdrianGaut courtesy of GRUPO HABITA

Spazi che, tra l’altro, si dividono in privati e condivisi per poter continuare la conversazione iniziata sui social anche da due letti vicini.

Foto di: AdrianGaut courtesy of GRUPO HABITA

L'hotel-ostello - che si trova in un edificio storico di cinque piani risalente al 1905 -, ha accentuato la sua aria raw grazie al progetto di interni degli studi francesi Ciguë e Delordinaire. Il progetto di stauro? Eliminare la carta da parati e lo stucco per riportare alla luce i vecchi mattoni delle pareti.

Foto di: AdrianGaut courtesy of GRUPO HABITA

Superfici grezze e stile industriale hanno la funzione di regalare un'aria easy agli interni per ricreare quell'’atmosfera friendly che facilita i rapporti interpersonali degli ospiti spesso giovanissimi. La texture ruvida delle pareti gioca un gradevole contrasto con le grandi vetrate che guardano la strada e mostrano l’effervescente vita cittadina che, come in un film, passa di fronte all’ostello.

Foto di: AdrianGaut courtesy of GRUPO HABITA

Vicinissimo alla fermata del metro per l’aeroporto, l’ostello presenta 66 letti divisi tra dodici camere private e otto condivise con pratici armadietti personali (con lockers) per riporre le proprie cose.

Foto di: AdrianGaut courtesy of GRUPO HABITA

Per gli interni si è scelto una palette cromatica neutra: bianco e grigio antracite scaldati da un beige chiarissimo delle rifiniture in legno. Cromie in nuance spesso ton sur ton per le stanze private, i bagni e le areee più pubbliche dell'albergo industrial chic.

Foto di: AdrianGaut courtesy of GRUPO HABITA

Dietro alla vetrata della facciata si nasconde una lounge con mobili vintage e una lunga tavola che può servire sia per consumare i propri pasti che per lavorare.

Foto di: AdrianGaut courtesy of GRUPO HABITA

Gli arredi funzionali utilizzati nelle camere da letto come sgabelli, contenitori, letti e scrivanie trovano il loro contraltare elegante e ricercato nell'arredamento della hall: poltroncine di cinghie intrecciate anni 70 si alternano a curiosi divanetti circolari in pelle verde scuro costruiti intorno alle colonne di cemento. Dal basic al shabby chic.

Foto di: AdrianGaut courtesy of GRUPO HABITA

www.cigue.netwww.delordinaire.comwww.thehollander.com


di Paola Testoni / 18 Aprile 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

The white house

Luminosità assicurata per un restyling a Tel Aviv

restyling

[Interior Decoration]

Un capolavoro vista lago

Blue Lake Retreat celebra il connubio tra natura e architettura

casa moderna

[Interior Decoration]

Una casa da collezione

A San Paolo l'architettura scompare per far posto all'arte

restyling

[Interior Decoration]

Palm Springs here we come!

Quattro hotel per tutti i gusti a un passo dal deserto della California

hotel

[Interior Decoration]

A Hong Kong come a NY

Ovolo Southside è il primo magazzino convertito in luxury hotel

hotel

[Interior Decoration]

Miyake finalmente a Milano

Uno store italiano per il brand del designer giapponese

Negozi di design

[Interior Decoration]

Tea store in versione manga

Un microbar in Cina dove si servono solo fashionable drink

lounge bar

[Interior Decoration]

Vado a vivere in garage

Tanta luce naturale in una vecchia autorimessa nei suburbs di Londra

restyling

[Interior Decoration]

Vivere a 180 m di altezza

Una casa di lusso nel quartiere cool di Southbank a Melbourne

Casa moderna

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web