ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La tea house total white per un pomeriggio zen a Pechino

Nel centro di Pechino un moderno spazio in pieno spririto zen per la degustazione della bevanda più famosa della Cina progettato da Space Modification Unit (SMU)

tea-house-total-white-pechino-finestra-oblo
Kin Lo

Una finestra oblò all'interno della DeHui Tea Space, la casa del tè progettata dallo studio Space Modification Unit (SMU) come un'oasi di relax nel centro di Pechino

Dai maestri del rito del tè, una tea house total white dove gustare la deliziosa bevanda in armonia, un vero e proprio luogo zen nel quale prendersi una pausa dalla frenesia del mondo. È il DeHui Teaspace, progettato dallo studio di Hong Kong Space Modification Unit (SMU) in uno dei quartieri centrali di Pechino che sta vivendo la riqualificazione dei tradizionali edifici. Gli storici Hutong della città, case strette intorno ai cortili, che presentano pochi servizi, sono sempre di più in fase di modernizzazione per creare case contemporanee, caffè negozi e bar.

Foto © Kin Lo

Situato ai margini di una strada trafficata e stretta tra stazioni di servizi, la casa da tè dall'arredamento bianco è stata progettata per offrire sollievo dal trambusto della città, è un'isola che offre tranquillità e un momento di relax e benessere.

Foto © Kin Lo

Finestre ad oblò offrono scorci della città movimentata, ma all’interno si ha l’impressione di essere protetti, lontani da tutto quel trambusto, grazie ai drappi di tessuto candidi e luminosi che definiscono le stanze e ai materiali naturali, ghiaia bianca, moquette beige e legno di olmo chiaro che generano un paesaggio surreale, minimal e zen.

Foto © Kin Lo

La facciata retroilluminato in vetro smerigliato incornicia la vista verso l'interno caratterizzato da spazi intimi, per la contemplazione e l’incontro tra amici. Lo spazio centrale è flessibile, adatto per ospitare diverse attività e fino a 100 persone.

 

Foto © Kin Lo 

Continui riferimenti al cerchio, dalle finestre, al disegno degli spazi, simboleggiano l’armonia, l’unità di mente e corpo che nella cultura cinese è rappresentata da questa figura geometrica. Il progetto dà così un’interpretazione contemporanea della cultura cinese, grazie ad un design che ammorbidisce la rigida griglia rettangolare con forme curve.

 

Foto © Kin Lo

Le stanze private non sono delimitate da pareti ma da tende di lino bianco semitrasparente, che sembrano appoggiarsi su un pavimenti di ghiaia bianca. L'atmosfera intima incoraggia una dolce conversazione e l'apprezzamento del tè. I corridoio che corrono all’interno della casa collegano tutte le funzioni e sono abbelliti da un verde controllato. Grazie alla loro ampiezza possono essere utilizzati come galleria per mostre temporanee.

 

Foto © Kin Lo

Dall’esterno l’invitante facciata offre un look pulito e fresco durante il giorno e una luce calda la sera, difficile resistere al richiamo del tè.

www.s-mu.com

 

SCOPRI ANCHE:

Da fattoria a resort di lusso eco-friendly in un villaggio di pescatori in Cina

A Beijing la nuova casa da tè di Kengo Kuma & Associates


di Laura Arrighi / 10 Febbraio 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Hotel o club esclusivo?

Luci soffuse e atmosfera intima da Room Mate Gerard a Barcellona

hotel

[Interior Decoration]

Design giapponese, colori del Perù

Il nuovo Nobu Dowtonwn progettato da David Rockwell

ristoranti

[Interior Decoration]

Design alle Maldive

Ospiti di Cocoon, il resort di design nel blu dell'Oceano indiano

hotel

[Interior Decoration]

La rivoluzione dell'hotellerie

Patrick Norguet firma il nuovo Okko Hotel di Parigi

hotel

[Interior Decoration]

Luxury per tutti

Il nuovo hotel di Ian Schrager a New York

Hotel

[Interior Decoration]

White Forest

La firma di Tokujin Yoshioka per un negozio di scarpe a Tokyo

negozi di design

[Interior Decoration]

Refettorio felice

Ilse Crawford firma il nuovo spazio londinese del progetto di Bottura

ristoranti

[Interior Decoration]

Lavorare di fantasia

Tokyo incontra New York in un coworking...a Madrid

coworking

[Interior Decoration]

Bellezza imperfetta

Makhno firma una casa minimalista e rustica ispirata al wabi-sabi

casa moderna

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web