ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

The Krypt Bar, da tempio del jazz anni 50 a cocktail bar in stile underground

La metamorfosi di un antico edificio risalente al 18esimo secolo, diventato un locale sotterraneo di charme grazie al restauro dello studio di architettura Büro KLK

00-the-krypt-bar-vienna-cocktail-bar-underground-jazz

Il cocktail bar progettato dallo studio di architettura Büro KLK arriva a 12 metri di profondità

I locali sotterranei come The Krypt Bar hanno sempre esercitato un certo fascino nell'immaginario comune, soprattutto se segreti o particolarmente nascosti, dagli anni del proibizionismo sino ad oggi. Passando per la coinvolgente epoca del jazz degli anni 50 e 60, durante la quale tantissimi edifici più o meno antichi venivano utilizzati per intimi concerti, da Parigi a Praga. E una delle città che è stata investita dalla scena jazz di quegli anni è stata anche Vienna, dove oggi si trova prorio The Krypt Bar, il cui nome è tutto un programma.

 Quello che oggi è un cocktail bar in stile underground infatti, un tempo era un'istituzione - non del tutto legale - degli anni 50 e 60, che ha ospitato tra le sue mura grandi nomi della scena jazzistica viennese, come Joe Zawinul e Fatty George. L'edificio originale risale al 18esimo secolo, ed è stato riportato in vita dallo studio Büro KLK: gli architetti si sono messi al lavoro per trasformare lo spazio in bar sotterraneo contemporaneo, che arriva a ben 12 metri di profondità. Una stretta porta d'ingresso conduce al primo livello seminterrato, lasciando intravedere le pareti originali, per poi scendere per i primi 7 metri attraverso una scala in legno con illuminazione, dove vengono rivelati anche gli antichi archi in pietra. In tutto il volume del bar troviamo diverse alcove, una cabina nascosta e persino la più piccola galleria d'arte di Vienna, oltre a vari corridoi segreti che circondano l'ambiente centrale.

Nell'area del bar, tutte le apparecchiature sono situate su una piastra di pavimento in cemento e su un traliccio portante, installato per esigenze ingegneristiche. I vecchi tubi di ventilazione sono stati mantenuti e trasformati in un dettaglio caratteristico, rivestiti in oro. La lastra di cemento che ricopre l'intero ambiente è rivestita a sua volta da uno strato di marmo italiano nero marquina, posato manualmente a spina di pesce. Le numerose alcove offrono inoltre svariati posti a sedere per gli ospiti, ognuno con il proprio carattere: dalla stanza buia con divani di pelle scura nascosti da tende agli spazi aperti con comodi divani e poltrone marroni. In una delle alcove troviamo un pavimento rialzato che ospita divani blu e illuminazione nascosta. The Krypt Bar è un cocktail bar di charme che unisce una storia intrigante a un futuro che è ancora tutto da scrivere.
www.krypt.bar
www.buroklk.com
www.schreyerdavid.com


di Essia Sahli / 18 Novembre 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

I muri secondo Rem Koolhaas

Allo Stedelijk Museum la nuova tappa della sua ricerca sulle pareti

allestimenti

[Interior Decoration]

Moncler Enfant a Milano

Un nuovo spazio tutto dedicato ai bambini. Mascotte compresa

negozi di design

[Interior Decoration]

Un albergo gioiello

Londra: un hotel tra gusto vittoriano e esperienza ultramoderna

Travel

[Interior Decoration]

Philipp Plein a Parigi

Negli Champs-Élysées inaugurato il nuovo store del lusso estremo

Negozi di design

[Interior Decoration]

Un laboratorio spettacolare

Dimorestudio progetta il nuovo negozio Oliver Peoples a Miami

negozi di design

[Interior Decoration]

Il tropicalismo va di moda

Il nuovo concept store di Prada inaugurato a Miami

negozi di design

[Interior Decoration]

Caffè sì, tavoli no

Un coffee bar senza tavolini – ma con co-working – a Pechino

Uffici di design

[Interior Decoration]

Desideri in cucina

Casamenu, la piattaforma con tutti gli ingredienti della cucina

cucine di design

[Interior Decoration]

L'hotel nella fabbrica di ceramica

Antico e moderno per un'allure senza pari nel centro di Maastricht

Hotel di design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web