ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Ricordate Blow Up di Antonioni? Il set oggi è un ufficio con 35 alberi

Second Home Holland Park è un nuovo spazio di lavoro creativo, ispirato al design biofilico e progettato dallo studio madrileno SelgasCano

ufficio-selgascano-second-home-holland-park

“Quando si tratta di design, non realizziamo mai la stessa cosa più volte, sarebbe semplicemente noioso. Adoro il modo in cui SelgasCano ha progettato questa nuova sede in totale armonia con il ricco patrimonio culturale dell’edificio, creando qualcosa di davvero unico, ma riconoscibile nei tratti tipici di Second Home”. 

Leggi anche → Il nuovo concept bookstore Libreria

Leggi anche → SecondHome apre a Lisbona

Parola di Sam Aldenton, co-fondatore di Second Home, la più creativa e vivace comunità londinese d’imprenditori e innovatori che ha inaugurato la sua seconda location nella capitale britannica proprio in questo mese di gennaio. 

Progettata dai pluripremiati architetti spagnoli SelgasCano, Second Home Holland Park rappresenta la loro quinta collaborazione con il brand nell’ambito dell’ecosostenibilità e del design biofilico

Leggi anche → L'ufficio di Londra dove tutti vogliono lavorare

Inondato dalla luce naturale, dai colori vivaci e dalle piante – tra cui alberelli che crescono direttamente dal pavimento – l’edificio è stato progettato per favorire la collaborazione e la creatività negli spazi di lavoro. 

Ma la nuova progettazione è altresì rispettosa del patrimonio storico del palazzo. Su di un’area di 12.000 metri quadri, un tempo questo era lo studio del fotografo di moda britannico John Cowan negli anni Sessanta ed è stato il set del filmcult Blow Up, del mitico regista Michelangelo Antonioni, mentre negli anni Ottanta il palazzo ha ospitato la sede dello studio di architettura di Richard Rogers. 

Sono state restaurate alcune parti originali dell’edificio, come le passerelle progettate proprio da Richard Rogers e la scala ideata da David Chipperfield. 

Gli spazi di lavoro annoverano inoltre uno studio fotografico d’avanguardia, restaurato, al piano alto dell’edificio. 

Al centro del progetto di Second Home Holland Park ancora una volta il design biofilico, con la piantagione di 35 alberi a ravvivare gli spazi e innovative tecnologie di serra usate per la prima volta in aree di lavoro, facenti uso di bolle di sapone come elementi eco-friendly e di un isolamento ad alta efficienza energetica nel cortile. 

La differenza maggiore rispetto alla prima Second Home a Spitafields è la progettazione orientata a ospitare team composti da massimo 8 persone, contro gli studi della prima sede ideati per 150 partecipanti. 

La comunità di Second Home Holland Park ospiterà decine di aziende diverse che spaziano dalla moda, all’agricoltura e alla tecnologia. Come afferma Josè Selgas di SelgasCano, “Qui tutto è stato progettato per non favorire le gerarchie: come in un circo, ogni atto dello spettacolo è importante al pari degli altri. Solo collaborando e lavorando tutti insieme si può creare qualcosa di unico”. 


di Elena Marzorati / 22 Gennaio 2018

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Tendenza Pinteres

I 7 trend di interior design che cerchiamo di più sul social network

Costume

[Interior Decoration]

Salotto europeo

A San Francisco l’hotel di lusso con mobili vintage del vecchio continente

Travel

[Interior Decoration]

Ristorante o fiorista?

Il ristorante nascosto dai fiori in Cina

Travel

[Interior Decoration]

Cibo e arte al museo

Lo chef Frederik Bille Brahe presenta il cafè creativo Kafeteria

Travel

[Interior Decoration]

Nostalgia australiana a Seoul

Tutto marmi e accenti artistici, il nuovo ristorante Caravan 2.0

Travel

[Interior Decoration]

Bali da sogno

A Bali OMNIA apre un dayclub capace di colpire tutto i sensi

Travel

[Interior Decoration]

Ladurée a Tokyo

India Mahdavi firma il terzo store della pasticceria francese

Travel

[Interior Decoration]

Artisti nei borghi

3 artisti con Airbnb ridanno slancio ai borghi italiani

Travel

[Interior Decoration]

Elogio dell’anticamera

Restyling di un appartamento vista mare a Lerici

Restyling

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web