ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La casa di Valentina Audrito a Bali ci fa sognare ad occhi aperti

L'architetto torinese figlia d'arte ci accoglie nella splendida residenza privata che lei stessa ha ristrutturato con il suo studio Word of Mouth

valentina audrito bali

La residenza privata dell'architetto Valentina Audrito e della sua famiglia nasce dall'utilizzo di materiali tradizionali per creare linee moderne, creando un forte rapporto tra spazi interni ed esterni e un equilibrio considerato di luce e spazio. 

Il nome, che di per sé fa già sognare, dice molto sulla residenza privata dell'architetto Valentina Audrito a Bali, che con il suo studio Word of Mouth ha di recente operato una ristrutturazione della residenza già esistente e ad opera di Mauro Tomasi.

Lalaland non è altro che la reinterpretazione dei tradizionali concetti architettonici balinesi, per cui si creano una serie di diversi padiglioni intorno a un cortile centrale.

L'intenzione, è quella di usufruire di materiali tradizionali per creare linee moderne, creando un forte rapporto tra spazi interni ed esterni e un equilibrio considerato di luce e spazio.

Costruita su una superficie di 1800mq di terreno circondata da risaie, la casa è accessibile tramite un cortile interno caratterizzato da un grande laghetto circolare, presenta un layout composto da due padiglioni principali organizzati in una forma a forma di L.

Si accede alla casa principale attraverso uno stagno circolare rifinito con pietra verde locale chiamata Batu hijau. Sulla sinistra, un uovo gigante a cui si accede da suo esterno: è un'innovativa toilet.

Il primo padiglione ospita una cucina che si apre sia sul salotto che sulla zona pranzo esterna che si affaccia su giardino e piscina. Il secondo padiglione ospita la camera matrimoniale, una seconda camera da letto e una camera da letto ospiti al piano terra e dispone di uno spazio biblioteca al piano rialzato.

Gli arredi interni sono una combinazione di elementi realizzati localmente da artigiani balinesi e pezzi provenienti dalle isole vicine. L'estetica risultante crea spazi caldi e accoglienti che esprimono un fascino rustico.

Il salotto, incorniciato da una struttura in legno di teak che sostiene l'intera abitazione, è decorato al centro con vasi di lampadario creati dagli architetti. A terra, una serie di sgabelli colorati in rattan acquistati in un negozio locale fanno da protagonisti, e sullo sfondo il divano Lips Sofa di Franco Audrito, architetto di Studio 65, conferisce colore insieme a un dipinto di Filippo Sciascia, posto al di sopra.

La cameretta dei bambini con un tavolino a forma di uovo realizzato da Word of Mouth.
Sopra i letti, litografie di Keith Haring. Al soffitto, un lampadario acquistato in un negozio locale e sulla parete destra un atlante Atlas Americaless Light.

La cabina armadio della camera da letto principale è stata decorata con un soffitto rivestito in gusci di capiz e sgabelli in uovo.

Stessa fantasia dei soffitti ricoperti di capiz si trova anche nel bagno principale. Ai pavimenti, piastrelle da Java. I lavandini, sono stati realizzati su misura in ceramica di Gaya Ceramic.

In cucina, i grandi protagonisti sono due: le sedie prodotte dal marchio locale DeLighting e l'opera d'arte coloratissima sull'abbassamento del soffitto dove si trovano le lampade, realizzata dall'artista indonesiano Farhan Siki.

wordofmouthbali.com

SCOPRI ALTRI PROGETTI A BALI:

Un boutique hotel dall'atmosfera rilassata a Bali
Il nuovo Akademi Bar a Bali
→ Una villa con piscina immersa nella natura tropicale di Bali


di Valentina Mariani / 8 Maggio 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Qualcuno ha detto colore?

Ristrutturazione tra antico e moderno alla Wes Anderson

Uffici di design

[Interior Decoration]

Lusso ginnico

Gentlemen club? No, palestra! Nasce il club più esclusivo di Londra

design&wellness

[Interior Decoration]

Appartamento plug & play

Parte da Amsterdam l'idea che cambia il concetto di abitazione

hotel di design

[Interior Decoration]

Coworking di lusso a NYC

Un club privato, ecco la nuova frontiera per gli uffici di design

uffici di design

[Interior Decoration]

Una casa-palafitta sospesa

Quando l'architettura si deve adeguare al terreno e alla natura

Casa moderna

[Interior Decoration]

Restyling colorato in Israele

Un Duplex ristrutturato con il colore per una giovane coppia

Restyling

[Interior Decoration]

Un loft moderno e raw

Ex centrale del gas a Melbourne diventa casa dal sapore industriale

Restyling

[Interior Decoration]

Restyling in punta di piedi

Una casa mediterranea si rifà il look, senza tradire la propria identità

restyling

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web