ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La veranda in vetro e acciaio corten piena di opere d'arte nel centro di Londra

Un luogo intrigante nel cuore della città, dove rilassarsi tra foto e dipinti, firmato Gianni Botsford

veranda-in-vetro-e-acciaio-layered-gallery-gianni-botsford-londra
@ Luigi Parise

Un “albero” di vetro e acciaio corten, alto tre piani, sui cui rami si posano fotografie, stampe e disegni, svelati e nascosti in un gioco di trasparenze e stratificazioni: questo, e molto altro, è la Layered Gallery, uno spazio immaginifico nel cuore di Londra, a metà tra giardino e galleria d'arte, nato dall'estro creativo dello studio Gianni Botsford.

La struttura, pensata per ospitare la collezione del proprietario, sorge dove un tempo era l’ala di un edificio georgiano del XVIII secolo. Intorno a quel vuoto gli architetti hanno intessuto una trama complessa, leggera e robusta insieme, progettata come un albero: due solide colonne portanti da cui si diramano membrane più sottili.

 

@ Luigi Parise

Per scoprire cosa c'è dentro, bisogna sfogliare, o spogliare, l’edificio, uno strato alla volta: il primo, in acciaio invecchiato Corten, costituisce l’ossatura esterna, un reticolo sotto il quale spuntano ampie vetrate dai contorni metallici, a loro volta velate da tende rosse, che si possono tenere aperte o chiuse, per proteggere le opere d'arte dalla luce. Queste ultime sono esposte su griglie scorrevoli - altri strati, i più preziosi - prima di arrivare all'ultimo: l'originale muro esterno in mattoni della casa georgiana.

@ Luigi Parise

Racchiusi tra uno strato e l’altro non ci sono solo quadri: la struttura infatti ambisce ad essere un’estensione del giardino, un luogo di contemplazione e relax che non dimentica le istanze comuni della quotidianità. Ecco allora che allo spazio espositivo si aggiungono una panchina rivolta verso il sole, un bagno a scomparsa che salta fuori da un armadio, quasi un tributo ludico alla Fontana di Duchamps, e persino una cucina al pianterreno.

@ Luigi Parise

E per finire non poteva mancare un tocco verde: le piante non si limitano ad ornare il giardino, ma si inerpicano lungo la facciata, insinuandosi nelle sue geometrie squadrate e irregolari, a tracciare quello che presto diventerà un ennesimo strato. Si sancisce così il legame viscerale tra esterno e interno, un aspetto fondante dell'intero progetto: la struttura infatti è sensibile all'ambiente che la circonda, è la luce a decidere cosa di essa sarà visibile e cosa sarà celato, inventando riflessi e prospettive sempre nuove. L’aria vissuta dell'acciaio, già segnato dalla ruggine, fa il resto: sebbene sia in piedi da meno di un anno, la Layered Gallery sembra perfettamente a suo agio nel paesaggio, come se fosse lì da sempre, a catturare il cielo nei suoi vetri, offrendo in cambio le sue opere d'arte.

@ Luigi Parise

www.giannibotsford.com

SCOPRI ANCHE:
Come vive un collezionista? 5 case per scoprirlo
Ristrutturare casa, il trend che arriva da Londra


di Elisa Zagaria / 6 Luglio 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

La tradizione bolle in pentola

Bouillon Pigalle, il nuovo ristorante di cui parla tutta Parigi

Travel

[Interior Decoration]

Anno nuovo, hotel nuovo

Le migliori aperture del 2018 da tutto il mondo

Travel

[Interior Decoration]

Total Fusion

Un bistrot milanese tra Oriente e Occidente, all’insegna del melting pot

Travel

[Interior Decoration]

Il legno vince, sempre

Posato alla francese, il parquet è ancora il pavimento più bello

Lifestyle

[Interior Decoration]

Spa per la beat generation

AvroKo a Calistoga riecheggia i miti della generazione Jack Kerouac

Travel

[Interior Decoration]

A cena nei Caruggi

Sulle orme di Alessandro Borghese nei 4 ristoranti migliori di Genova

Travel

[Interior Decoration]

Chiesa con cucina

Duddell’s Hong Kong apre il suo gemello londinese in un'antica chiesa

Travel

[Interior Decoration]

Navigare nel lusso

Una locanda giapponese attraversa il Seto Inland Sea

Travel

[Interior Decoration]

Tendenza graniglia

Tutti i modi in cui interpretare in casa la vera mania del 2018

Lifestyle

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web