ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Le 11 ville di lusso più belle del mondo

Viaggio alla scoperta delle residenze più esclusive di sempre da Los Angeles a Teheran.

 ville-di-lusso-piu-belle-del-mondo

Innanzitutto l’attenzione per lo stile locale. Nonostante i budget non siano un problema, a materiali ricchi sono spesso preferiti quelli locali, che permettono alla villa di immergersi meglio nel paesaggio, di riprodurne i colori e i profumi. Per lo stesso motivo si tratta spesso di ristrutturazioni di locali storici e già presenti sul territorio di cui si punta a conservare la specificità, reinterpretandola. Un’attenzione che fa il pari con quella alla sostenibilità.

Ecco allora pannelli fotovoltaici e sistemi di recupero dell’acque per rifornire un altro vero must: la piscina, presente in ogni villa di lusso che voglia definirsi tale. Interna o esterna, sempre e comunque  a sfioro e spesso circondata da elementi che la esaltano come punta di diamante della villa intera e luogo di relax per eccellenza. Il patio, il solarium o il giardino sono la cornice ideale dove goderne appieno.

Ma le ville di lusso costituiscono anche un nido, una via di fuga dallo stress, un ritorno alla natura, per questo sono spesso immerse nel verde che lasciano entrare dalle ampie vetrate, o si beano dei panorami e degli scorci più suggestivi.

Abbiamo selezionato per voi 11 ville di lusso per rifarvi gli occhi e sognare un po'.

La Sharifi-ha House rientra di diritto nel novero  più esclusivo delle ville di lusso nel mondo. Realizzata a Teheran da Alireza Taghaboni dello studio Nextoffice, si ispira alla tradizione Iraniana, con due ambienti giorno, uno chiuso per l’inverno e uno aperto per l’estate. Coi suoi due piani interrati dedicati a leisure e wellness e quattro livelli superiori per attività conviviali, la villa è un organismo vivente, che si adatta ai mutamenti delle stagioni grazie alle capsule Bumat che ruotando cambiano il disegno di facciata e interni. In inverno le turning room sono infatti comprese nel perimetro dell’edificio, e in estate la struttura si apre permettendo a sole e aria di penetrare, e liberare i terrazzi.

SCOPRI DI PIU' → Sharifi-ha House: una casa unifamiliare a Teheran

(Foto:© Kelosa)

Tra le ville di lusso a Ibizia, ne abbiamo scelta una da favola. Incastonata in una delle zone più rurali dell’isola, questa villa è stata ricavata da un’antica  finca dall’architetto Pascal Cheikh-Djavadi. L’aspetto decadente del rudere ha suggerito una completa ricostruzione nel seminato della tradizione locale: pianta rettangolare del living, ingresso rivolto a sud, travi di ginepro e poche finestre, il tutto per mantenere il fresco all’interno. L’elegante minimalismo si coniuga con l’architettura tradizionale grazie all’adozione di materiali e sistemi costruttivi del luogo. Le curve del soffitto a volta si sposano allora con i nuovi elementi dove prevalgono linee rette e forme rettangolari, per un felice contrasto tra rigore e morbidezza. Una sensazione di pace accresciuta dallo stile zen dei letti in tatami e delle lampade di carta, le pareti chiari e l’ordine imperante.

SCOPRI DI PIU' → Una villa con piscina nel cuore di Ibiza

(Foto: Florent Joliot)

Rimaniamo nel Mediterraneo e visitiamo le ville di lusso della costa azzurra. Saint Tropez per la precisione, dove lo studio Vincent Coste ha progettato una delle più invidiate ville di lusso con piscina. Un’architettura stratificata, composta di due volumi sovrapposti che moltiplica lo spazio sui due piani. Fiore all’occhiello è appunto la lunga piscina sospesa, perno della zona outdoor costellata di tavoli sedie e lettini e circondata da un patio e da una terrazza solarium. Lo stile mediterraneo si incarna negli interni ombreggiati dal tendaggio di cotone e nei pergolati. Completa l’opera una scelta moderna d’arredamento fonte di suggestioni artistiche: sculture e dipinti moderni accostati a mobili vintage provenienti da ogni dove.

SCOPRI DI PIU' → Una casa con piscina a Saint Tropez

 

(Foto: Yiorgis Yerolymbos)

Sempre nel bacino del mare nostrum, a Lesbo, se ci sporgiamo dal terrazzo di una delle ville di lusso della Grecia possiamo sentire i lamenti di Saffo. Situata ad Agios Fokas, tra il mare e gli ulivi, Z-Level ha progettato questa villa in totale armonia col paesaggio, assecondandone il declivio, utilizzandone  i materiali e le atmosfere per le finiture in pietra e metallo. Un delizioso patio outdoor corona la piscina a sfioro. Stile minimalista di arredi in pino rimano con pezzi di design pregiati e la terrazza in teak.

SCOPRI DI PIU' → Una casa vista mare nell'isola di Lesbo

 

(Foto: Joe Fletcher)

Tra le ville di lusso moderne non potevano mancare quelle californiane. Quella di Oak Pass si inerpica poco fuori Beverly Hills, tra i silenzi delle querce secolari. Lo studio Walker Workshop Design Build ha scelto vetro e cemento per valorizzare questo angolo di paradiso. Un piano superiore ospita il living, esposto al sole, mentre la zona notte è a livello interrato. Una corte lastricata accompagna alle camere da letto, mentre l’area giorno, dal perimetro vetrato rivolto al verde, sfocia in una terrazza panoramica con piscina a sfioro. Gli interni sono arredati con una felice commistione di custom made in noce e design più moderni, anch’essi in calcestruzzo e vetro.

SCOPRI DI PIU' → Una casa in vetro e cemento immersa nel verde della California 

 

(Foto: Alexis Dornier)

La modernità incontra la tradizione anche a Bali. Alexis Dornier ha progettato una casa-padiglioni con ampi spazi comuni e un sontuoso soffitto sagomato in teak. La disposizione delle stanze fa di ogni locale un unico luogo d’incontro di 450mq. I materiali naturali concorrono alla sensazione di benessere, grazie alle lastre oblique di Baligreen, il teak e il legno duro. Del resto la natura è al centro del progetto, come dimostra la terrazza che affaccia sulle palme e alla possibilità di aprire una facciata intera sull’esterno.

SCOPRI DI PIU' → Villa di lusso con piscina a Bali

(Foto: Greg Cox)

Ma paradiso non vuol dire solo mare, e le ville di lusso in montagna sono almeno altrettanto esclusive. Progettata appositamente da Christiaan Van Aswegen per ospitare una raffinata collezione di design nei pressi di Plettenberg Bay, questo rifugio per le vacanze è  il risultato del recupero di un edificio abbandonato dalle linee squadrate, come una study house anni ’60. Un solo piano e paesaggio mozzafiato sulle montagne Tsitsikamma che si svela man mano che l’ospite procede. Un gioco di volumi chiari e contesto rurale che ha suggerito soluzioni green, come i pannelli solari e il recupero dell’acqua per i bagni open air e una piscina.

SCOPRI DI PIU' → Una casa total white con arredi di design in Africa

 

(Foto: Kasia Gatkowska)

Tra le ville di lusso in Italia, ne scopriamo una progettata da Giuliano Andrea dell’Uva su una tipica residenza estiva anni ’70. Affacciata sul mare e immersa nei profumi mediterranei la villa è stata gioca coi toni della pietra dei pavimenti, in contrasto con il grigio scuro del ferro e il blu del blocco-parete che cela camere, office e armadiature. L’arredo è poi scelto con cura, come dimostra il divanetto di Verner Panton, le sedie di Cerruti Baleri, la libreria di Antonino sciortino. Il tutto per una sensazione di leggerezza che fa di questa una delle ville di lusso del Salento più apprezzate.

SCOPRI DI PIU' → La villa di lusso di Giuliano dell'Uva in Salento

 

(Foto: Patrick Smith)

Un’altra tra le più originali ville di lusso  in montagna sorge sulle alpi a St. Martin de Belleville. Disegnata da Noé Duchaufour-Lawrance si tratta del restyling di un’abitazione di 530mq su tre piani che include una piscina al coperto. Volumi morbidi e tondeggianti per gli arredi in pietra locale, corian, abete. Una rivisitazione completa, che segna un deciso distacco dallo chalet tipico. Il living a pianta aperta è il centro del focolare domestico, dominato non a caso da un camino a forma ti tronco e illuminato da vetrate con viste panoramiche. Chicche di design sono il letto matrimoniale sospeso Fluttua di Lago e la poltroncina Slow chair di Bouroullec.

SCOPRI DI PIU' → Interni di design con vista sulle montagne a St. Martin

A San Paolo si trova la Weekend House, una casa-oasi progettata da SPBR Arquitetos. Una distribuzione scomposta sviluppata su due livelli e tre elementi principali: piscina, solarium e giardino. Le vetrate scorrevoli creano una continuità tra interno ed esterno che permette di godere dell’aria aperta anche in città. Gli interni sono minimal e funzionali e rispecchiano i diversi ambienti. Suggella il tutto una lunga piscina sul tetto da cui ammirare la città sottostante.

SCOPRI DI PIU' → Rifugio di lusso con piscina nel cuore di San Paolo

Per completare la rassegna non poteva mancare la prima di una serie ancora da venire. Un progetto di Magnus Ström che prevede di realizzare ben 30 abitazioni di lusso pensate ad hoc: 30 superhouse. Adagiata su una placida isola mediterranea 00/30 rispecchia un’idea precisa: due muri di pietra a forma di L sorreggono la casa, e tra esse due volumi. Il primo contiene elementi funzionali come la cucina e la zona per il personale, il secondo un centro benessere e una palestra. Panelli scomparsa consentono di organizzare privacy e condivisione a piacere. Il salotto si sviluppa su due piani collegati da un’elegante scala a chiocciola: coperto al piano superiore ed esterno a quello inferiore. Una galleria d’arte, 4 suite e camera da letto principale, piscina a sfioro di 50 metri contribuiscono all’atmosfera davvero esclusiva. Il tutto senza dimenticare di sfruttare il sole che brilla sui pannelli e che rendono l’abitazione indipendente.

SCOPRI DI PIU' → La prima Superhouse è su un'isola del Mediterraneo


di Stefano Annovazzi Lodi / 16 Febbraio 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Come in un film

A Times Square un locale che ricorda i vecchi diner di New York

ristoranti

[Interior Decoration]

Open your eyes

5 soluzioni creative per organizzare un open space in città

top ten

[Interior Decoration]

Eco-chic in Tulum

L'hotel per dormire nella giungla con stile

hotel

[Interior Decoration]

Due cuori e una capanna

Muji progetta un rifugio minimal chic per due da mettere dove vuoi

casa vacanze

[Interior Decoration]

Casa con patio

Un rifugio nel cuore di uno dei quartieri storici di Barcellona

restyling

[Interior Decoration]

500 anni e non sentirli

Il restauro di un'antica torretta medievale divenuta guest house

restyling

[Interior Decoration]

Sport e design

L'open space di un giovane ciclista a Barcellona

restyling

[Interior Decoration]

Micro-casa idilliaca

Sulle coste francesi, Freaks ristruttura un vecchio capanno

casa vacanze

[Interior Decoration]

Hotel o club esclusivo?

Luci soffuse e atmosfera intima da Room Mate Gerard a Barcellona

hotel

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web