ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La prossima destinazione? Un hotel a 5 stelle nella Pechino segreta

In Cina tra storia e bellezze naturali, cultura e design contemporaneo immersi tra gli hutong storici

00-vue-hotel-pechino-ristrutturazione
CI&A Photography-Edward Hendricks

Il progetto di Studio Ministry of Design di Singapore ha trasformato un complesso storico nel quartiere Hutong di Pechino in un the hotel contemporaneo in armonia con la natura

Vue Hotel Pechino, una ristrutturazione nel cuore della Cina in cui lusso contemporaneo e tradizione millenaria si incontrano. Ebbene sì, il viaggio del cuore potrebbe avvenire proprio in questo periodo dell’anno e della nostra vita: una destinazione lontana e un hotel unico in grado di aggiungere un quid alla nostra travel experience e che ci aiuti ad interpretare l’esotica e lontana cultura della realtà locale. Tutto questo può essere tradotto in pratica da un soggiorno nel nuovo flaghship hotel della catena VUE nel caratteristico quartiere di Hutong. Qui si trova ciò che resta dei caratteristici vicoli formati da file di siheyuan, le tradizionali abitazioni a corte, che dopo la fondazione della Repubblica Popolare Cinese, nel 1949, sono per la maggior parte scomparsi sostituiti dalle ampie strade della Pechino moderna. Fortunatamente molti degli antichi hutong sopravvivono e, ora finalmente dichiarati protetti, fanno da sfondo storico a questo singolare hotel, vicino al lago Hou Hai. Non è un caso infatti che si sia messa a disposizione degli ospiti anche una seconda entrata laterale che porta direttamente nella zona del lago per una passeggiata mattutina oppure per unirsi ai residenti di Pechino nella pratica del tai-chi, oppure ancora ascoltare le sessioni di er-hu -il violino cinese- insieme al canto degli uccelli.

Realizzato come importante progetto di riutilizzo di edifici storici, il VUE hotel Pechino comprende un antico complesso trasformato artisticamente negli anni 50 e che mostra ancora oggi le molteplici sfaccettature acquisite nel tempo.

 

 

È qui che scoprirete una serie di giardini paesaggistici, una caffetteria che si affaccia sul vivace trambusto delle strade dell’hutong, un ristorante inserito in un vecchio magazzino, un bar sul caratteristico tetto a pagoda con superba vista sul lago. Ma anche una modernissima palestra e oltre 80 tra camere e suite con giardini privati e vista sul parco o sul lago. Autentico ed innovativo, l’hotel rappresenta il nuovo spirito che anima l’ospitalità cinese di oggi: alla ricerca dell’autenticità storica e desiderosa di innovazione e del lusso declinato in rispetto del passato e confort moderno.

 

 

Un progetto di restyling quello del VUE hotel Pechino a primo impatto non facile ma che lo Studio Ministry of Design ha affrontato con entusiasmo forte della propria preparazione storica e architettonica. Ecco allora rinascere dal complesso storico e dagli edifici di servizio un hotel che pur preservando l’architettura tradizionale è in grado di apportare un twist tutto contemporaneo a iniziare dai colori qui riportati al grigio antracite illuminato da dettagli purple, giallo e blu elettrico per una sferzata di dinamismo nella quiete zen del parco ricco di vegetazione ridondante. Per gli interni si è optato per uno stile prettamente grafico addolcito dall’uso del legno naturale negli spazi per la colazione e reso brillante nel ristorante serale.

 

Qui il soffitto gioca un ruolo importante negli interior grazie ad una struttura a diamante composta da un sistema ad inserti in ottone. Altamente grafiche e lineari anche le suite con servizi, dove il colore scuro è illuminato da neon colorati e illuminazioni nascoste per un gioco a tinte forti e ad alto grado di dinamismo cromatico. Un contrasto riuscito con l’armonia zen degli esterni immersi in boschetti di bambù.

 

www.modonline.com

www.designhotels.com


di Paola Testoni / 8 Novembre 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

The Hoxton apre a Parigi

Apre nel secondo arrondissement l'ultimo nato della catena inglese

hotel di design

[Interior Decoration]

New Age indiana

L’hotel W a Goa fa sua la cultura psichedelica e New Age

Hotel

[Interior Decoration]

Hai portato il ficus?

Un rapporto della Nasa svela quali piante tenere in casa

Lifestyle

[Interior Decoration]

L'hotel più bello di Hong kong

In anteprima il progetto di Foster+Partners per The Murray

Travel

[Interior Decoration]

KIKOiD a Milano

In corso Vittorio Emanuele iI nuovo regno di beauty e del make up

Negozi di design

[Interior Decoration]

Benessere sacro

Un resort a Pushkar, la città santa degli induisti

Travel

[Interior Decoration]

Bar underground a Vienna

The Krypt Bar, da locale jazz anni 50 a cocktail bar contemporaneo

Lounge bar

[Interior Decoration]

Un social club a Shenzhen

10.Creative Drink, un locale tra arte, intrattenimento e business

Lounge bar

[Interior Decoration]

Pink power

Il nuovo coworking di NY che è molto di più di un semplice ufficio

uffici di design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web