ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Ace Hotel London, il design firmato dai giovani talenti

A Londra un hotel dove i creativi inglesi progettano edizioni limitate ad hoc. Who’s Who (and What)?

C’è un hub creativo nel distretto di Shoreditch, a Londra, che si chiama Ace Hotel. Dopo Seattle, Portland, Palm Springs e New York Atelier Ace nel 2013 ha deciso di esportare anche in Uk il suo format. Non si tratta solo di un boutique hotel in stile Sixties, ma di un crocevia culturale in modalità wireless. Mentre ai sei livelli si soggiorna, al meno uno si fa sport e al settimo piano di gode lo skyline, al piano terra si pratica il co-working: qui ci si incontra e ci si confronta, si fa business e tanto design.

Con Ready Made Go, il concorso progettuale giunto quest’anno alla seconda edizione, l’albergo promuove un’idea attiva di ospitalità. In occasione del London design Festival infatti l’Ace presenta sei edizioni limitate firmate da altrettanti progettisti London-based e realizzati ad hoc per l’hotel. Tutte pensate per migliorare la qualità del servizio e mantenere competitiva l’accoglienza nei diversi ambienti: dalla palestra alla lounge, dalle stanze al rooftop.

Anche quest’anno lo staff del gruppo Ace Hotels in collaborazione con la rivista Modern Design Review ha punteggiato le diverse atmosfere con oggetti dal forte tratto autoriale. Da Amorph, i bicchieri imperfetti in vetro borosilicato di Jochen Holz ai Beam, i portasaponette in metallo recuperato dagli scarti di lavorazione industriale di Silo Studio e alle coperte di Faye Toogood che ricordano le armature medievali imbottite da scoprire nelle stanze e nelle suite. Ma anche dalla bacheca nella lobby, per la quale lo studio Kellenberger-White ha studiato un sistema magnetico per lasciare messaggi, alla parete da arrampicata disegnata da Patternity nella zona fitness alle BBQ tiles, con effetto affumicato, di Assemble, un gioco di ombre fumogene che rivestono il bancone del bar.

L’edizione precedente, che ha visto coinvolti i nomi di Philippe Malouin, Studio Vit, Tomas Alonso, Parsha Gerayesh, Marcin Rusak e Hilda Hellström ha vestito l'Ace di nuove maniglie, portaceneri, sgabelli ma anche gioielli e occhiali da acquistare nello shop della lobby.

Sostare in questo luogo, anche per una sera, è un po’ come fare un viaggio nella creatività dei giovani talenti. Qui il bel design qui fa bene e del bene. Soprattutto perché, sempre in occasione della settimana del festival, Ace batte all'asta una selezione dei pezzi donati dai partecipanti di tutte le edizioni di Ready Made to Go e devolve il ricavato all'associazione Maggie's. Il bello che diventa buono. Succede al 100 di Shoreditch High Street.

www.acehotel.com/london

SCOPRI ANCHE:
Dopo l'Ace Hotel New York, il design nel centro di New Orleans


di Paola Carimati / 24 Ottobre 2016
tags:

hotel , Ace Hotel , Londra

CORNER

Speciale Londra collection

[Speciale Londra]

Il Grande Gatsby a Londra

Ori, marmi e velluti per una boutique dove si respira lusso

negozi di design

[Speciale Londra]

Design e Pop Nouveau

De Cotiis espone le sue opere alla Carpenters Workshop Gallery

mostre

[Speciale Londra]

Se il volgare diventa chic

Oltre 500 anni di moda in mostra al Barbican Center di Londra

mostre

[Speciale Londra]

I gioielli di Calder

Una mostra celebra le creazioni preziose dello scultore americano

mostre

[Speciale Londra]

Monolocale d'artista

A Londra un ufficio diventa hub creativo, da scoprire con una mostra

mostre

[Speciale Londra]

Se la moda incontra il design

La moda celebra il celebra design di Zaha Hadid in una mostra

Mostre

[Speciale Londra]

Il LDF 2016 in pillole

La design week 2016 di Londra vista da Elle Decor Italia

London Design Festival 2016

[Speciale Londra]

Londra d'arte

Torna Frieze Art Fair, con eventi e performance in tutta la città

mostre

[Speciale Londra]

Stop Smog

Daan Roosegaarde racconta il suo Smog Free Project

London Design Festival 2016

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web