ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Cosa va di moda? Ce lo spiega una mostra a Londra

Cosa è fashion e cosa è kitsch? Cosa è volgare e cosa è cool? Al Barbican Center The Vulgar: fashion redefined ripensa il concetto di moda

1

La mostra The Vulgar: fashion redefined, tra le mura del Barbican Centre di Londra, esplora il confine della volgarità in oltre 500 anni di moda. (Foto: © Michael Bowles / Getty Images)

Cosa va di moda e cosa è invece solo "volgare"? Potente, provocatoria, decisa, questa parola evoca immagini, idee e sentimenti forti sia per chi la utilizza, sia per chi la ascolta.
E non è un caso che sia proprio questo il nome della mostra The Vulgar: fashion redefined, atta a ridefinire il concetto di moda esplorandone le caratteristiche più dissacranti.

Cosa è di moda e cosa è kitsch? Cosa è volgare e cosa è cool? “Il confine è sottilissimo, e non sempre è facile comprenderlo”, spiega la curatrice della mostra al Barbican Center di Londra Judith Clark, che ha realizzato la mostra in collaborazione con lo psicoanalista Adam Phillips.

Tra i pezzi in mostra, oltre 120 capi risalenti alle più svariate epoche, dal Rinascimento al 21mo secolo, provenienti da collezioni private e dagli archivi dei più storici brandi di moda, come Walter Van Beirendonck, Manolo Blahnik, Christian Dior, Iris van Herpen, Pam Hogg, Marc Jacobs per Louis Vuitton, Stephen Jones, Christian Lacroix, Karl Lagerfeld per Chloé e Chanel, Alexander McQueen per Givenchy, Prada, Jeremy Scott per Moschino, Philip Treacy, Viktor & Rolf e Vivienne Westwood.

Un percorso affascinante, tra abiti di haute couture e prêt-à-porter, gioielli e accessori, manoscritti, fotografie e film che raccontano l’evoluzione del gusto di epoca in epoca.

E più di 500 anni di storia della moda, per affrontare il tema del cambiamento in fatto di gusti e percezioni, e lasciare sempre più spazio a una stravaganza ormai più che sdoganata.

Ne sono un esempio la t-shirt di Vivienne Westwood e Malcolm McLaren con un seno disegnato sopra, o una crinolina del 18esimo secolo di 2,5 metri di larghezza e la gonna elefante di Walter Van Beirendonck.

Tra i temi affrontati, non solo abiti. Interessante anche il focus sul corpo, che può rendere splendido o terribile un capo, e sugli accessori: dalle perle ai velluti, dall’oro ai lustrini. Impreziosiscono o mettono in secondo piano un capo d'abbigliamento?

Un territorio di per sé impegnativo, ma alla fine del percorso, le risposte arrivano.

La mostra è visitabile fino al 5 febbraio 2017.

www.barbican.org.uk

SCOPRI ANCHE:
Scatti di moda in mostra
Kenzo x H&M


di Valentina Mariani / 7 Novembre 2016

CORNER

Speciale Londra collection

[Speciale Londra]

Il Grande Gatsby a Londra

Ori, marmi e velluti per una boutique dove si respira lusso

negozi di design

[Speciale Londra]

Design e Pop Nouveau

De Cotiis espone le sue opere alla Carpenters Workshop Gallery

mostre

[Speciale Londra]

I gioielli di Calder

Una mostra celebra le creazioni preziose dello scultore americano

mostre

[Speciale Londra]

A letto con il design

Giovani talenti all'Ace Hotel London con oggetti belli e funzionali

hotel

[Speciale Londra]

Monolocale d'artista

A Londra un ufficio diventa hub creativo, da scoprire con una mostra

mostre

[Speciale Londra]

Se la moda incontra il design

La moda celebra il celebra design di Zaha Hadid in una mostra

Mostre

[Speciale Londra]

Il LDF 2016 in pillole

La design week 2016 di Londra vista da Elle Decor Italia

London Design Festival 2016

[Speciale Londra]

Londra d'arte

Torna Frieze Art Fair, con eventi e performance in tutta la città

mostre

[Speciale Londra]

Stop Smog

Daan Roosegaarde racconta il suo Smog Free Project

London Design Festival 2016

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web