ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Una mostra su Jaime Hayon per 10 anni di anniversario

Il designer spagnolo racconta la collaborazione con BD Barcelona durante il London Design Festival 2016

Jaime Hayon portrait_2

Jaime Hayon, l'artista e designer che da oltre dieci anni collabora con BD Barcelona. Per l'occasione, il brand gli dedica una mostra, “10 Years with Jaime Hayon”, che vuole celebrare gli oggetti creati insieme, e che sarà ospitata all'interno del nuovo show-room, al n.12-14 di Berry Street, nel cuore del Clerkenwell Design District. 

Lui, Jaime Hayon, è tra i designer più in voga nel panorama dell'interior decoration dell'ultimo decennio. Famoso per il suo obiettivo, ben riuscito, di eliminare il confine tra arte, decorazione e design, ha progettato per grandi brand come Hansen, Magis, Established & Sons, Bisazza, Bernhardt Design, Ceccotti e BD Barcelona, solo per citarne alcuni.

La collaborazione con quest'ultimo - che supera il decennio -, diventa occasione, per BD Barcellona, di dedicare al creativo la retrospettiva '10 Years with Jaime Hayon'.Ospitata all'interno del nuovo show-room - al n.12-14 di Berry Street, nel cuore del Clerkenwell Design District -, ha lo scopo di raccontare e celebrare gli oggetti creati insieme.

Nella foto: gli interni della mostra dedicata a Jaime Hayon, al n.12-14 di Berry Street, nel cuore del Clerkenwell Design District, visitabile durante London Design Festival 2016

Noi lo abbiamo incontrato e ci ha raccontato il suo lavoro di ieri e di oggi, e le idee per il futuro.

Una retrospettiva sul tuo lavoro con BD Barcelona. Come è stata l'esperienza di lavorare con un brand che è cresciuto esponenzialmente, in questi ultimo dieci anni?
Siamo cresciuti insieme. E la 'Showtime Collection', in esposizione, è stato un bel colpo per la mia carriera nel design degli arredi. BD, ha scommesso su di me, che allora ero un talento giovane. È stata un'avventura, che si è rivelata un viaggio magico alla scoperta del mondo che amo, e dentro il quale continuo ad evolvermi.

Quali sono i tuoi pezzi preferiti?
Una è la poltrona Showtime, ovvero una sedia con un cappuccio. Ho lavorato a quest'idea per parecchio tempo, in un posto dove potessi avere un po' di privacy. Per realizzarla, mi sono ispirato ai mobili antichi in vimini. Questo pezzo, è stato il punto di partenza di una nuova era di oggetti, per me, che parlavano al pubblico con una nuova lingua. Un altro oggetto iconico è la cassettiera multi-age, ispirata da un'installazione artistica chiamata Mon Cirque.

Nella foto: la poltrona Showtime disegnata da Jaime Hayon, in mostra al n.12-14 di Berry Street, nel cuore del Clerkenwell Design District, durante London Design Festival 2016

Passi dalle sedie alle ceramiche. È complicato, secondo te, lavorare con tecniche e materiali sempre differenti e spesso opposti tra loro?
Adoro questa parte del mio lavoro. E non so se amo di più realizzare opere d'arte o lavorare nel design degli interni. Ho bisogno di sentirmi libero, di muovermi tra un capo e l'altro della matassa, sperimentare. E mi accorgo che solo così riesco ad imparare sempre qualcosa di nuovo.

Nella foto: i tavolini da caffè a forma di scimmia disegnati da Jaime Hayon, in mostra al n.12-14 di Berry Street, nel cuore del Clerkenwell Design District, durante London Design Festival 2016
Hai iniziato il tuo lavoro nel 2000. 16 anni dopo, quali sono le differenze nel mondo del design?
Certamente la democratizzazione del design. Il design non è più qualcosa destinato a pochi, ma si è aperto al mondo e le regole del gioco sono cambiate. Le nuove tecnologie e la sperimentazione nei materiali hanno reso possibile ciò che dieci anni fa non si immaginava nemmeno sarebbe arrivato. Oltretutto, c'è anche una forte identificazione con gli oggetti da parte delle persone, che tendono a preferire prodotti particolari e vivaci a quelli omologati e da grande magazzino. Lo scenario è cambiato in ogni ambito, non solo nel design. Il design è un riflesso di questo fenomeno.

Nella foto: gli interni della mostra dedicata a Jaime Hayon durante London Design Festival 2016

Progetti per il futuro?
Continuare così. Anche perché il futuro per me è adesso. Sto lavorando a parecchi progetti interessanti, tra cui una speciale commissione artistica e un progetto di design degli interni. Non sono un grande pianificatore, preferisco fare. Dunque, accolgo quel che arriva con entusiasmo.

Le più recenti notizie relative al Regno Unito parlano di Brexit. Secondo te, cosa accadrà nel design?
Vorrei tanto saperlo... Ma non ne ho idea. Spero che il futuro resti roseo, e che non accada nulla di negativo nel futuro del design, che credo prenda forma in base a ciò che noi siamo in grado di creare con esso. Ultimamente, qui, c'è una forte tendenza a parlare di sostenibilità, e questo tema mi appassiona tantissimo. Spero che tutto ciò rimanga, e il design si rafforzi, anziché indebolirsi.

http://www.hayonstudio.com/
http://bdbarcelona.com
SCOPRI ANCHE:

Simone Du Bois racconta Decorex 2016 kermesse sull'interior design
Come fare per non perdersi alla London design week 2017 le 7 installazioni Landmark Projects
Il primo London Design festival dopo il voto pro Brexit


di Valentina Mariani / 22 Settembre 2016

CORNER

Speciale Londra collection

[Speciale Londra]

Il Grande Gatsby a Londra

Ori, marmi e velluti per una boutique dove si respira lusso

negozi di design

[Speciale Londra]

Design e Pop Nouveau

De Cotiis espone le sue opere alla Carpenters Workshop Gallery

mostre

[Speciale Londra]

Se il volgare diventa chic

Oltre 500 anni di moda in mostra al Barbican Center di Londra

mostre

[Speciale Londra]

I gioielli di Calder

Una mostra celebra le creazioni preziose dello scultore americano

mostre

[Speciale Londra]

A letto con il design

Giovani talenti all'Ace Hotel London con oggetti belli e funzionali

hotel

[Speciale Londra]

Monolocale d'artista

A Londra un ufficio diventa hub creativo, da scoprire con una mostra

mostre

[Speciale Londra]

Se la moda incontra il design

La moda celebra il celebra design di Zaha Hadid in una mostra

Mostre

[Speciale Londra]

Il LDF 2016 in pillole

La design week 2016 di Londra vista da Elle Decor Italia

London Design Festival 2016

[Speciale Londra]

Londra d'arte

Torna Frieze Art Fair, con eventi e performance in tutta la città

mostre

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web