ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Vintage? Svelata la location dove i veri intenditori lo comprano

Domenica in scena Antiques Anonymous, un flea market per veri addicted

vintage-antiquariato-antiques-anonymous-londra

L’ultima giornata del London Design Festival 2017 (24 settembre) riserva a tutti gli instancabili esploratori dei mercatini delle pulci un’imperdibile sorpresa, ovvero la prima edizione dell’Antiques Anonymous in Church Street, un esclusivo flea market con le preziose proposte vintage di un centinaio tra le più interessanti realtà specializzate della capitale britannica.

 

Per gli appassionati d’antiquariato più gelosi probabilmente la prima regola sarà “non parlate mai a nessuno dell’Antiques Anonymous”, mentre la seconda “non dovete parlare mai a nessuno dell’Antiques Anonymous”. In ogni caso sarà comunque difficile non incrociare altri agguerriti addicted, per nulla intenzionati a smettere con la dipendenza da bellezza d’antan.

 

Nella speranza di trasformare Church Street nell’ultimo avamposto della creatività timeless e di rendere questo frizzante esordio un appuntamento fisso all’ombra del Big Ben, daranno il meglio di sé, offrendo seducenti proposte rétro di moda vintage, arte e design per tutte le tasche, i circa 70 commercianti “ossessionati” dai capolavori con un vissuto che abitano gli spazi del Alfies Antiques Market:una vera oasi urbana dell’antiquariato e del modernariato, nascosta dietro alle pareti di un grande department store (www.alfiesantiques.com).

 

Accanto a questi, dalle 11 del mattino fino all’ora del tè, anche altre boutique di Church Street nate all’interno dell’Alfies, come ad esempio James Worrall (www.jamesworrall.com), Young & Son (www.youngandson.com) o Les Trois Garçons (www.lestroisgarcons.com). A impreziosire il tutto, non mancherà nemmeno lo stand di Retrouvius, con lo charme unico degli “oggetti salvati” dai progettisti Adam Hills and Maria Speake (www.retrouvius.com).

 

Per recuperare le forze e trovare nuove ispirazioni, golose proposte di street food e mostre pop-up. Non rimane, quindi, che prepararsi a scatenare la propria dipendenza da vintage sperando che la terapia retail in Church Street funzioni.

 

www.antiquesanonymous.london

LEGGI ANCHE:

Biennale dell'antiquariato di Firenze, si arriva agli anni '80


di Francesco Marchesi / 23 Settembre 2017

CORNER

Speciale Londra collection

[Speciale Londra]

I 5 tavoli più cool di Londra

5 pezzi bellissimi e fatti a mano visti al London Design Festival

Oggetti di Design

[Speciale Londra]

London is Friezing

Tutto il meglio della fiera d'arte più irriverente della città

London Design Week 2017

[Speciale Londra]

5 sedie di cui innamorarsi

Le più belle sedute presentate al London Design Festival 2017

London Design Week 2017

[Speciale Londra]

Tutta la magia di Rose Uniacke

La vincitrice del premio Best Stand a PAD London 2017 si racconta

London Design Week 2017

[Speciale Londra]

Il design è emozionale

Cinque oggetti di design presentati al London Design Festival

London Design Week 2017

[Speciale Londra]

I TOP 21 oggetti della LDF 2017

Alla scoperta dei designer emergenti a Londra

London Design Week 2017

[Speciale Londra]

Tutto su Designjunction

Will Sorrel ci fa da guida nella kermesse in scena a King's Cross

London Design Week 2017

[Speciale Londra]

Design Italiano, I love you

Il meglio del Made in Italy da non perdere al London Design Festival

London Design Week 2017

[Speciale Londra]

A Londra la lirica è pop

Una mostra al V&Al ripercorre quattro secoli di opera

mostre

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web