ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Bernardino Luini in mostra

Piero Lissoni racconta l'allestimento a Palazzo Reale + VIDEO

Questo Salone per Piero Lissoni segna un debutto importante: il primo allestimento per una grande mostra. È quella dedicata a Bernardino Luini, pittore illustre del ’500 lombardo, e ai suoi figli.

Quasi 200 opere, e una sede che più importante non si può: Palazzo Reale. Incontriamo Lissoni nel suo studio. Buongiorno Piero.

Com’è stato affrontare questo progetto? I veri ideatori della mostra sono i curatori (Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa, ndr), io ho solo seguito la loro partitura. Di mio ci ho messo la chiarezza, il silenzio. E l’idea di presentare un pittore rinascimentale come se fosse un artista contemporaneo.

Sarebbe a dire?
Ho rispettato il palazzo, ma l’ho usato come un contesto di altro tipo: nessun quadro è attaccato alle pareti originali ma a grandi pannelli il cui spessore, tagliato a 45°, scompare. Come dei fogli enormi. Poi ci sono allestimenti come quello per le lunette con i ritratti degli Sforza dipinte da Bernardino per la Casa degli Atellani, oggi alla Pinacoteca del Castello Sforzesco. Uno spazio virtuale, suggerito, che richiama quello originale.

Come si è sviluppato il progetto?
Ci lavoriamo da due anni. Ho avuto contributi importanti da mondi differenti: il Salone del Mobile, Ford Italia, e una serie di sponsor tecnici. Come Flos, che ha realizzato appositamente – e con grande generosità – l’impianto di illuminazione. O Cassina, che mi ha dato tutte le sedute (non ho voluto niente di mio, solo pezzi di Le Corbusier). Poi ho avuto grande aiuto da parte delle istituzioni: non è scontato, anzi. Senza persone un po’ visionarie si blocca tutto.

Prima hai parlato di generosità: per questo progetto non hai chiesto nessun compenso...
In questa città ci vivo. Nel bene, nel male. Credo che mi dia alcune cose molto importanti, ho voluto dare qualcosa in cambio. Non sento di aver lavorato gratis.

Info: Bernardino Luini e i suoi figli
Palazzo Reale, dal 10/4 al 13/7
www.mostraluini.it


di Ruben Modigliani / 7 Aprile 2014

CORNER

Magazine collection

[Magazine]

Nuovi punti di vista

Febbraio 2017 di Elle Decor Italia + eMag italiano e inglese

Design

[Magazine]

Il caffè diventa protagonista

La caffetteria Stage e la dimensione teatrale del food experience

Lounge bar

[Magazine]

Il mobile bar contemporaneo

Tre versioni personalizzate di bar carts create da celebri barman

Arredi di design

[Magazine]

Il giardino delle meraviglie

A Ginevra il nuovo spazio Ladurée ideato da India Mahdavi

lounge bar

[Magazine]

Musica maestro

Niente più docce noiose con il nuovo speaker di design di Grohe

Design e wellness

[Magazine]

Artigianato che passione

Una storia lunga secoli di fatto a mano in mostra a Vienna

mostre

[Magazine]

Un viaggio nella luce

Spettri e arcobaleni da Tokyo con la magia di Tokujin Yoshioka

mostre

[Magazine]

Il parlamento galleggiante

Una proposta radicale per la Camera dei Comuni e quella dei Lord

Progetti

[Magazine]

Hot & Cold

Dicembre 2016 / Gennaio 2017 di Elle Decor Italia + eMag italiano e inglese

Design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web