ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Una scuola di musica a Milano

Una casa dell'800 trasformata in sede della Fondazione Pasquinelli

Milano ha una nuova scuola e un nuovo progetto per il sociale. Per fare musica insieme divertendosi, come recita uno dei caposaldi di El Sistema: il modello di insegnamento ideato in Venezuela 40 anni fa dall'economista e musicista José Antonio Abreu per avvicinare i ragazzi alla musica e allontanarli dalle strade. A volere fortemente la nascita della sede, situata in corso Magenta 42, è stata Giuseppina Antognini.

È lei, compagna di vita del pianista e imprenditore Francesco Pasquinelli, che con passione e determinazione ha dato vita alla fondazione che da lui prende il nome. Sempre lei ha commissionato all'architetto Daniela Volpi il restauro dell'appartamento di 700 mq in cui Pasquinelli era nato nel 1922, dando una casa alla PYO - Pasquinelli Young Orchestra e alle attività didattiche del Sistema delle orchestre giovanili in Lombardia. Inaugurata da poco, con un intervento di ristrutturazione rispettoso e allo stesso tempo moderno, la sede è aperta e accessibile a tutti.

I lavori di restauro, impegnativi, sono durati più di un anno. Il cantiere - racconta l'architetto Volpi – è stato complesso sia per le dimensioni che per gli interventi strutturali e la progettazione acustica. L'idea alla base della ristrutturazione è stata quella di mantenere la memoria storica dell'edificio ottocentesco valorizzando cassettonati, finestre e porte esistenti inserendo allo stesso tempo elementi di grande contemporaneità.

Entrare nell'appartamento è un'esperienza. Soprattutto se si ha la fortuna di assistere alle prove dei giovani musicisti della PYO la cui età va dagli otto ai 12 anni. Vederli muoversi tra i corridoi sotto un soffitto di luci che sembrano stelle, suonare nella sala delle prove o nelle colorate stanze dove si studia musica è coinvolgente ed emozionante. Merito anche dell'intervento di architettura – un equilibrio perfetto tra tradizione e invenzione – e della scelta degli arredi, molti di design come le Lounge Chair  di Charles e Ray Eames del 1956 scelte per la sala d'ascolto della musica.

www.fondazionepasquinelli.org


di Alessandro Valenti / 25 Gennaio 2014

CORNER

Magazine collection

[Magazine]

Luci sul canale

La rassegna di Light Art illumina il centro di Amsterdam

Natale

[Magazine]

Ricordando Caccia Dominioni

Sulle tracce di uno dei più eleganti progettisti dei nostri tempi

notizie

[Magazine]

Nuovi Scenari

Novembre 2016 di Elle Decor Italia + eMag italiano e inglese

Design

[Magazine]

3 luoghi di culto insieme

Chiesa, moschea e sinagoga in un unico allestimento a Parigi

Allestimenti

[Magazine]

Una notte in prigione. Per cena

Dal carcere di Torino, una storia di cibo e di architettura

interviste

[Magazine]

Il design è un gioco collettivo

A Melbourne, tavoli da ping pong in cemento per la socialità

arredi outdoor

[Magazine]

Extraordinary Design

Ottobre 2016 di Elle Decor Italia + Elle Decor Contract Book

In edicola

[Magazine]

Storie di vetri e di design

La Fondazione Cini di Venezia dedica una mostra a Paolo Venini

mostre

[Magazine]

L'art de vivre a 12 mani

Peter Marino e India Mahdavi tra gli autori della prima linea casa Dior

accessori di design

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web