ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il design di Garth Roberts

Intervista al designer canadese che vive e lavora tra Toronto, Berlino e Milano

Canadese di origine, un diploma alla Carleton University e un percorso professionale che si dipana tra Toronto, Berlino e Milano. Garth Roberts è un tipo simpatico, alla mano, non dichiara la sua età, ma la sua idea di progetto sì. Ecco cosa ha raccontato a Elle Decor Italia.

Design è...
Un concetto, credo, universalmente condiviso: ovvero per me il design è un mezzo per rappresentare un punto di vista, uno strumento che dà forma a un’interpretazione. Credo che lo scopo di questa disciplina non sia solo risolvere un problema, ma rendere un’idea possibile. Quindi tutto ciò che è dichiarato in modo chiaro e accessibile al grande pubblico è codificabile come Good Design.

Qual è il tuo materiale preferito?
Non credo esista un materiale preferito anche se cuoio e pelle sono nella mia wish list. Credo piuttosto che il materiale sia il mezzo che consente all'oggetto di dialogare con il contesto, il mondo che deve accoglierlo.

Perché hai deciso di fare il designer?
Non ho deciso di diventare un designer, è successo... A un certo punto mi sono trovato a progettare. L’idea di trasformare un piacere in professione è arrivata più tardi, quando ho capito che mi divertivo. Con ritmi che sono solo miei: mi sveglio molto presto al mattino per sfruttare al meglio la luce del sole che sorge e raccogliere i pensieri da sviluppare. Mi piace ragionare con calma.

Cosa ci racconti dei tuoi lavori?
I miei progetti nascono dagli incontri. Quello con Lorenzo Arosio, titolare di Glas Italia per esempio, dal quale è nato Quake. La forma scultorea del tavolo è frutto di una riflessione sul concetto di dinamismo, ovvero: il vetro è tutt'altro che un materiale statico. Da qui la forma scomposta di Quake. 

E di quelli più recenti?
Che la mensola/libreria Color Fall disegnata per Casamania è un pezzo che trae la sua forza espressiva dal colore: la scansione lineare e cromatica trasforma i piani del mobile in uno spazio optical. Il colore è protagonista anche del foulard Cyclical per la mostra collettiva Vélo Velo. Diverso il lavoro condotto con Mabeo Furniture, realtà imprenditoriale del Botswana, attenta ai rapporti interpersonali, all’identità culturale e alla sostenibilità, con la quale collaboro da 4 anni. Mi piace confrontarmi con Peter Mabeo (il titolare), ride alle mie battute. Con lui ho imparato il mestiere degli artigiani locali ed esplorato le potenzialità espressive dei legni africani, riletti con gli occhi di un occidentale. Il risultato è una collezione di pezzi onestamente belli.


di Paola Carimati / 11 Luglio 2014

CORNER

Magazine collection

[Magazine]

Luci sul canale

La rassegna di Light Art illumina il centro di Amsterdam

Natale

[Magazine]

Ricordando Caccia Dominioni

Sulle tracce di uno dei più eleganti progettisti dei nostri tempi

notizie

[Magazine]

Nuovi Scenari

Novembre 2016 di Elle Decor Italia + eMag italiano e inglese

Design

[Magazine]

3 luoghi di culto insieme

Chiesa, moschea e sinagoga in un unico allestimento a Parigi

Allestimenti

[Magazine]

Una notte in prigione. Per cena

Dal carcere di Torino, una storia di cibo e di architettura

interviste

[Magazine]

Il design è un gioco collettivo

A Melbourne, tavoli da ping pong in cemento per la socialità

arredi outdoor

[Magazine]

Extraordinary Design

Ottobre 2016 di Elle Decor Italia + Elle Decor Contract Book

In edicola

[Magazine]

Storie di vetri e di design

La Fondazione Cini di Venezia dedica una mostra a Paolo Venini

mostre

[Magazine]

L'art de vivre a 12 mani

Peter Marino e India Mahdavi tra gli autori della prima linea casa Dior

accessori di design

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web