ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

L'Hotel Point Yamu a Phuket

Il resort disegnato da Paola Navone in Thailandia

L’incontro di Paola Navone con il mondo dell’hôtellerie d’eccellenza non poteva essere più entusiasmante. Per la committenza, Como Hotels and Resorts, brand di Singapore guidato dalla straordinaria personalità di Christina Ong - già artefice del successo della moda occidentale in Asia -, e per l’opportunità di lavorare allo stesso tempo su due progetti, uno a Miami e l’altro in Thailandia.

“È stata, ed è ancora, una bella avventura”, ci racconta l’architetto Navone. “È divertente progettare hotel, puoi disegnare tutto, inventare storie, immaginare palcoscenici per momenti di vita felici. Per fortuna i valori del brand mi corrispondono, credo anch’io che il rispetto e la valorizzazione dell’ambiente naturale e culturale in cui l’hotel si trova possano determinare un percorso sempre nuovo e stimolante, apprezzo l’arte dell’accoglienza thailandese, condivido l’idea di considerare la Spa come il cuore dell’hotel. Ritornare in Asia, dopo averci vissuto e lavorato tanti anni, è stato come tornare a casa. Dei thailandesi mi piace tutto: la loro dolcezza, il saper fare artigianale diffuso, unico e prezioso, mi viene facile interagire con loro. Il progetto dell’hotel Point Yamu è frutto di un avvincente scouting della produzione locale: nel Nord del Paese ho scoperto artigiani dalla vena artistica che hanno creato lampadari-merletto e piccole fabbriche di ceramica in grado di dare forma ai miei disegni partendo da mattoncini forati smaltati di bianco. Tutti hanno lavorato con tenacia, mostrando stupore ed entusiasmo quando hanno visto il risultato finale. Sono certa che dopo queste esperienze cresceranno ancora, più forti e consapevoli. Ricordo l’incontro in una piccola bottega con un falegname che tagliava cubetti di teak da usare per cornici di specchi, e la sua imperturbabilità quando gli ho chiesto di tagliare 9 milioni di pezzi per coprire due pareti del padiglione d’ingresso, di 70 mq l’una. Per lui decisamente un bel salto di scala”.

A Paola piace lavorare sulle texture, che nell’hotel sono tantissime, fatte di sassi, blocchetti in ceramica, materiali diversi intrecciati come nelle ceste delle aragoste, reti di metallo a vestire i rigidi volumi preesistenti. E anche sui colori, dal turchese, che ha rinnovato l’immagine delle piastrelle in ceramica molto in uso nel Paese, all’arancio, dipinto sui tavoli e sulle poltroncine presenti in tutte le case nel più classico marrone, fino alle cementine, nella tradizione colorate di rosso e giallo che invece, in grigio e bianco, assumono un aspetto inedito. Un piccolo paradiso, il Point Yamu, su una penisola silenziosa a est di Phuket, con vista sul mare delle Andamane.

Un rifugio allegro e colorato, con spazi enormi, come le camere, i corridoi e i salotti, la piscina lunga 100 metri, giardini tropicali e vie d’acqua, e i due ristoranti, uno italiano e l’altro thai, uniti dalla vocazione bio. L’atmosfera vibra di suggestioni, la luce naturale acceca al tramonto e rilassa attraverso gli intrecci in materiali diversi, il personale trasmette grazia e bellezza, l’estetica si nutre di tradizioni orientali e design italiano.

Info: www.comohotels.com/pointyamu


di Rosaria Zucconi / 22 Gennaio 2014

CORNER

Magazine collection

[Magazine]

Case prêt-à-porter

Case prefabbricate d'autore da ordinare e ricevere a domicilio

Case prefabbricate

[Magazine]

Nuovi punti di vista

Febbraio 2017 di Elle Decor Italia + eMag italiano e inglese

Design

[Magazine]

Il caffè diventa protagonista

La caffetteria Stage e la dimensione teatrale del food experience

Lounge bar

[Magazine]

Il mobile bar contemporaneo

Tre versioni personalizzate di bar carts create da celebri barman

Arredi di design

[Magazine]

Il giardino delle meraviglie

A Ginevra il nuovo spazio Ladurée ideato da India Mahdavi

lounge bar

[Magazine]

Musica maestro

Niente più docce noiose con il nuovo speaker di design di Grohe

Design e wellness

[Magazine]

Artigianato che passione

Una storia lunga secoli di fatto a mano in mostra a Vienna

mostre

[Magazine]

Un viaggio nella luce

Spettri e arcobaleni da Tokyo con la magia di Tokujin Yoshioka

mostre

[Magazine]

Il parlamento galleggiante

Una proposta radicale per la Camera dei Comuni e quella dei Lord

Progetti

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web