ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Intervista a Davide Oldani

Il progetto del cibo secondo lo Chef, ambasciatore di Expo 2015, docente del master universitario in Food Design di Iulm e Spd

La notizia è il master Food Design presentato da due scuole universitarie milanesi (Iulm e Spd) che prenderà il via il 30 marzo 2015 in occasione di Expo 2015. Si tratta di un'esperienza didattica tutta italiana pensata per formare una nuova generazione di professionisti (designer e manager) con competenze multidisciplinari. 11 i moduli didattici previsti, 580 le ore di lezione, 480 quelle di stage e 1 corpo docente che coinvolge nel ruolo di insegnante, professionisti di diversa natura: designer, giornalisti, manager, chef... Tra i quali spicca il nome di Davide Oldani.

Per chi ancora non lo sapesse, Davide Oldani non è solo uno chef stellato prestato al design (sua la collezione di piatti in melamina I.D.Ish by D'O firmati per Kartell), ma soprattutto un innovatore che ha progettato un modello di cucina alternativa, semplice e accessibile, di qualità e creativa. In una parola: pop. D'O, il suo ristorante a San Pietro all'Olmo (a Cornaredo, provincia di MI), non è solo il fortino che custodisce i segreti della Cipolla Caramellata, il piatto che lo ha reso celebre nel mondo, ma soprattutto il luogo prescelto per divulgare, carezzandoci il palato, il pensiero alla base del suo modo di scegliere e accostare ingredienti (tutti di origine controllata) e fare ristorazione. Ovvero: proteggere e salvaguardare gli alimenti della nostra tradizione.

In questo sta l'eccellenza del suo lavoro, eccellenza che gli è valsa il ruolo di ambasciatore della cucina italiana di Expo 2015 (insieme a Carlo Cracco, Ugo Alciati, Enrico Bartolini, Cesare Battisti, Ernst Knam, Moreno Cedroni e Pietro Leemann). E proprio per Expo Davide ha rivisto il tradizionale risotto alla milanese e afferma «la mia città mi piace pensarla con i suoi sapori e i suoi colori: per questo ho voluto dedicarle un piatto semplice, ma invitante. Legato alla sua storia nella sostanza, ma aperto al cambiamento nel modo in cui si offre all’ospite». Zafferano e Riso è il nome del piatto sul quale la spezia disegna un cerchio, simbolo di «un percorso che non finisce mai, ma ricomincia sempre. È questo il mio modo di concepire la convivenza fra gli ingredienti, che si equilibrano nei contrasti, che hanno ciascuno un proprio carattere ma si armonizzano nel palato e si rinnovano, di continuo, in sempre nuovi abbinamenti». Come tutte le culture che per i prossimi sei mesi convivranno a Milano. «Dedico questo piatto alla mia città» chiude Oldani «con l’augurio che Expo sia l’occasione per unire le differenze in un progetto comune».

Info:
www.cucinapop.do
www.masterfoodesign.com

Ricetta ZAFFERANO E RISO alla MILANESE D'O EXPO 2015
Ingredienti per 4 persone

Per la cottura del riso
320 g di riso Carnaroli stagionato
1,5 l di acqua calda e salata
100 g di burro dolce
80 g di Grana Padano Riserva D’O grattugiato
10 ml di aceto di vino bianco
Sale fino
Scorza di mezzo limone

Per la salsa di zafferano
100 ml di acqua
5 g di maizena diluita in 3 ml di acqua fredda
1 g di zafferano in pistilli
1 g di sale fino
1 g di zucchero Zefiro

Per la cottura del riso
In una casseruola fate tostare il riso, bagnate poco per volta con l’acqua salata e portate a cottura. Togliete poi dal fuoco, mantecate aggiungendo il burro, il Grana Padano, l’aceto e il sale tenendolo cremoso e la scorza grattuggiata di mezzo limone

Per la salsa di zafferano
Fate bollire in un pentolino l’acqua, legate con la maizeina diluita, aggiungete il sale e lo zucchero, togliete dal fuoco e fate intiepidire fino a 70°. Successivamente unite lo zafferano lasciando in infusione

Per la finitura
Stendete il riso su un piatto piano e versate a spirale la salsa di zafferano


di Paola Carimati / 16 Gennaio 2015

CORNER

Magazine collection

[Magazine]

Luci sul canale

La rassegna di Light Art illumina il centro di Amsterdam

Natale

[Magazine]

Ricordando Caccia Dominioni

Sulle tracce di uno dei più eleganti progettisti dei nostri tempi

notizie

[Magazine]

Nuovi Scenari

Novembre 2016 di Elle Decor Italia + eMag italiano e inglese

Design

[Magazine]

3 luoghi di culto insieme

Chiesa, moschea e sinagoga in un unico allestimento a Parigi

Allestimenti

[Magazine]

Una notte in prigione. Per cena

Dal carcere di Torino, una storia di cibo e di architettura

interviste

[Magazine]

Il design è un gioco collettivo

A Melbourne, tavoli da ping pong in cemento per la socialità

arredi outdoor

[Magazine]

Extraordinary Design

Ottobre 2016 di Elle Decor Italia + Elle Decor Contract Book

In edicola

[Magazine]

Storie di vetri e di design

La Fondazione Cini di Venezia dedica una mostra a Paolo Venini

mostre

[Magazine]

L'art de vivre a 12 mani

Peter Marino e India Mahdavi tra gli autori della prima linea casa Dior

accessori di design

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web