ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Salvatore Ferragamo: new opening a Beverly Hills

Atmosfera anni '30 per la nuova boutique californiana del celebre shoe designer. Un progetto tailor made firmato dal newyorchese Studio Sofield

Foto d’archivio: un uomo bruno è chino su un tappeto singolare. A comporlo, l’una accanto all’altra, decine di forme da scarpa in legno. Su ciascuna un nome: Greta Garbo, Lauren Bacall, Rita Hayworth, Audrey Hepburn, Duchessa di Windsor, Sua Altezza Reale Maria José… L’uomo è Salvatore Ferragamo e ai suoi piedi — in un’impronta — il ricordo tangibile delle tante celebrità che hanno indossato le sue creazioni su misura.

L’avventura del ragazzino del Sud che ha conquistato l’America e poi, non ancora trentenne, è tornato in patria scegliendo Firenze come quartier generale, riparte oggi, un secolo dopo, sulla medesima rotta. A Beverly Hills, poco distante dal primo negozio aperto a Los Angeles nel 1923, nasce la nuova boutique californiana Ferragamo. Un progetto tailor made firmato dal newyorchese Studio Sofield, che ricostruisce con attenzione filologica e sintonia di valori un mondo scintillante e concreto, dove creatività e qualità tendono all’assoluto.

«L’idea di uno spazio storicamente coerente, lussuoso ma sobrio, in grado di testimoniare il legame tra il Calzolaio delle Stelle e Hollywood, è il concetto che ha guidato l’opera», afferma William Sofield. Lungo la strada costeggiata dalle palme, le vetrine hanno cornici di marmo e travertino. Gli interni vestono l’eleganza serena delle tinte neutre: crema, avorio e beige assecondano le linee curve di arredi ispirati all’Art Déco. «Un’epoca tra le meno saccheggiate dall’interior design. Stretta tra due guerre e la grande crisi, si è spogliata del superfluo, arricchendosi però di inventiva e senso pratico. Ho ripercorso il cammino di Ferragamo in quegli anni e mi sono ispirato alla sua ricerca di materiali alternativi, alle combinazioni sorprendenti tra quelli più poveri e i più preziosi». Pelli trapuntate e cristalli di rocca, lacche, foglie d’argento e ora acquistano interesse, dentro il negozio, nell’intreccio con paglia, alluminio, sughero. Il pensiero corre a zeppe ortopediche e sandali in nylon, architetture anatomiche ideate dal patron del brand. «Ammiro l’innovazione tecnologica», conclude il designer, «e la capacità di anticipare i tempi». Due passi avanti, almeno. — Salvatore Ferragamo, 357 North Rodeo Drive, Beverly Hills

SCOPRI ANCHE:

Chanel: temporary shop a Roma
Un nuovo indirizzo di moda a Milano: il flagship store di Marni
Acne: flagship store a Seul


di Flavia Giorgi / 10 Novembre 2015

CORNER

Magazine collection

[Magazine]

Luci sul canale

La rassegna di Light Art illumina il centro di Amsterdam

Natale

[Magazine]

Ricordando Caccia Dominioni

Sulle tracce di uno dei più eleganti progettisti dei nostri tempi

notizie

[Magazine]

Nuovi Scenari

Novembre 2016 di Elle Decor Italia + eMag italiano e inglese

Design

[Magazine]

3 luoghi di culto insieme

Chiesa, moschea e sinagoga in un unico allestimento a Parigi

Allestimenti

[Magazine]

Una notte in prigione. Per cena

Dal carcere di Torino, una storia di cibo e di architettura

interviste

[Magazine]

Il design è un gioco collettivo

A Melbourne, tavoli da ping pong in cemento per la socialità

arredi outdoor

[Magazine]

Extraordinary Design

Ottobre 2016 di Elle Decor Italia + Elle Decor Contract Book

In edicola

[Magazine]

Storie di vetri e di design

La Fondazione Cini di Venezia dedica una mostra a Paolo Venini

mostre

[Magazine]

L'art de vivre a 12 mani

Peter Marino e India Mahdavi tra gli autori della prima linea casa Dior

accessori di design

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web