ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

News

di Redazione Elledecor.it

Il diario quotidiano di Elledecor.it tenuto dalla redazione. Per scoprire anteprime, protagonisti e tendenze del mondo del design, del progetto e degli interni. Un appuntamento fisso per essere aggiornati sulle ultime novità in fatto di arredi e interior design, un'occasione unica per fotografare in tempo reale quanto succede intorno alla parola casa e alle sue nuove declinazioni.

13 Settembre 2017

Firenze chiede aiuto ai creativi, un bando per le barriere antiterrorismo

Il Comune lancia il bando #Florencecalling, "Una chiamata alle Arti" contro il terrore rivolta a designer e architetti, ma anche a scuole e aziende

florencecalling-bando-firenze-barriere-antiterrorismo

Sappiamo già che contro il terrorismo e in nome della sicurezza non possiamo rinunciare alle nostre libertà fondamentali. Ma possiamo rinunciare alla bellezza? La questione è stata posta all'indomani degli attentati di Barcellona dall'architetto del bosco verticale Stefano Boeri, quando con un post su Facebook, poi ripreso dal Corriere, proponeva di sostituire le jersey barrier (barriere anti terrorismo in cemento) con alberi e fioriere esteticamente più gradevoli (leggi anche → Hai detto New Jersey?).

Adesso quella proposta è stata ufficialmente accolta dal Comune di Firenze che il 6 settembre ha lanciato il bando #Florencecalling, "chiamata alle Arti". L’avviso indìce una consultazione internazionale rivolta ai creativi di tutto il mondo (anche ad aziende e scuole) per ideare nuovi sistemi di difesa passiva che proteggano gli obiettivi sensibili della città senza comprometterne “la qualità estetica e sociale”. 

Il bando Florencecalling invita a progettare veri e propri “dissuasori smart” che garantiscano la sicurezza senza blindare la città. Tra le altre cose, nella chiamata alle Arti si dice che i progetti devono poter operare come “elementi utili di arredo urbano”, “offrire, la possibilità di ospitare alberi, piante e componenti vegetali”, “essere pensati in relazione a specifiche tipologie di spazio urbano, in modo da non ostacolare la visione dei monumenti storici e anzi da rendere più accoglienti e vitali alcuni luoghi di Firenze individuando ad esempio nuove “stanze urbane”. E ancora: è meglio se sono pensati come elementi rimovibili e modulari (o assemblabili) e se naturalmente non costano troppo.

La Consultazione pubblica (che trovate qui) avrà una durata di 21 giorni a partire dalla data di pubblicazione. Per partecipare bisogna inviare degli elaborati (al massimo 5) più un breve testo esplicativo, meglio se tradotti anche in inglese, con un preventivo dei costi e un’indicazione, non solo di strutture, materiali, eventuali essenze e dispositivi informatici, ma anche una visualizzazione del posizionamento ottimale (in relazione alle aree sensibili nel Centro Storico di Firenze).

Ha commentato Stefano Boeri "Il messaggio che Firenze, capitale dell'umanesimo, lancia ai creativi e alle città di tutto il mondo è di non accettare il ricatto del terrorismo. È l'invito a trasformare la necessità di proteggerci da chi minaccia la morte, nell'opportunità di inventare nuove architetture generatrici di vita, per lo spazio pubblico delle nostre città".

 


di Roberto Fiandaca / 13 Settembre 2017

CORNER

Elle Decor collection

[Case]

Casa vacanze a La Valletta

Il fascino della città maltese in un appartamento da affittare

[Interior Decoration]

Casa Matilda a Milano

Un nuovo ristorante italiano ha aperto sui Navigli

Travel

[News]

Una settimana in due minuti

Il meglio della settimana dal 12 al 18 febbraio 2018

top ten

[News]

La soluzione al grande freddo

Un feltro hi-tech promette un isolamento termico mai visto prima

Tecnologia

[Interior Decoration]

La moda ai fornelli

A Milano gli stilisti vestono la tavola e portano lo stile al ristorante

Travel

[Architettura]

La gentrification? Roba da da cani

Cosa ci insegnano i cani di NYC, indicatori di una città che cambia

Costume

[Design]

La cucina come piace a lui

Acciaio, nero opaco, tecnologia: la cucina che piace agli uomini

Costume

[Case]

Il senso del luogo

Nirvana Home, una villa di 6.000 mq che va oltre la fisicità

casa moderna

[Design]

Un colore, un progetto

La maschera di Arlecchino secondo l'architetto Teresa Sapey

Costume

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web | Comunicato tariffe politiche elettorali