ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

News

di Redazione Elledecor.it

Il diario quotidiano di Elledecor.it tenuto dalla redazione. Per scoprire anteprime, protagonisti e tendenze del mondo del design, del progetto e degli interni. Un appuntamento fisso per essere aggiornati sulle ultime novità in fatto di arredi e interior design, un'occasione unica per fotografare in tempo reale quanto succede intorno alla parola casa e alle sue nuove declinazioni.

12 Giugno 2017

Angelo Mangiarotti, il design milanese da vedere a Zurigo

Una retrospettiva tratteggia la poetica individuale ed etica che ha ispirato i progetti di un grande maestro italiano

mostra-angelo-mangiarotti-zurigo

Angelo Mangiarotti è un autore assolutamente originale dell'architettura internazionale, uno dei pochi maestri italiani (come Ponti, Nervi e Piano) in grado di esportare la propria idea e la propria filosofia di progetto. (…) Il senso profondo dei valori etici, l'impegno civile e il rigore morale con cui sentire ogni gesto della professione fanno di Angelo Mangiarotti un esempio raro; progettista unico nel suo essere insieme architetti, designer e scultore" scrive Beppe Finessi. 

Per toccare con mano la potenza e l’attualità della sua ricerca formale bisogna fare tappa a Zurigo, dove la mostra “La Tettonica dell’Assemblaggio”, allestita all’interno dell’Architektur Forum e curata da Franz Graf e Francesca Albani dell’Accademia di Architettura dell’università svizzera Italia, racconta la ricerca personale di uno degli architetti che trasformò Milano nel Dopoguerra, insieme a Luigi Caccia Dominoni, Ignazio Gardella, Gio Ponti, Giuseppe Terragni (se vuoi scoprili tutti, segui l’itinerario di Milano consigliato da Stefano Boeri).

Giunta alla terza edizione, la mostra tratteggia e definisce il linguaggio di Angelo Mangiarotti, una poetica individuale, a tratti solitaria ma sempre frutto di un atteggiamento etico, in cui si ritrova la stessa attenzione riservata all’architettura negli oggetti di produzione industriale. Tra questi, i prodotti icona della Mangiarotti Collection Agapecasa, tra i quali, i tavoli in marmo Eccentrico e Eros, dichiarazione materiale della convinzione che “il materiale sta al design come il cervello sta al pensiero” e la libreria Cavalletto, tutta giocata su elemento a forma di “V” rovesciata sovrapponibile grazie all’incastro a coda di rondine. La collezione, progettata da Angelo Mangiarotti a partire dai primi anni '50, è oggi considerata una famiglia di classici del design, da poco estesa da Agape all’intero universo domestico attraverso prodotti originali, colti, funzionali ed attuali verificati e aggiornati in pieno accordo con lo Studio Mangiarotti.

Fino al 14 luglio 2017
Architeckturforum
Brauerstrasse,16
8004 Zurigo

 


di Carlotta Marelli / 12 Giugno 2017

CORNER

Elle Decor collection

[Design]

Dormire tra le nuvole

Letti a castello a scomparsa e sospesi: ecco 3 proposte di design

letti di design

[Interior Decoration]

Come svecchiare una terraced house

Il restyling contemporaneo di una tipica casa inglese

restyling

[Design]

Mi casa es tu casa

4 poltrone letto di design per ospiti inattesi

Arredi di design

[Interior Decoration]

Back to the 70s

A Londra un ristorante ricrea la New York dello studio 54

ristoranti

[Interior Decoration]

Perfetta ma non troppo

Ecco la dimora ideale per una giovane famiglia

restyling

[Speciale Garden & Outdoor]

I segreti della pianta dell'amore

Tutti i consigli per curare il vostro Anthurium

Arredi outdoor

[Architettura]

Relax nel Dorset

Ström Architects firma la casa ideale dove ritirarsi in pensione

casa moderna

[Architettura]

Lord Meier

L'archistar statunitense firma un progetto nell'Oxfordshire

casa moderna

[Design]

Ritorno alle origini

Due giovani designer riscoprono tecniche antiche e fibre naturali

Arredi di design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web