ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

News

di Redazione Elledecor.it

Il diario quotidiano di Elledecor.it tenuto dalla redazione. Per scoprire anteprime, protagonisti e tendenze del mondo del design, del progetto e degli interni. Un appuntamento fisso per essere aggiornati sulle ultime novità in fatto di arredi e interior design, un'occasione unica per fotografare in tempo reale quanto succede intorno alla parola casa e alle sue nuove declinazioni.

23 Marzo 2018

La statua più alta del mondo è quasi finita. Ecco dove trovarla

È previsto per il 2018 il completamento della statua (ma anche hotel, giardino e visitor center) progettata da Michael Graves sull'isola di Sadhu-Bet, in India

statua-piu-alta-mondo-india-michael-graves

La Statua dell'Unità progettata da Michael Graves Architecture & Design rappresenta Vallabhbhai "Sardar" Patel, il primo vice primo ministro dell'India

Dal cucchiaio alla città diceva qualcuno, qui forse è il caso di dire dal bollitore alla statua più alta del mondo: c'è infatti la mano di Michael Graves (si, quello che tutti conosciamo per il bollitore Alessi) dietro quella che una volta ultimata sarà la statua più alta in assoluto, che potrebbe essere inaugurata e svelata al mondo intero molto prima di quanto immaginiamo.

Chiamata Statua dell'Unità, con i suoi 182 metri di altezza supererà del doppio quella della Libertà a New York. Progettata da Michael Graves Architecture & Design, la statua rappresenterà Vallabhbhai "Sardar" Patel, il primo vice primo ministro dell'India, e sorgerà sull'isola di Sadhu-Bet, dove attualmente è ancora in costruzione, a circa 3,5 km a sud della diga di Sardar Sarovar, nel distretto di Narmada nel Gujarat.

La monumentale opera è ambiziosa tanto nelle dimensioni quanto nella destinazione: non si tratta infatti di una semplice statua celebrativa, perché al suo interno comprenderà anche un hotel, un giardino memoriale e un centro visitatori, circondati a loro volta da chilometri di strade e ponti per collegare la statua con la città indiana di Kevadia.

Il progetto è stato commissionato e diretto dall'attuale Primo Ministro dell'India, Narendra Modi, per promuovere l'importanza dei risultati di Sardar Patel nella lotta dell'indipendenza indiana. Alla base della statua infatti, verrà ospitata anche una serie di sale espositive dedicate a Sardar Patel e alla storia di come l'India è diventata indipendente.

E in un statua così, non poteva mancare un'area di osservazione (che si trova nel petto della statua) per offrire ai visitatori una vista panoramica sul fiume e santuario della fauna selvatica Narmada Shoolpaneshwar, i cui paesaggi mozzafiato circondano il sito lussureggiante.

All'interno del torace della statua di Michale Graves in India, i visitatori potranno inoltre osservare i dettagli strutturali dei micro-pannelli che compongono l'enorme scultura, per ammirarla dall'interno ma anche comprenderne l'esecuzione.

Infine, una parte fondamentale del progetto è stata senza dubbio l'ingegneria necessaria per rafforzare l'affioramento roccioso nel letto del fiume Narmada, dove è stata eretta l'opera.

Il completamento della Statua dell'Unità è previsto per il 2018, per la gioia di tutti gli amanti dell'architettura in cerca di nuove mete di viaggio.

www.michaelgraves.com


di Essia Sahli / 23 Marzo 2018

CORNER

Elle Decor collection

[Architettura]

Milano Arch Week 2018

Tutti gli eventi più interessanti del festival d'architettura

architettura, milano, milano arch week 2018

[Design]

Il peso della Corona

Viaggio tra le corone della regina Elisabetta II

Lifestyle

[Architettura]

Tutte le case della Regina

Elisabetta II ha una casa per ogni occasione... o quasi

costume

[Architettura]

Concerti per architetti

In giro per l'Europa alla scoperta di allestimenti scenografici

Travel

[Architettura]

L'hotel di Foster a Hong Kong

Una nuova idea di grand hotel in un palazzo modernista

Travel

[Case]

Angolo lettura con oblò

Gli interni di una casa di Roma firmati da Studio Strato

Restyling

[Architettura]

La nuova Royal Academy of Arts

Completato il grande progetto di restyling di David Chipperfield

Edifici Pubblici

[Speciale New York]

Gucci a New York

La casa di moda apre un nuovo spazio al 63 di Wooster Street

Travel

[People]

La carriera stellare di Lee Broom

Incontro con il designer inglese, tra Milano e New York

Interviste

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web