ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

News

di Redazione Elledecor.it

Il diario quotidiano di Elledecor.it tenuto dalla redazione. Per scoprire anteprime, protagonisti e tendenze del mondo del design, del progetto e degli interni. Un appuntamento fisso per essere aggiornati sulle ultime novità in fatto di arredi e interior design, un'occasione unica per fotografare in tempo reale quanto succede intorno alla parola casa e alle sue nuove declinazioni.

17 Luglio 2017

Cos'è il labirinto colorato nel nuovo quartiere emergente di Londra di cui tutti parlano

L'installazione di Camille Walala inviterà i visitatori a perdersi tra i suoi colori e a risolvere alcuni enigmi

walala-x-play-installazione-camille-walala-londra
Charles Emerson

Un “labirinto delle meraviglie” realizzato per ispirare gioia, rallegrare e trasmettere vibrazioni positive: questo è l’installazione di Camille Walala nel cuore della Greenwich Peninsula di Londra. Dal 14 al 24 settembre, NOW Gallery ospita WALALA x PLAY, un’opera che invita i visitatori a perdersi nel suo coloratissimo dedalo, tra ambienti e passaggi di diverse dimensioni, muri di diverse altezze, sentieri a zigzag e pannelli a specchio.

Ma il pubblico è anche sollecitato ad abbandonarsi al gioco: in una versione 3D dell’enigma “trova le differenze”, lo spazio sfida lo spettatore con incongruenze nascoste tra immagini altrimenti identiche. Per risolverlo, è necessario osservare le stanze da diversi punti di vista (anche da alcune balconate, o dal basso, verso elementi sospesi e disorientanti).

Un “puzzle” che verrà rinnovato di mese in mese e che sarà un motivo in più per contemplare i vividi motivi geometrici e i colori accesi e gioiosi tipici dello stile energico, ottimista, tribal-pop di Camille Walala, scelta da Now Gallery come “design collaborator” del 2017. L’ambizione dell’artista è che non si esca da questa visita con delle impressioni “soltanto visive”, ma in qualche modo “trasformati”, stimolati intellettualmente, e con maggiore consapevolezza del proprio corpo.

L’installazione di Camille Walala, che viene dal mondo dei tessuti (ha un omonimo brand dal 2009 e ha lavorato, tra gli altri, per Armani, Nike, Converse) riflette metaforicamente anche la forma dell’avveniristico edificio in cui sorge Now Gallery, una costruzione in vetro che permette ai colori di risplendere e riverberarsi sulla Peninsula Square. “Camille Walala è la regina dei colori e i suoi motivi creeranno un altro mondo per tutti, qui alla Now Gallery. Stiamo creando uno spazio giocoso dove, come in passate esibizioni, diamo alle persone il tempo per soffermarsi (…)” dice Jemima Burrill, curatrice di questa galleria che, tra la O2 Arena e la North-Greenwich Station, si inserisce a pieno titolo nel fermento culturale e nella rinascita della Greenwhich Peninsula.

camillewalala.com

nowgallery.co.uk

SCOPRI ANCHE:
 Intervista a Camille Walala


di Roberto Fiandaca / 17 Luglio 2017

CORNER

Elle Decor collection

[Interior Decoration]

L'hotel più bello di Hong kong

In anteprima il progetto di Foster+Partners per The Murray

Travel

[Design]

Essere hipster a Dubai

Alla scoperta di Alserkal Avenue, il distretto creativo della città

Travel

[Interior Decoration]

KIKOiD a Milano

In corso Vittorio Emanuele iI nuovo regno di beauty e del make up

Negozi di design

[Design]

Patricia a Philadephia

La prima personale di Patricia Urquiola negli Stati Uniti

mostre

[News]

Metti l'arte in cucina.... e portala in TV

Piatti e cocktail d'arte, in onda su Sky Arte

costume

[Architettura]

Una mela al giorno...

A Cupertino Apple apre il Visitor Center progettato da Norman Foster

edifici pubblici

[Architettura]

Un nuovo grattacielo a Milano

Lo skyline della città cambia ancora con Gioia 22, pronto tra 3 anni

progetti

[Case]

La casa del futuro

Una casa passiva made in Usa destinata ad avere successo

casa ecologica

[Architettura]

Il volto urbano nella storia

La mostra di Carlos Garaicoa alla Fondazione Merz di Torino

mostre

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web