ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

News

di Redazione Elledecor.it

Il diario quotidiano di Elledecor.it tenuto dalla redazione. Per scoprire anteprime, protagonisti e tendenze del mondo del design, del progetto e degli interni. Un appuntamento fisso per essere aggiornati sulle ultime novità in fatto di arredi e interior design, un'occasione unica per fotografare in tempo reale quanto succede intorno alla parola casa e alle sue nuove declinazioni.

02 Marzo 2018

Zaha Hadid Architects vuole pedonalizzare il centro di Londra

Walkable London è il piano proposto dallo studio di architettura per pedonalizzare gradualmente il centro della capitale

zaha-hadid-architects-walkable-london
Courtesy photo: Zaha Hadid Architects

Trasformare il centro di Londra in una grande area pedonale: questo è Walkable London, l’ambizioso progetto presentato dallo studio Zaha Hadid Architects con una mostra presso la galleria New London Architecture.

Londra ha bisogno di una rete pedonale integrata, come parte delle infrastrutture di trasporto della città”. Così lo studio della scomparsa archistar irachena (naturalizzata britannica) ha illustrato il pian, che punta a creare - gradualmente - una rete completa di percorsi pedonali attraverso la capitale.

Walkable London si svilupperebbe in 3 fasi: la pedonalizzazione di viali primari, come Oxford Street (già prevista entro la fine del 2018); la pedonalizzazione delle vie secondarie; la chiusura alle automobili di intere zone e isolati. A seguito di un incidente avvenuto nel 2017, si discute di aprire ai pedoni anche Exhibition Road, la strada su cui si affacciano molti musei. 

In alto, Oxford Street, prestigioso viale londinese che diventerà pedonale entro la fine del 2018. 

L’aspetto rivoluzionario del progetto è la concezione della rete pedonale come parte integrante del sistema dei trasporti. Gli altri vantaggi della pedonalizzazione sono noti ormai a tutti:  decongestione del traffico, diminuzione dell’inquinamento, miglioramento della salute pubblica e incremento della sicurezza. 

I dati parlano chiaro: i londinesi spendono più di 100 ore l’anno bloccati nel traffico con un danno per l’economia cittadina di 6,2 miliardi di sterline; il 90% delle emissioni nocive deriva dai veicoli, mentre tra le principali cause di morte prematura in UK ci sono le malattie cardiache: evitabili con 20 minuti di passeggiata al giorno. Complessivamente, la sedentarietà dei Londoners costa oltre 12 miliardi di sterline l’anno, l’8% della spesa sanitaria nazionale!

Insomma, “quanto è bello passeggiar con Mary?”, recitava il noto motivetto Disney, ma soprattutto: quanto sarà bello camminare per Londra?

zaha-hadid.com


di Roberto Fiandaca / 2 Marzo 2018

CORNER

Elle Decor collection

[Architettura]

Milano Arch Week 2018

Tutti gli eventi più interessanti del festival d'architettura

architettura, milano, milano arch week 2018

[Design]

Il peso della Corona

Viaggio tra le corone della regina Elisabetta II

Lifestyle

[Architettura]

Tutte le case della Regina

Elisabetta II ha una casa per ogni occasione... o quasi

costume

[Architettura]

Concerti per architetti

In giro per l'Europa alla scoperta di allestimenti scenografici

Travel

[Architettura]

L'hotel di Foster a Hong Kong

Una nuova idea di grand hotel in un palazzo modernista

Travel

[Case]

Angolo lettura con oblò

Gli interni di una casa di Roma firmati da Studio Strato

Restyling

[Architettura]

La nuova Royal Academy of Arts

Completato il grande progetto di restyling di David Chipperfield

Edifici Pubblici

[Speciale New York]

Gucci a New York

La casa di moda apre un nuovo spazio al 63 di Wooster Street

Travel

[People]

La carriera stellare di Lee Broom

Incontro con il designer inglese, tra Milano e New York

Interviste

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web