ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Intervista con il duo di designer Raw Edges

A Place Called Home: il progetto di Airbnb a Trafalgar Square per il London Design Festival

Ecco una domanda non scontata: quale posto chiami casa? In un momento in cui le persone viaggiano, cambiano città e fanno scelte di vita radicali con sempre maggiore frequenza, dove ci si sente a proprio agio, a quale posto sentiamo di appartenere? Airbnb e il suo sistema di hospitality ormai consolidato in 34.000 città nel mondo ha sicuramente contribuito a cambiare la nostra concezione di domesticità. Durante il London Design Festival, 4 studi di design (Patternity, Ilse Crawford, Raw Edges e Jasper Morrison), hanno reinterpretato l’idea di casa, focalizzandosi sulle diverse esigenze individuali. Abbiamo intervistato i Raw Edges, che negli ultimi 10 anni hanno vissuto in 11 posti diversi.

Come nasce la vostra idea di casa trasformabile?
Abbiamo pensato che non si utilizza mai più di uno spazio alla volta, in casa. E per questo la nostra abitazione ha 3 ambienti – bagno, camera da letto e living room – che si estendono grazie a pareti montate su binari, per sfruttare di volta in volta la superficie inutilizzata.

E cosa pensate del risultato?
Ci sembra una buona idea stimolata da necessità reali: ad esempio l’alto costo delle abitazioni a Londra o il difficile passaggio alla vita adulta nei primi anni dopo il college, quando trovare una casa che non sia più da studenti è sempre complicato. Abbiamo ottenuto un appartamento ricco di piccole idee funzionali, sempre in movimento, dalla cucina al bagno. Ci abiteremmo volentieri per qualche giorno, in pieno spirito Airbnb.

Qualche dettaglio da copiare?
L’arredo è essenziale ma solo apparentemente semplice: in realtà tutto è studiato in maniera intelligente. Ad esempio la doccia: è un pezzo basico e molto funzionale. E poi siamo stati molto attenti ai particolari, e abbiamo mantenuto il nostro segno grafico, netto, senza inutili sofisticazioni. 

Com’è la vostra vera casa?
C’è fin troppo design nello studio e nella nostra vita! Per questo a casa abbiamo il meno possibile: pochi pezzi semplici, in un ambiente tranquillo e confortevole. Abbiamo bisogno di vuoto per far riposare il cervello. Ma ora c’è una nuova bimba in arrivo, e bisognerà ripensare lo spazio.

Info: www.airbnb.co.uk
www.raw-edges.com


di Annalisa Rosso / 23 Settembre 2014

CORNER

People collection

[People]

Se l'orologio è minimal

Due chiacchiere con Kuchar Swara, fondatore del brand inglese Sekford

interviste

[People]

L’ora a pois

Un percorso creativo lungo 30 anni, nel segno della sperimentazione

Natale

[People]

Cambio di rotta

Da interni minimal a case soft: il tessuto torna protagonista della casa

interviste

[People]

Il capitalismo di Schumacher

Zaha Hadid Architects contro il libertarismo di Patrik Schumacher

costume

[People]

Esplosione creativa

Maarten Baas, il designer che intreccia discipline e idee

interviste

[People]

Progettare la ricostruzione

Dopo il terremoto di agosto, la parola a Carlo Ratti e Kengo Kuma

interviste

[People]

Intervista con Tom Dixon

Da New York e Los Angeles, alla conquista dell’America

interviste

[People]

Lindsey Adelman: luci a NY

Intervista con la designer che ha conquistato l’Europa

Interviste

[People]

Intervista a Mr. Riedel

Il design per il vino secondo il Ceo dell'azienda austriaca

Collezioni per la tavola

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web