ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Alfredo Häberli

Videoritratto di Alfredo Häberli, architetto e designer, vincitore del premio EDIDA 2009 per la categoria Fabric.

Potrebbe darci un’anteprima dei progetti che presenterà quest’anno al Salone del Mobile di Milano?
"Ho creato delle nuove varianti strutturali per la collezione Segesta/Taormina di Alias. Le scocche in tecnopolimero delle poltroncine Segesta e delle sedie Selinunte e quelle imbottite di Tindari e Taormina poggiano su due nuove strutture: la prima si configura con una base a croce, in acciaio verniciato argento brillane o bianco goffrato, dotati di pistone auto-allineante che permette alla seduta il ritorno alla posizione iniziale; la seconda versione prevede una basa costituita da stella di supporto in acciaio verniciato bianco goffrato o nero, e gambe in legno in rovere naturale o tiglio tinto ebano. Per Fredericia presenterò una collezione lounge composta da una seduta e un tavolo".

Il mondo dell’interior design cambia e si evolve di anno in anno. Si punta sempre di più sull’eco-sostenibilità, sul risparmio energetico e sul riuso creativo, quale direzione crede che prenda l’ambiente casa e il design nel futuro?
"Per me gli oggetti non devono solo essere belli e funzionali. Ho sempre il desiderio di aggiungere quel tratto caratteriale cercando di venire a contatto con l’anima delle persone che si trovano di fronte ad un mio progetto. Spesso fatico a relazionarmi con questa mia ambizione in quanto talvolta è veramente difficile riuscire a penetrare lo spirito umano con un semplice oggetto. Di solito si lavora su delle creazioni al fine di farle divenire immortali cosa che le rende ‘auto-sostenibili’. Allo stesso tempo creiamo delle novità e con esse nuovi desideri, è una contraddizione, ovviamente. Secondo me tutto viene legittimato con i costanti cambiamenti e le evoluzioni della vita: è importante che l’ambiente cambi in sincronia. I pezzi realizzati da noi designer migliorano il tenore di vita facendoci preoccupare sempre meno, anche se momentaneamente. Ci stimolano grazie all’humour insito in essi. Dialogano con il nostro spirito. Ecco, questa è la mia missione: apportare del valore aggiunto alle cose utili che ci circondano affinché le nostre anime sorridano”.

Directed by Antonio Bocola

 

Director of photograpy Matteo Ravalli

 

Sound engineer Michele Santoro

 

Editor Maurizio Grillo

 

Stage manager Martino Fusi

 

Assistent producer Maja Durdov

 

Producer Paola Palumbo

 

Traslation Anna Gianmario

 

Produced by E-tica srl Milano


di Eugenio Cirmi / 29 Marzo 2010

CORNER

People collection

[People]

Punto di vista

Il MiArt raccontato da Alessandro Rabottini e Domitilla Dardi

interviste

[People]

Turismo industriale

Architectours è il network per vistare le aziende del Made in Italy

interviste

[People]

Che musica ascolti?

Questa volta l'abbiamo chiesto a Barnaba Fornasetti

costume

[People]

La terra di Danimarca

6 giorni tra i luoghi più suggestivi consigliati dalla designer danese

Itinerari

[People]

Una città underground

Alla scoperta di Saint Etienne durante la Biennale di Design

interviste

[People]

Donne, 100 storie vere

Esce il libro per chi al principe azzurro preferisce una laurea

libri di design

[People]

Design al femminile

16 donne designer e il loro sorprendente punto di vista

Costume

[People]

La Parigi di Inga Sempé

10 luoghi imperdibili suggeriti dalla designer parigina

itinerari

[People]

I 100 anni di Florence Knoll

La vita dell'imprenditrice designer, moglie del fondatore di Knoll

Costume

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web