ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il designer norvegese Andreas Engesvik

Vive a Oslo e le sue collezioni spaziano dai mobili agli accessori per la tavola

Se non fosse un designer, sarebbe diventato un musicista jazz. Adora le auto d’epoca (possiede una Alfa Romeo Coupé del ’74), ha una laurea in Arte e gli piacerebbe disegnare la perfetta borsa da viaggio. Stiamo parlando di Andreas Engesvik, oggi considerato uno dei più interessanti progettisti norvegesi. La sua creatività spazia dagli arredi agli accessori per la casa e la tavola, e all’attivo ha già collaborazioni importanti. Ecco cosa ci ha raccontato.

Quali sono state le prime difficoltà quando ha cominciato a lavorare come designer?
In Norvegia ci sono poche aziende manifatturiere e poco interessate a produrre qualcosa di nuovo in collaborazione con  designer emergenti. Quindi trovare nuovi clienti all’inizio è stata una vera sfida. La svolta è avvenuta dopo aver esposto al Salone del Mobile di Milano, che mi ha permesso di farmi conoscere a livello internazionale e apprezzare da diverse aziende straniere.

Le sue collezioni spaziano dall’arredamento agli accessori per la tavola. Cosa preferisce disegnare?
Mi piace mettermi sempre alla prova e sviluppare la mia creatività nelle varie tipologie di oggetti: può essere un mobile, un vaso, una coperta. Non ho vere e proprie preferenze progettuali, ma in assoluto mi piace lavorare con i materiali naturali.

Da cosa deriva lo stile del design scandinavo odierno?
Da sempre in Scandinavia viviamo a stretto contatto con la natura. Il mare, i boschi, la neve sono per noi elementi fondamentali, con i quali interagiamo e conviviamo costantemente. Abbiamo uno spiccato spirito pratico e per generazioni siamo cresciuti imparando a fare tutto da soli. Questi elementi sono sicuramente la base del design scandinavo di oggi.

Prossimi lavori?
Sto lavorando su vari progetti: accessori per l’ufficio, lampade, arredi da esterni, sedie, letti e tavoli. Ed anche tovaglie per la tavola, una nuova teiera, lenzuola e coperte. Tutto sarà presentato alle prossime fiere di Parigi, Stoccolma, Milano e Londra.

Info:
www.andreasengesvik.no


di Maria Chiara Antonini / 1 Dicembre 2014

CORNER

People collection

[People]

Dal Mit al Moma

Sotira di Neri Oxman, architetto fuori dal comune

Costume

[People]

La cultura è negli oggetti

Hugo Macdonald, curatore della sezione Objet di Miart

interviste

[People]

Chi era davvero Carlo Mollino

Biografia di un genio dell'architettura del 900

Maestri

[People]

Il design è un'attitudine

Conversazione a tutto tondo con Alice Rawsthorn

Interviste

[People]

Nuovi linguaggi in scena

Intervista ad Alessandro Rabottini, direttore artistico di Miart

interviste

[People]

La regina degli spazi

L'elegante semplicità di Louisa Grey che crea equilibrio e serenità

Interviste

[People]

Doppia intervista

Italiana: la parola a Maria Luisa Frisa e Stefano Tonchi

Interviste

[People]

Un designer d’altri tempi

Storia di Mendini: dall'editoria alla produzione industriale

Maestri

[People]

La traduttrice di idee

Rachel Chudley e le sue case oniriche e trascendentali

interviste

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web