ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Marazzi

Videoritratto del team creativo interno del gruppo Marazzi vincitore del premio EDIDA 2008 per la categoria Wall Covering con la collezione Soho. Di seguito l'intervista al presidente Filippo Marazzi.

Potrebbe darci un’anteprima dei progetti che presenterà quest’anno al Salone del Mobile di Milano?
“Con HATRIA, l'azienda del Gruppo Marazzi che produce arredi per il bagno, proporremo al Salone del Mobile G-Full in versione total white. Si tratta di una panca che combina insieme più funzioni: seduta, vaso e bidet in un blocco unico che nasconde i sanitari al proprio interno. Una innovazione di prodotto che vale ad Hatria la selezione in questi giorni dell'ADI Design Index 2010 e un ottimo successo di mercato. Anche il gres cristallizzato ecosostenibile SistemA di MARAZZI è stato selezionato tra i migliori progetti di design made in Italy dall'ADI nell'edizione 2010 e sarà protagonista di un'installazione dedicata ai bambini alla Triennale di Milano nell'ambito invece delle mostre Fuori Salone”.

Il mondo dell’interior design cambia e si evolve di anno in anno. Si punta sempre di più sull’eco-sostenibilità, sul risparmio energetico e sul riuso creativo, quale direzione crede che prenda l’ambiente casa e il design nel futuro?
“Penso che oggi la casa debba e possa essere sempre più un luogo dove stare bene e che il design debba quindi diventare sempre più 'confortevole' per tutti e tutto. Ciò vuol dire essere capace di esprimere non solo e non tanto pura creatività e bellezza ma saper rispettare la propria vocazione, intesa anche come funzione, e al contempo le persone, i gusti, gli ambienti e l’ambiente. Penso alla tentazione di proporre ceramiche e gres bellissimi ma poi molto difficili da posare in opera e da mantenere, o alla tentazione di produrre divani scomodi, poltrone-scultura, e sono convinto che non sia questo il senso del design. Il design deve soddisfare le esigenze delle persone che scelgono gli arredi e le finiture per la propria casa e deve poter essere prodotto in serie in modo responsabile. Già in fase creativa è importante pensare di poter produrre consumando meno: meno materie prime, meno energia, cicli di produzione 'chiusi' (quindi con il totale riutilizzo delle materie), minore impatto ambientale possibile. Si parla moltissimo di questi temi, ma se andiamo a contare gli edifici nuovi ecosostenibili sul territorio italiano, scopriamo che sono pochissimi e come sia ancora abbastanza difficile per il consumatore orientarsi tra le diverse certificazioni green e i diversi protocolli che certificano i prodotti e i processi. Marazzi già da molto tempo produce a ciclo chiuso e propone prodotti e sistemi ecosostenibili. La ricerca in questa direzione nel nostro settore è sempre più richiesta ed importante sia per la casa, sia per il contract e i grandi progetti pubblici in cui vengono utilizzati i nostri prodotti”.

Directed by Antonio Bocola and Paul Philip Carter

 

art direction Antonio Bocola

 

Director Photography Rocco Cirifino

 

Editing Maurizio Grillo, Semira Belkhir

 

termography styling Elisa Ossino

 

assistant styling Alberto Zordan

 

excutive producer Ciro Forte

 

Cameraman Ugo Perazzini

 

Video assistant Alessandro Vallotto

 

Key grip Matteo Bocola

 

Eletrician Giulio Barbetta

 

visuals software developer Tommaso Lintrami

 

administration Chiara Napoli, Claudia Gorla

 

post produzione La Magic

 

live soundtrack by Lorenzo Gasperoni (percussion), Guglielmo Pagnozzi (sax), Andrea Panini (live electronic)

 

a E-tica film division production 2008

 

Thanks Museo del Design Triennale, Milano


di Eugenio Cirmi / 7 Aprile 2010

CORNER

People collection

[People]

Edelkoort punta sullo Shaker

Tra le tendenze del design Li Edelkoort individua la semplicità

Costume

[People]

20 domande a Carlo Cracco

Il design visto dallo chef che ha appena aperto il suo ristorante

interviste

[People]

La star della decorazione

Stile e progetti dell'architetto francese Marion Duclos Mailaender

Costume

[People]

Gli eroi dimenticati

Gli strutturisti che danno forma alle città raccontati in un libro

libri di design

[People]

D1 Milano

Un orologio e una storia italiana raccontata da Dario Spallone

interviste

[People]

La storia di Alvar Aalto

La vita e gli aneddoti su una delle figure più amate dell'architettura

Maestri

[People]

L'amore secondo Nina

Nina and other little things, e la sua creatrice Eloise Morandi

Illustrazione

[People]

Anish Kapoor e il vuoto

Dai pigmenti puri al nero assoluto, dagli oggetti alle sculture

Maestri

[People]

Le nuove regole dello chic

Chi è Fabrizio Casiraghi, l'architetto che progetta in nome dell'eclettismo

Costume

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web | Comunicato tariffe politiche elettorali