ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

In cucina con Gnam Box

Cosa preparare per cena e chi invitare? La risposta in un sito made in Italy

Vi è mai capitato di fotografare il cibo che avete nel piatto? Riccardo Casiraghi e Stefano Paleari, ideatori di Gnam Box, hanno iniziato così. In breve la passione per la cucina, abbinata a ospiti speciali, li ha portati a un successo inatteso. Sul web (e non solo) il loro sito, online dal 2012, è diventato un must. Abbiamo intervistato Riccardo e Stefano per scoprire cosa c’è dietro al social foodie project all’italiana più interessante del momento.

Come avete iniziato?
Gnam Box nasce dalla voglia di sfogare le nostre passioni in cucina. Siamo da sempre amanti del buon cibo e della convivialità e ci sembrava naturale fotografare i nostri pranzi e le nostre cene. Poi abbiamo iniziato a invitare persone che ci colpivano per quello che facevano, lasciandole libere di cucinare una loro ricetta nella nostra cucina.

Siete cresciuti in fretta. Come si è sviluppato il progetto?
In maniera totalmente casuale, per fare qualcosa insieme. Non l'abbiamo programmato. Solo con il tempo abbiamo capito il  potenziale del sito. Abbiamo creato - inconsapevolmente - un nuovo stile in cucina: giovane, accattivante, reale, curato nei dettagli. Siamo riusciti ad avvicinare persone che non avrebbero mai pensato di visitare un sito di ricette.

Raccontateci un episodio curioso o un invitato particolarmente gradito.
Ogni ospite ci ha regalato una bellissima esperienza e un’ottima cena. Siamo sempre stati molto fortunati. Ci ha molto divertito passare un pomeriggio intero con Sergio e Monica (i designer del brand Pijama) per cucinare un ragù alla bolognese e poi mangiare insieme. Oppure aspettare con ansia nella nostra cucina l’arrivo di personaggi famosi come Filippa Lagerback, La Pina o Costantino della Gherardesca.

Quanto contano i social network?
Sono fondamentali. Ci piace condividere quello che mangiamo, dove andiamo e i nostri viaggi. Amiamo mantenere un filo diretto con chi ci segue.

In pentola bollono collaborazioni, eventi e progetti collaterali. Ce li raccontate?
In corso ci sono tanti nuovi progetti. A giugno siamo stati ospitati da Expo Gate per un appuntamento chiamato Gnam Box in Expo Gate: abbiamo ricreato un luogo in cui sentirsi a casa, prendersi una pausa e parlare di cibo e cucina; abbiamo anche organizzato due cene all’interno della location. Nel frattempo continuiamo la collaborazione con Missoni, cucinando le loro ricette di famiglia. A fine luglio seguiremo, con un tour, il surf italiano per raccontare cosa si mangia nelle spiagge più frequentate dai surfisti: seguiteci attraverso l’hashtag #foodandsurf! In più sviluppiamo eventi specifici per brand che vogliono sposare la nostra filosofia in cucina e a tavola.

Recentemente avete pubblicato un libro.
Si chiama In Food We Trust e contiene più di 150 ricette inedite e di stagione. Il  messaggio è chiaro: mangiare frutta e verdura nel periodo giusto per assaporare meglio il cibo, spendere meno ed esaltare i sapori. Per ogni ingrediente consigliamo il momento migliore, le ricette e anche qualche segreto su come scegliere i prodotti.

Vi muovete moltissimo, sia in Italia che all'estero. Che cosa avete scoperto?
Viaggiamo molto ma sempre per brevi periodi. Non facciamo in tempo ad abituarci a una città che è già arrivato il momento di tornare a casa. Ci piace assaggiare i prodotti tipici, farci consigliare dalle persone che ci scrivono e provare il più possibile. Possiamo dire che le tradizioni, quelle che incuriosiscono di più noi e i nostri lettori, sono sempre più radicate. C’è voglia di sperimentare ma noi preferiamo la semplicità e i sapori autentici.

Avete un rapporto speciale con un luogo in particolare?
Non abbiamo ancora una città del cuore, ma siamo stati a Polignano a Mare per presentare il nostro libro durante il Festival del Libro Possibile. Dopo 48 ore passate in Puglia abbiamo deciso che trascorreremo li le vacanze.

Qual è il vostro piatto preferito?
Quello di Stefano è la pasta al pomodoro. Riccardo ama i risotti.

Cosa vorreste cucinare e per chi?
Ci piacerebbe avere in cucina Giuliano Pisapia. Sarebbe davvero emozionante poterlo conoscere.

I prossimi progetti?
Stiamo pensando a un nuovo sito, e a questo ci vogliamo dedicare nei prossimi mesi. Vorremmo sviluppare Gnam Box e renderlo sempre di più un punto di riferimento per chi, come noi, ama la buona cucina, le ricette semplici ma originali e ha voglia di confrontarsi con le proposte dei nostri ospiti. Ci sono anche altri progetti molto interessanti, ma per ora non li vogliamo svelare.


di Annalisa Rosso / 24 Luglio 2014

CORNER

People collection

[People]

Turismo industriale

Architectours è il network per vistare le aziende del Made in Italy

interviste

[People]

Che musica ascolti?

Questa volta l'abbiamo chiesto a Barnaba Fornasetti

costume

[People]

La terra di Danimarca

6 giorni tra i luoghi più suggestivi consigliati dalla designer danese

Itinerari

[People]

Una città underground

Alla scoperta di Saint Etienne durante la Biennale di Design

interviste

[People]

Week end a Bari

Un itinerario d'eccezione pensato dal designer Vito Nesta

Itinerari

[People]

Donne, 100 storie vere

Esce il libro per chi al principe azzurro preferisce una laurea

libri di design

[People]

Design al femminile

16 donne designer e il loro sorprendente punto di vista

Costume

[People]

La Parigi di Inga Sempé

10 luoghi imperdibili suggeriti dalla designer parigina

itinerari

[People]

I 100 anni di Florence Knoll

La vita dell'imprenditrice designer, moglie del fondatore di Knoll

Costume

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web