ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Su Instagram racconto le forme che non appartengono a nessuno

Confórmi, una semplice fusione di foto che esplora il vasto repertorio visivo di Davide Trabucco

account-instagram-conformi-davide-trabucco

Ron Gilad, Fruit bowl n° 9, Danese Milano, 2010 VS Circo Massimo, 1st century BC, Roma

Sembrano fatte l’una per l’altra, due foto tagliate in diagonale e cucite insieme mostrano un’impeccabile dote nel saper mescolare e abbinare.

Il progetto, @conformi_, è il risultato dell’ingegno di Davide Trabucco, che usa il suo immenso repertorio visivo per unire foto, intrecciando le venature dell’architettura, il design, la storia e a volte anche la politica.

Con il sottotitolo “le forme non appartengono a nessuno”, ha iniziato nel 2015 a costruire una sorta di archivio che serve ad esplorare le forme in continuo divenire. 

Catturare e curare un tale repertorio è in sé un’enorme impresa. Eppure, Trabucco lo fa con una certa facilità, innescato da una prospettiva, una facciata o un movimento. La sua capacità di trovare l’abbinamento perfetto non smette mai di sorprendere e con una premessa piuttosto semplice, ritrova nuovi livelli di interpretazioni, tutto come uno sottoprodotto della ricerca per il suo lavoro. 

Creando immagini con una vita propria, questo account Instagram è in continua evoluzione, sempre a caccia di forme non del tutto afferrabili.

Un post condiviso da confórmi (@conformi_) in data:

  \

Come e quando ha preso forma il progetto? 

Confórmi é un archivio di immagini nato tre anni fa per gestire il mio patrimonio di riferimenti visivi. Erano immagini che avevo raccolto in maniera disordinata in una cartella del desktop semplicemente con il "drag and drop" dalle pagine internet. Una cartella figlia del mio desiderio di collezionare tutto in modo compulsivo e bulimico, che l'abbondanza di immagini a cui siamo perennemente sottoposti aveva però trasformato in un ammasso indifferenziato. 

Un post condiviso da confórmi (@conformi_) in data:

  \

Cosa vuol dire che “le forme non appartengono a nessuno”? E il nome Confórmi?

La volontà di dare un nome preciso al progetto è legata alla sua stessa identità: essendo un lavoro nato e prodotto per esistere sui social doveva avere un'identità forte e un nome riconoscibile e immediatamente descrittivo. Confórmi quindi semplicemente perché vi si trovano immagini che condividono una relazione formale. E anche quando si tratta di colori, questa relazione rimane formale, perché i colori sono sempre legati alla superficie che li contiene.
Il sottotitolo "le forme non appartengono a nessuno" vuole sottolineare che le forme non sono di chi le usa, ma appartengono a tutti, e che il loro utilizzo nella storia procede per salti, ritorni e ripetizioni. È solo nel loro diventare sensibili, concrete, e ripetendosi, che le forme acquisiscono il loro senso. Tutte le cose esistono perché sono in divenire e cambiano nel tempo. 

Un post condiviso da confórmi (@conformi_) in data:

  \

Il tuo repertorio visivo è impressionante. Nel creare una nuova immagine, ti vengono in mente già le due foto, o inizi con una sola per poi cercare qualcosa che si potrebbe accoppiare?

Il momento associativo non è figlio di una ricerca estenuante: semplicemente nel momento in cui mi imbatto in un'immagine che me ne ricorda un'altra, realizzo la nuova immagine. Confórmi non nasce come progetto di ricerca sull'originalità, ma come luogo in cui mi pongo delle domande e cerco delle risposte a partire dai miei riferimenti visivi. 

 

Un post condiviso da confórmi (@conformi_) in data:

\

Il progetto è stato pensato per un piattaforma online, ma so che hai già fatto una mostra a Berna. Ti piacerebbe svilupparlo su altri media o pensi che serva più come sfogo creativo per aiutarti con altri lavori?
L'idea di trasportare su un altro medium, ad esempio un libro, è presente da tempo nella mia testa. Al momento non è tra i miei obbiettivi, perché il progetto è ancora aperto, in divenire, mentre il libro é per sua stessa natura un oggetto finito e concluso.
Confórmi rappresenta un momento di ricerca durante il mio lavoro, un luogo in cui vado alla ricerca della forma originaria, che probabilmente per sua stessa natura è assente ed esiste solo nella nostra mente. L'origine delle cose sta sempre davanti a noi: è una conquista e non un’eredità.

Un post condiviso da confórmi (@conformi_) in data:

  \

Hai un’immagine preferita?
L'ultima immagine è sempre la mia preferita, perché é strettamente legata al lavoro di ricerca di quel dato momento.  

 

Un post condiviso da confórmi (@conformi_) in data:

\
di Austin Sawhill / 16 Maggio 2018

CORNER

People collection

[People]

La carriera stellare di Lee Broom

Incontro con il designer inglese, tra Milano e New York

Interviste

[People]

Le nuove regole dello chic

Chi è Fabrizio Casiraghi, l'architetto che progetta in nome dell'eclettismo

Costume

[People]

Chi è Michele De Lucchi

Storia di un architetto, designer e artista famoso in tutto il mondo

Maestri

[People]

Ai Weiwei Story

Biografia dell'artista cinese divenuto simbolo della libertà

Maestri

[People]

La mia Genova

Renzo Piano racconta la sua città natale e il rapporto col mare

Maestri

[People]

Biografia di Tobia Scarpa

"L'intelligenza nasce dalla capacità di manipolare"

Maestri

[People]

Kanye West e l’architettura

Un binomio molto più interessante di quanto si immagini

Costume

[People]

Gli architetti di Los Angeles

Intervista al duo The Archers, firme delle case più chic della città

Costume

[People]

L'uomo de L’Avana

Eusebio Leal, lo storico visionario che ha salvato L’Avana

Costume

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web