ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Vacanze in Bretagna? Ecco i 10 indirizzi preferiti da un designer bretone

Il designer Noe’ Duchaufour Lawrance ci svela 10 indirizzi per esplorare i suoi luoghi del cuore

bretagna-luoghi-di-interesse-con-noe-duchaufour-lawrance

Alla scoperta delle meraviglie della Bretagna con il designer Noe’ Duchaufour Lawrance, tra percorsi, passeggiate, gallerie d'arte e ristoranti tipici (Foto: Stefano Pecchia)

È una terra antica, quella della Bretagna, piccola regione nel nord-ovest della Francia, che forma un vasto promontorio verso la Manica e l'Oceano Atlantico.

Si attesta che le prime occupazioni umane risalgano a oltre 700.000 anni fa. Oggi, è una delle destinazioni turistiche più amate in Europa, per via delle sue coste frastagliate e dei suoi panorami ampi. Paesaggisticamente la Bretagna è un territorio ricco, per via dei numerosi microclimi presenti che consentono lo svilupparsi di flora e fauna diverse da zona a zona. Le piccole cittadine che la popolano, raccolgono ogni anno centinaia di turisti, anche per la forte attenzione del Paese verso il design e le arti, in particolare la musica elettronica.

Abbiamo chiesto a un local di guidarci per un weekend alla scoperta delle meraviglie del luogo, e il designer Noe’ Duchaufour Lawrance si è offerto di accompagnarci.

Un bar per fare colazione:
Durante la mia giovinezza, andavo ogni giorno al Cafè Le Tempo, su Cours Beaumont a Morlaix. È il posto ideale per ritrovarsi e conoscere persone nuove.

Il percorso per una bella passeggiata:

La strada che porta alla punta di Primel, a Plougasnou. Passeggiando sulla costa, dove da un lato vedrete il mare e dall'altro una serie di grandi ville bianche realizzate secondo lo stile architettonico locale, arriverete dentro un'area naturale protetta. Qui, resterete affascinati dai numerosi reperti che troverete, che testimoniano l'occupazione del luogo fin dalla preistoria.

 
Una galleria d'arte che vale la pena visitare:

La Galerie Rejane Louin a Loquirec. Al momento, è in scena Plié + Déplié, la collettiva che espone il lavoro di artisti contemporanei come Claude Briand-Picard, Sylvie Houriez, Natalia Jaime-Cortez,
Maëlle Labussière, Patrice Pantin e Laurence Papouin.

galerierejanelouin.fr

Un ristorante per pranzo:
La Creperie Les Embruns, su Route de Terenez, a Plougasnou. È il luogo adatto per un pranzo veloce o per una pausa pomeridiana mentre vi trovate in zona per visitare le bellezze del luogo.

 

Il programma per una gita fuoriporta:
Visitate L'Isola di Batz, partendo da Roscoff con una barca. Il tempo di percorrenza per arrivare è poco meno di mezz'ora, e una volta lì scoprirete le sue splendide coste e i giardini esotici, le rovine della Cappella di Sant'Anna e i ristorantini con menù a base di pesce fresco.

www.iledebatz.com

 

 

Cosa fare per divertirsi:
Se vistate la Bretagna nel mese di Aprile, non potete perdere uno dei più esilaranti festival di musica elettronica, Festival Panoramas, che vi darà una panoramica sul mondo degli artisti locali e internazionali che passano di lì. Il programma è fittissimo, e troverete sia i talenti in erba sia musicisti più navigati. Il divertimento è comunque assicurato.

www.festivalpanoramas.com

Un indirizzo per fare shopping:
Da Comptoir de la Mer a Plougasnou. È un negozio dove troverete un po' di tutto, tra cui abiti per il mare, adatti per affrontare anche i periodi di pioggia e vento, tipici della zona.

www.comptoirdelamer.fr

Un indirizzo da non perdere:

La bottega di Nominoë Gasnier, artigiano e maestro orologiaio a Morlaix.
Se siete fortunati lo troverete tra torni, fresatrici, lucidatrici, a frugare tra piccoli cassetti pieni di pezzi di ricambio, in procinto di riparare orologi che non funzionano più. Il negozio, in zona Saint-Mathieu, somiglia alla stanza segreta di un collezionista e entrandovi avrete l'impressione di fare un salto indietro nel passato.

www.atelierhorloger.com

Un ristorante per cena:
Quello di Patrick Jeffroy all'Hotel De Carantec.
Il menù è rinomato per il fatto di saper unire sapori e ingredienti non automaticamente associabili tra loro. Ne sono un esempio la polenta fritta con soppressata di maiale arrosto, i gamberi cotti nel loro succo con vino bianco e scalogno, capesante arrosto e foie gras. Da provare il gelato al cioccolato con agrumi in gelatina, o il sorbetto al pompelmo e basilico.

www.hoteldecarantec.com

Dove comprare oggetti d'arredo e di design:
Da Arte Diem, per trovare pezzi di design d'autore di Cassina, Flos, Foscarini, Kartell, Vitra, solo per citarne alcuni. Qui c'è un po' di tutto: da piccoli oggetti a divani, da cassettiere vintage riportate a nuovo a articoli da regalo per tutte le occasioni.

artediem-morlaix.com

Noe’ Duchaufour Lawrance è un designer poliedrico. Il suo lavoro va dagli interni, al product design, all'architettura, fino ad arrivare alla produzione di oggetti da collezione.
I più memorabili, sono la scenografica installazione Naturoscopie, che vestiva gli spazi della Galerie Bsl di Parigi di lampade Led pensate come rami rampicanti, la collezione di vasi Roseau per Ligne Roset, che ricordano un mazzo di fiori che sboccia.

E ancora, la simulazione dell'Eden, ricreata per Perrier-Jouët fra le mura del V&A Museum di Londra in occasione del London Design Festival due anni fa.

Per lui, il fil rouge è sempre la natura. Tra i suoi lavori più recenti una collezione di 25 pezzi per Saint-Louis Crystal, il produttore più antico di cristalli in Europa, oltre all'amatissimo Sofà Sellier disegnato per Hermes.

www.noeduchaufourlawrance.com


di Valentina Mariani / 5 Luglio 2017

CORNER

People collection

[People]

Radio Cino

12 brani "d'architettura" direttamente dall’iPod di Cino Zucchi

Costume

[People]

Curve celebri

Zaha Hadid, la linea fluida tra design e architettura

Zaha Hadid

[People]

Innamorarsi degli errori

Intervista a Fala Atelier, lo studio più ottimista di Oporto

interviste

[People]

French touch

Philippe Starck e la rivoluzione francese nel design

costume

[People]

Io ballo da sola

Maddalena Casadei: una designer a Milano

interviste

[People]

A contatto con l'argilla

Istinto e un corso di 6 settimane: la storia di Jacqueline Klassen e la ceramica

interviste

[People]

La casa più fotografata di L.A.

James Goldstein racconta la Sheats–Goldstein Residence

costume

[People]

WIT, l'intervista

Sette domande agli architetti di Barcellona

costume

[People]

Il riad della principessa

Letizia Ruspoli ci racconta la sua casa e i segreti di Marrakech

interviste

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web