ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Weekend in Costa Brava: 10 indirizzi top secondo Josep Font

Il direttore creativo di Delpozo ci svela il meglio della sua terra tra gallerie d'arte, negozi, musei e ristoranti

costa-brava-josep-font

Lo stilista Josep Font, direttore creativo del brand Delpozo, ci accompagna in un weekend in Costa Brava, tra ristoranti, gallerie, e indirizzi per shopping per veri design lover. 

Sarà forse perchè prima di essere uno stilista e assumere la direzione creativa di uno dei brand più in voga del momento ha studiato architettura al Politecnico di Catalogna, ma Josep Font è un vero amante del design e di tutto ciò che è bello, oltre ad essere molto legato alla sua terra d'origine, la Costa Brava.

Lo abbiamo incontrato, e ci siamo fatti dare la top 10 dei luoghi da non perdere se vi trovate in questa splendida zona costiera della Catalogna.

 

Una galleria da non perdere:

Quella di Palau de Casavells, dove ora si trovano le opere dell'artista Miquel Alzueta ma che ospita diverse mostre durante l'anno. È il luogo perfetto per chi vuole scoprire ed esplorare il mondo degli artisti contemporanei locali tra le mura di una location d'eccezione: una tipica casa di campagna catalana, che prende il nome di “Masia”.

 

Dove andare a pranzo:

Da Comedor Verdor, un ristorante ecologico che offre piatti interamente preparati con i prodotti coltivati nel piccolo orto adiacente.

È aperto soltanto d'estate ed è il posto perfetto per rilassarsi e mangiare sano. Il menù non è dei più assortiti ma le proposte fra cui scegliere sono deliziose. Come si dice: “poche ma buone”.

 

Un museo da visitare assolutamente:

La casa-museo di Dalì a Portlligat. Potrebbe sembrare un consiglio banale, in realtà ogni volta che passo di lì ed entro, mi sorprende riuscire sempre a cogliere nuovi
elementi dell'arte di Dalì, che non avevo mai notato prima. 

Dove fermarsi per una pausa:

Da Ültima Parada, per un caffè, uno spuntino veloce, e per dare un'occhiata agli affascinanti arredi vintage, tutti in vendita, per chi ama il design d'altri tempi. 

Dove comprare oggetti d'antiquariato:

Da Serge Castella, uno dei posti migliori per trovare bellissimi pezzi vintage che vanno dall'oggettistica ai complementi d'arredo, fino ai pezzi d'arte.
 
Altrimenti da Antic Bisbal, un antiquario grandissimo in cui si trova di tutto. Se si ha tempo per cercare molto bene, ci si puo' trovare tra le mani preziosissimi tesori.

Nella foto: lo showroom di serge Castella

Dove soggiornare:

Alla Fundació L’Olivar. Adoro questo posto, che per me è magico, soprattutto per la sua architettura e per la bellezza che riesce ad esprimere. In questo luogo, sito su un grande campo di ulivi, è come se la natura e l'arte si incontrino ogni giorno. È qui che vengo quando ho bisogno di trovare ispirazione per le mie collezioni. E il tempo sembra fermarsi. 

 

Un indirizzo per rilassarsi:

Da Hostal Empuries, un hotel ecologico sul Mar Mediterraneo, con una splendida spiaggia e una bellissima passeggiata per arrivarci. Qui, si trova anche una SPA, ed è il luogo perfetto per rilassarsi, lontani dal caos della città. 

Foto by @lascallesdebcn

Dove andare a cena:

Da Mas Sorrer, un ristorante magico, dall'amosfera perfetta per una cena tra amici e qualche drink. Spesso, d'estate, il ristorante organizza delle proiezioni all'aperto di film di ogni tipo, dalle pellicole vintage a quelle più recenti.

Foto by Andrea Ferrés

Due luoghi poco conosciuti e bellissimi:

Le Ruinas Empúries, rovine greche protette, che si trovano poco distanti dall'Hostal Empuries.

E Cap de Creus, un luogo splendido da cui guardare il tramonto o dove fare una passeggiata per immergersi nella natura incontaminata.

Josep Font, classe 1967, dopo gli studi in architettura e moda debutta con il suo marchio all'inizio degli anni '90, fino ad arrivare ad assumere la direzione creativa del brand Delpozo nel 2012, e rilanciare il marchio prima emergente, oggi famoso in tutto il mondo.

 

SCOPRI ALTRI ITINERARI:

→ A Tel Aviv con i Raw Edges
→ Marrakech secondo Jasper Conran
→ Viaggio in Israele con Einat Rotfus
→ La Francoforte di Sebastian Herkner
→ In Vacanza a Cipro con Anastassiades


di Valentina Mariani / 5 Giugno 2017

CORNER

People collection

[People]

Architetto ad honorem

Laurea honoris causa per Paolo Baratta, presidente della Biennale di Venezia

costume

[People]

La community di Firenze

Martino di Napoli Rampolla e l'approccio collaborativo al design

interviste

[People]

Milano omaggia Anna Castelli

A CityLife a Milano una via è stata intitolata alla celebre architetto

Costume

[People]

Le regole del nomadismo

Vivere con poche cose, che invecchiano bene e raccontano storie

travel

[People]

James Stewart Polshek

L'architetto umanista che ha appena vinto l'AIA Gold Medal 2018

premi

[People]

La prima della Scala

La scenografa Margherita Palli ci racconta Andrea Chénier

Interviste

[People]

La giornalista designer

Un'intervista per scoprire il mondo di Suzy Hoodles

Interviste

[People]

Tricia Guild e il colore

La fondatrice di Designers Guild lancia un nuovo libro e si racconta

interviste

[People]

Marco Lavit, designer 2.0

A tu per tu con un talento emergente dell'architettura italiana

intervista

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web