ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Cosa mangia Donald Trump? E la Regina Elisabetta? Ce lo racconta un fotografo italiano

Dan Bannino ci racconta i gusti dei potenti in Power and Food, un reportage fotografico che mixa in modo irriverente arte, fotografia e politica

dan-bannino-power-and-food
© Dan Bannino

“Siamo quello che mangiamo”, diceva il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach. Un principio che vale certamente anche per i potenti della terra: quanto della loro personalità si può intuire da ciò che mettono nel piatto?

A questa domanda risponde in modo scanzonato e dissacrante il reportage fotografico Power and Food, firmato dal fotografo italiano Dan Bannino.

La sfida? Esplorare le abitudini alimentari dei leader mondiali attraverso un mash-up di politica, arte e fotografia, che si avvale di colori saturi e composizioni bizzarre di pietanze e oggetti per riaffermare una verità semplice, eppure difficile da tenere a mente: per quanto distanti ci appaiano, Donald Trump o la Regina Elisabetta non sono poi tanto diversi da noi.

Il cibo, tradotto in forma ludica e grafica, quasi satirica, ha un effetto riumanizzante. Avreste mai pensato ad esempio di avere in comune col Santo Padre uno smodato amore per la pizza?

Ma se nel nome della buona tavola le differenze si appianano, emerge in modo altrettanto nitido dai ritratti di Bannino la mitologia del cibo, il suo spiccato valore metaforico: se il controverso presidente USA è un vorace consumatore di junk food ci sarà un perché…

© Dan Bannino

Insomma, nel ricco menu di Bannino spuntano molte prelibatezze e qualche piatto indigesto, assonanze prevedibili e qualche sorpresa. Con chi vorreste sedervi a tavola? Agli amanti dei dolci verrà l’acquolina in bocca davanti alle immagini di due regine molto golose: Maria Antonietta ed Elisabetta II.

Si narra che la sfortunata moglie di Luigi XVI, turbata dalle insistenti proteste del popolo affamato, avesse commentato: “Il pane è finito? Diamogli le brioche”.

Ed ecco allora un trionfo di croissant e pasticceria viennese nella foto che la rappresenta… ma attenzione, quelle brioche tagliate a metà contengono forse un oscuro presagio. Molto più composta, ma non meno appetitosa, la colazione della regina d’Inghilterra: tè, cookies e gocce di cioccolata come se piovesse. Che sia questo il segreto della sua longevità?

@ Dan Bannino

Pare che Vladimir Putin invece vada matto per il pistacchio: la sua foto trasuda opulenza, con quei coni rovesciati che strizzano l’occhio alle cupole della Cattedrale di San Basilio.

Più alla mano Angela Merkel, che in perfetto stile teutonico apprezza würstel e crauti, naturalmente innaffiati da un buon boccale di birra.

© Dan Bannino

Gusti nazionalisti anche per Donald Trump: che c’è di più americano di un gigantesco hamburger contornato da patatine? Gustoso sì, ma non proprio salutare… La sua sfidante nell’ultima tornata elettorale, Hillary Clinton, a quanto pare invece è un tipo piccante: lei stessa dichiarò in un’intervista di portare sempre in borsa una boccetta di Tabasco.

© Dan Bannino

E il temutissimo dittatore coreano Kim Jong-Un? Tanto autarchico e chiuso in termini politici, quanto esterofilo a tavola. Bannino assembla per lui un collage di formaggio francese ed Emmental, sorvegliato da soldatini di piombo e carri armati giocattolo. Perché neppure mangiare può distrarre dall’obiettivo… per fortuna che c’è Papa Francesco, semplice ed umile anche quando si tratta di ordinare: una pizza margherita è tutto ciò che desidera.

E per finire Babbo Natale, “imbucato” tra i potenti, a ricordarci l’importanza della condivisione. Latte e biscotti per lui, e carote per le renne: l’uso di lasciarli in bella vista per l’attesissimo visitatore la notte di Natale nacque in America in tempi di crisi per insegnare ai bambini che il cibo va donato anche e soprattutto a chi ne ha più bisogno.

 

© Dan Bannino

Messaggi racchiusi in bignè e peperoncini, idee trasformate in immagini pop: è ciò che caratterizza il lavoro di Bannino, nome noto della fotografia di caratura internazionale, pubblicato da riviste importanti, tra cui il National Geographic, Il Times, Il Daily Mail, Il Guardian, Harper's Bazaar, Elle, Cosmopolitan e molti altri. Il suo stile è un cortocircuito creativo di attualità e passato, che attinge ai grandi maestri del Barocco e del Rinascimento per sperimentare contaminazioni pop, eccentriche e vivaci. Proprio come in Power and Food, una digressione golosa e arguta nel convulso scenario politico del nostro tempo, tutta da gustare.

www.danbannino.com


di Elisa Zagaria / 13 Gennaio 2018

CORNER

People collection

[People]

L’arte di Alighiero Boetti

La carriera e il lascito di un artista eclettico che amava il ricamo e la penna biro

Costume

[People]

I fiori su Instagram

I 19 account più belli del flower design. Dagli USA all'Australia

Top ten

[People]

Botta e risposta con Paradiso

20 domande con il cantautore dei Thegiornalisti

interviste

[People]

Il giardino di Roby Barber

Alla scoperta del laboratorio floreale Mary Lennox di Berlino

interviste

[People]

Chi é Alvaro Siza?

Ritratto del maestro dell’architettura portoghese

architettura contemporanea

[People]

Lusso Mediterraneo

Elad Yifrach racconta L'Objet, il suo progetto di lusso e antiche tradizioni

interviste

[People]

La signora delle aste

Emilie Volka e i primi mesi come direttrice di Artcurial Italia

interviste

[People]

Un architetto illuminato

Silvio D'Ascia, architetto per far progredire il mondo

Costume

[People]

L'architettura su Instagram

15 account per imparare a fotografare l'architettura

Lifestyle

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web