ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Ryan Korban, il designer di New York che ha ridefinito il lusso

L'interior designer più ambito di New York, autore dei negozi più belli, ci svela la ricetta segreta dei suoi interni

interni-di-lusso-ryan-korban-intervista
© Ryan Korban

Sesso, romanticismo e fantasia caratterizzano lo stile unico di Ryan Korban. Ecco come sta  cambiando il mondo dello shopping di lusso

Dopo aver pubblicato un libro dal titolo Redefinition of luxury, Ryan Korban ha sedotto con i suoi sensuali ed eleganti interni il mondo della moda newyorchese e non solo. Il giovane designer ha superato i capricci delle tendenze e ridefinito il concetto stesso di lusso attraverso una ricerca estetica unica e personale, caratterizzata da un mix di oggetti e materiali di lusso, antichi echi romantici e moderno urban chic.

Ha risposto per noi ad alcune domande sulla sua estetica e sulle nuove tendenze che stanno influenzando lo shopping di lusso a New York

Nella foto: gli interni black and white del flagship di Alexander Wang a New York

Qual è la tua definizione di lusso?

"Il lusso per me sta nel dare nuova vita ad oggetti di lusso, che non sono più trattati come qualcosa di prezioso e intoccabile, ma entrano a far parte della nostra vita quotidiana. La moda ha già fatto sua questa nuovo definizione, ma non credo che sia ancora accaduto nel mondo dell’arredamento."

Nella foto: gli interni black and white del flagship di Alexander Wang a New York

Senza dubbio i tuoi interni sono unici e hanno fatto tendenza, quali sono i tuoi riferimenti estetici?

"I tre elementi che determinano il mio stile sono sesso, romanticismo e fantasia. È difficile dire quale sia il più importante, perché credo che sia il loro connubio a creare qualcosa di affascinante e bello. Penso anche che sia fondamentale avere un'estetica ben definita e riconoscibile, perché ci sono così tanti designer oggi ed è diventato molto facile perdersi.”

Nella foto: gli interni dello store disegnato per il brand di scarpe Aquazzura a New York 

Tra i tuoi clienti più noti ci sono grandi nomi della moda come Alexander Wang che ti ha chiamato a lavorare con lui anche quando era creative director di Balenciaga ed  Edgardo Osorio designer di Aquazzura. Gli interni che hai disegnato per i loro brand rappresentano una nuova generazione di negozi di lusso, cosa ti ha ispirato?

“Penso che l'interior design, come la moda, sia una forma di arte. Mi piace quindi iniziare un progetto facendo riferimento ad una sensazione. Qual è lo stato d'animo che voglio trasmettere? Amo la sfida di creare negozi così seducenti da aver bisogno di acquistare qualcosa, un souvenir di quello spazio e di quell'esperienza. Penso che la contrapposizione tra gli estremi sia in grado di generare spazi emozionanti e indimenticabili. E’ per questo che i musei sono per me una grande fonte di ispirazione nei progetti dei negozi. Uno dei miei preferiti è il British Museum, una delle opere architettoniche più sorprendenti che abbia mai visto”

Nella foto: il restyle degli store di Balenciaga, qui gli interni del negozio di Madrid

www.ryankorban.com


di Eugenia Murialdo / 27 Agosto 2017

CORNER

People collection

[People]

15 anni a Milano

Fatti e misfatti di Ramak Fazel nel suo archvio milanese

interviste

[People]

L'auto che entra in casa

Al Salone di Francoforte Renault esplora l'ambiente domestico

Casa moderna

[People]

11 anni di design a Vienna

Intervista a Lilli Hollein - co-fondatrice della Vienna Design Week

interviste

[People]

Chi ha paura del colore?

Intervista a chi dell'accostamento cromatico ha fatto una filosofia

[People]

Segreti d'interni

L'architetto italiano che firma le case dell'upperclass londinese

interviste

[People]

Intelligenza collettiva

La Biennale di di Tallin supera l'idea che abbiamo di architettura

interviste

[People]

Radio Cino

12 brani "d'architettura" direttamente dall’iPod di Cino Zucchi

Costume

[People]

Curve celebri

Zaha Hadid, la linea fluida tra design e architettura

Zaha Hadid

[People]

Innamorarsi degli errori

Intervista a Fala Atelier, lo studio più ottimista di Oporto

interviste

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web