ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Marrakech cosa vedere secondo Jasper Conran

10 indirizzi cool per visitare la città rossa del Marocco accompagnati dallo stilista e designer britannico che qui ha appena progettato un hotel

marocco-marrakech-cosa-vedere-jasper-conran

Lo stilista Jasper Conran ci accompagna in un viaggio nella città marocchina

Se volete scoprire cosa vedere a Marrakech con una guida d'eccezione siete nel posto giusto.

Il testimonial che abbiamo scelto è l'inglese Jasper Conran: creativo apprezzato per le collezioni di moda del brand da lui firmato, fondatore della fashion week londinese e ideatore di un boutique hotel appena aperto proprio a Marrakech, progettato in prima persona e nei minimi dettagli.

Il dna, del resto, parla chiaro: Conran nel corso della sua brillante carriera, oltre a vestire le personalità più celebri, ha mantenuto stretto il legame con il design ereditato dal padre Terence, fondatore della catena di negozi d’interni Habitat e degli store The Conran Shop.

A poche settimane dall'inaugurazione del suo hotel nella città marocchina ci siamo fatti dare tutti i consigli per un weekend alla scoperta delle meraviglie del luogo, tra ristoranti, musei e architetture.

Ecco quindi 10 dritte per scoprire cosa vedere a Marrakech in 3 giorni.

1. Un posto per fare colazione:

Dopo aver passeggiato nel cuore della Medina tra i numerosissimi Bazaar, e aver visitato il Souk (tipico mercato nella piazza centrale), incantati dalla miriade di colori e di profumi, fermatevi al Café des Epices, il luogo perfetto per gustare un tè a menta su un ampio rooftoop multicolore.

2. Un luogo affascinante:

La scuola coranica Medersa Ben Youssef, risalente al 14mo secolo. È il luogo migliore per osservare le tipiche decorazioni in stucco e cedro intarsiato, unite alle zellij tiling, tipiche tessere in mosaico marocchino, coloratissime. Tra linee architettoniche antiche e giochi di luci riflesse.

Foto by Lisa Mathiasen

3. Dove godersi il tramonto:

Niente di meglio che la piazza principale, magari bevendo una spremuta fresca o un tè alle spezie in uno dei banchetti locali di street food.

4. Un lavoro architettonico da ammirare:

Il Bahia Palace, complesso risalente al 19mo secolo, si estende per oltre 8 ettari di terra e comprende i giardini e ambienti riservati all’harem del Sultano.
Tra le decorazioni realizzate dagli artigiani locali, è possibile fermarsi per un drink veloce presso il Cosy Bar. Da lì, è possibile avvistare i nidi delle cicogne sulle mura antiche della città.

5. Un luogo in cui rilassarsi:

A un passo dalle Saadian Tombs, la SPA Les Bains de Marrakech è il posto perfetto per chi non ha mai provato l’esperienza unica dei bagni turchi.

6. Un luogo speciale:

I Jardin Majorelle, acquisiti dalla coppia Yves Saint Laurent e Pierre Bergé nel 1980, che iniziò subito un'opera di restauro. Al loro interno, è presente un museo berbero imperdibile.

7. Dove andare a pranzo:

Fuori città, l’atmosfera rurale si presta a un bagno e un pranzo rilassante tra i giardini di rose, gli alberi d’ulivo e i frutteti del Beldi Country Club (noto anche come Jnane Tamsna).

8. Una pausa pomeridiana:

Un gelato presso il famoso e storico albergo Mamounia è d'obbligo. Qui, centinaia di fiori variopinti e frutteti di sidro risalenti al 18mo secolo creano un’atmosfera unica.

9. Un ristorante per cena:

Nel cuore della piazza principale Jamaa el Fna, dallo stand numero 47 al 98, per provare tutto il buon cibo locale. Da non perdere il Fish&Chips, lo stufato e tè di hibiscus.

10. Il gioro dopo. Un angolo da cui ammirare l'alba:

Il cielo. La mongolfiera Ciel D’Afrique regala una vista d’eccezione sulle High Atlas Mountains e l’Imperial City di Marrakech. È un'esperienza decisamente da provare.

www.jasperconran.com


di Valentina Mariani / 3 Febbraio 2017

CORNER

People collection

[People]

Curve celebri

Zaha Hadid, la linea fluida tra design e architettura

Zaha Hadid

[People]

Innamorarsi degli errori

Intervista a Fala Atelier, lo studio più ottimista di Oporto

interviste

[People]

French touch

Philippe Starck e la rivoluzione francese nel design

costume

[People]

Io ballo da sola

Maddalena Casadei: una designer a Milano

interviste

[People]

A contatto con l'argilla

Istinto e un corso di 6 settimane: la storia di Jacqueline Klassen e la ceramica

interviste

[People]

La casa più fotografata di L.A.

James Goldstein racconta la Sheats–Goldstein Residence

costume

[People]

WIT, l'intervista

Sette domande agli architetti di Barcellona

costume

[People]

Il riad della principessa

Letizia Ruspoli ci racconta la sua casa e i segreti di Marrakech

interviste

[People]

7 domande a Paolo Errico

Il mondo dello stilista che rilancerà un noto marchio del passato

moda e design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web