ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Cosa ascolta Mario Bellini?

10 brani da ascoltare su Spotify per provare a cogliere lo spirito dell'architetto e designer milanese, protagonista di una retrospettiva alla Triennale di Milano.

playlist-mario-bellini-ritratto

L'architetto e designer Mario Bellini fotografato da Giorgio Possenti nel soggiorno pranzo della sua casa milanese

Mario Bellini e la sua opera sono i protagonisti della mostra alla Triennale di Milano “Mario Bellini. Italian Beauty”, una retrospettiva curata da Deyan Sudjic che ripercorre quasi 60 anni di progetti tra design, architettura, exhibition design e molto altro (dal 19 gennaio al 19 marzo 2017).

Se la mostra racconta la sua maniera di progettare attraverso opere, disegni e fotografie, la nostra curiosità si rivolge a una sfera più privata: cosa ascolta Mario Bellini mentre lavora? Tra i volumi di quell'enorme libreria-scala al centro della sua casa milanese o accanto al pianoforte, anche lui si concentra ascoltando musica, come tutti quelli che un Compasso d'Oro non l'hanno mai vinto (Bellini sì, 8 per la precisione).

Ci ha regalato 10 brani, raccolti in una playlist da ascoltare su Spotify, magari prima di visitare la mostra per cercare di capire meglio lo spirito che anima l'architetto e designer milanese, e la sua prospettiva sulla bellezza.

Ascolta qui la playlist di Mario Bellini

Tracklist:

- Johann Sebastian Bach, Variazioni Goldberg, BWV 988, Prima variazione (interprete Glenn Gould)

- Wolfgang Amadeus Mozart KV 546, Fuenf Vierstimmige fugen, Adagio e fuga (interprete Hagen Quartet)

- Franz Schubert Winterreise, Gute nacht (interprete Alfred Brendel e Dietrich Fischer-Dieskau)

- Fryderyk Chopin, 24 Preludi op 28, n.1,2,3 (interprete Ivo Pogorelich)

- Richard Wagner, Lohengrin, In fernem land, (interprete Jonas Kaufmann)

- Igor Stravinskij, La sagra della primavera, Ouverture (direttore Leonard Bernstein)

- Alban Berg, Lulu, Ouverture (direttore Pierre Boulez)

- Miles Davis, Kind of blu, So what

- Charlie Parker, Shelly Manne & His Men, What's New

- Miles Davis, Cookin' with Miles Davis Quintet, My funny Valentine

- Amy Winehouse, Back to Black, Back to Black


di Carlotta Marelli / 18 Gennaio 2017

CORNER

People collection

[People]

Dove non ho mai abitato

Una storia d'amore e di spazi, da vedere al cinema

interviste

[People]

Ritorno a Seoul

Come è cambiata la Corea del Sud secondo il giovane designer Dohyun Kim

interviste

[People]

L'uomo che cambia la realtà

Marcel Wanders, il designer olandese che ha sedotto il mondo

Costume

[People]

5 cose su Anker Bak

Le 5 curiosità da sapere sul designer di cui sentiremo molto parlare

interviste

[People]

Imaad Rahmouni si racconta

Il mondo dell'architetto e designer, tra progetti passati, presenti e futuri

interviste

[People]

La regina delle gallerie d'arte

Pepi Marchetti Franchi e la nuova mostra della Gagosian Gallery

mostre

[People]

Il design in Medio Oriente

I 10 talenti che stanno ridisegnando le sorti del proprio Paese

top ten

[People]

Ti racconto il MDFF

Silvia Robertazzi parla del festival che unisce cinema e design

interviste

[People]

Il museo zucche specchi e pois

Yayoi Kusama apre un museo dedicato alle sue opere

Musei

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web