ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Cosa ascolta Mario Bellini?

10 brani da ascoltare su Spotify per provare a cogliere lo spirito dell'architetto e designer milanese, protagonista di una retrospettiva alla Triennale di Milano.

playlist-mario-bellini-ritratto

L'architetto e designer Mario Bellini fotografato da Giorgio Possenti nel soggiorno pranzo della sua casa milanese

Mario Bellini e la sua opera sono i protagonisti della mostra alla Triennale di Milano “Mario Bellini. Italian Beauty”, una retrospettiva curata da Deyan Sudjic che ripercorre quasi 60 anni di progetti tra design, architettura, exhibition design e molto altro (dal 19 gennaio al 19 marzo 2017).

Se la mostra racconta la sua maniera di progettare attraverso opere, disegni e fotografie, la nostra curiosità si rivolge a una sfera più privata: cosa ascolta Mario Bellini mentre lavora? Tra i volumi di quell'enorme libreria-scala al centro della sua casa milanese o accanto al pianoforte, anche lui si concentra ascoltando musica, come tutti quelli che un Compasso d'Oro non l'hanno mai vinto (Bellini sì, 8 per la precisione).

Ci ha regalato 10 brani, raccolti in una playlist da ascoltare su Spotify, magari prima di visitare la mostra per cercare di capire meglio lo spirito che anima l'architetto e designer milanese, e la sua prospettiva sulla bellezza.

Ascolta qui la playlist di Mario Bellini

Tracklist:

- Johann Sebastian Bach, Variazioni Goldberg, BWV 988, Prima variazione (interprete Glenn Gould)

- Wolfgang Amadeus Mozart KV 546, Fuenf Vierstimmige fugen, Adagio e fuga (interprete Hagen Quartet)

- Franz Schubert Winterreise, Gute nacht (interprete Alfred Brendel e Dietrich Fischer-Dieskau)

- Fryderyk Chopin, 24 Preludi op 28, n.1,2,3 (interprete Ivo Pogorelich)

- Richard Wagner, Lohengrin, In fernem land, (interprete Jonas Kaufmann)

- Igor Stravinskij, La sagra della primavera, Ouverture (direttore Leonard Bernstein)

- Alban Berg, Lulu, Ouverture (direttore Pierre Boulez)

- Miles Davis, Kind of blu, So what

- Charlie Parker, Shelly Manne & His Men, What's New

- Miles Davis, Cookin' with Miles Davis Quintet, My funny Valentine

- Amy Winehouse, Back to Black, Back to Black


di Carlotta Marelli / 18 Gennaio 2017

CORNER

People collection

[People]

Il favoloso mondo di Constance

La designer francese ci racconta actio!, in scena a Parigi

interviste

[People]

Vittorio Gregotti in mostra

Una mostra al PAC per raccontare 60 anni di architettura

Mostre

[People]

Radio Cino

12 brani "d'architettura" direttamente dall’iPod di Cino Zucchi

Costume

[People]

Architetto ad honorem

Laurea honoris causa per Paolo Baratta, presidente della Biennale di Venezia

costume

[People]

La community di Firenze

Martino di Napoli Rampolla e l'approccio collaborativo al design

interviste

[People]

Milano omaggia Anna Castelli

A CityLife a Milano una via è stata intitolata alla celebre architetto

Costume

[People]

Le regole del nomadismo

Vivere con poche cose, che invecchiano bene e raccontano storie

travel

[People]

James Stewart Polshek

L'architetto umanista che ha appena vinto l'AIA Gold Medal 2018

premi

[People]

La prima della Scala

La scenografa Margherita Palli ci racconta Andrea Chénier

Interviste

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web