ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

10 indirizzi segreti di Punta del Este, tra le spiagge più belle dell'Uruguay

La coppia di designer De Allegri Fogale ci accompagna in un viaggio alla scoperta della cittadina circondata dal mare

punta-del-este-spiagge-uruguay-con-de-allegri-fogale

Alla scoperta di Punta del Este, tra negozi d'artigianato e bellissime spiagge, un festival di cinema e due ristoranti da provare. È l'itinerario suggerito dal duo di designer De Allegri Fogale. 

Punta del Este è una penisola conosciuta per avere le spiagge più belle dell'Uruguay, e ce ne sono un'infinità tra cui scegliere. Avvolta dal mare, è circondata da un lato dalle onde dell'Oceano Atlantico, e dall'altro dall'ampio estuario del Rio de la Plata.
Se state pianificando un viaggio da quelle parti, è senza ombra di dubbio una delle mete dove fare tappa. La cittadina, meta ormai da anni di centinaia di turisti e destinazione super cool per il jet set internazionale, offre il giusto mix tra natura selvaggia, campagne aperte, lunghe spiagge e ristoranti dove gustare il buon cibo locale. Per sapere quali sono le mete imperdibili, abbiamo incontrato i designer Laetitia de Allegri e Matteo Fogale, che di recente hanno visitato la zona e ci hanno regalato i loro indirizzi segreti.

Un percorso per una bella passeggiata:

Le passeggiate di Sierra de las Animas, un'organizzazione che accompagna i visitatori tra le meraviglie della foresta, tra cascate in cui rinfrescarsi e percorsi avventurosi. Se siete amanti dello wild lifestyle, la struttura mette a disposizione un'area dedicata al camping dove potrete pernottare con la vostra tenda. D'estate conviene prenotare: di solito quest'esperienza è richiestissima e i turisti non mancano. 
Se invece avete il tempo di prendere una macchina per una gita fuori città, vale decisamente la pena avventurarsi verso l'Arboretum Lussich, per camminare tra la natura in fiore di un giardino incantato.

Dove fare colazione:

Tre indirizzi. Medialunas Calentitas, dove provare i migliori croissant caldi della città, si trova a La Barra ed è il luogo ideale se amate una colazione dolce. Se invece preferite il salato, e volete provare freschissime empanadas di carne appena sfornate, c'è La Linda Bakery. Se amate il churro, dovete andare da Churros Manolo, in Calle las Gaviotas.

Un hotel dove soggiornare:
Fasano Las Piedras, una struttura dal design ultramoderno progettata da Isay Weinfeld, con appartamenti privati e bungalows in cemento armato, campi da golf e da tennis, spiaggia privata, SPA, piscina, kids club e centro equestre, immersa tra uno scenario roccioso e la vegetazione che cresce spontanea su queste terre aride. L'obiettivo degli architetti per l'intero progetto, è stato creare una struttura che si fondesse con l'ambiente che la circonda, utilizzando materiali grezzi e interni ultramoderni con un tocco antico che ricorda al cultura uruguaiana. Questo posto vi farà decisamente staccare la spina dal caos della città, offrendovi tutte le comodità di cui avrete bisogno.

www.laspiedrasfasano.com

Dove comprare mobili di design:
Nel quartiere di La Barra troverete un'infinità di negozi che vendono arredi di seconda mano e vintage. Prima del ponte ondulato si trova una discarica: andateci assolutamente perché qui troverete un sacco di “tesori” abbandonati. Se ciò che cercate è il design contemporaneo, dovrete recarvi al Design District di Punta del Este.

Dove andare a pranzo e a cena:
Per respirare un po' d'aria fresca e assaggiare vino locale e olio d'oliva di produzione propria andate da Pueblo Garzón. Qui la cucina è interamente studiata avvalendosi di prodotti regionali, compreso il pesce freschissimo. Da assaggiare la Picanha e il pollo Patagonia. 

www.restaurantegarzon.com

Un altro ristorante che vale la pena provare è Narbona. Tra spazi interni dal design pulito e semplice e ampi spazi esterni dove respirare aria fresca e godere del bel tempo, vi farà immergere in nell'atmosfera campagnola tipica di molti paesi del Sud America. Questo ristorante è il luogo perfetto se volete assaggiare la parrilla: tipico piatto del posto.

www.narbona.com.uy

Nella foto: la cantina dei vini del ristorante Narbona

Dove fare shopping:
Per abiti e oggetti di lusso c'è Calle 20. Non lontano, c'è Manos del Uruguay, un negozio nel quartiere di Avenida Gorlero, ideale per acquistare prodotti di lana realizzati a mano da donne del luogo, come splendide coperte e ponchos.

Un teatro:

Il Teatro Solis, che si trova nella Old Town, la parte vecchia di Montevideo, accanto a Plaza Independencia. La Parisina di Tomás Giribaldi's, che è considerata la prima opera nazionale uruguaiana, è stata lanciata in anteprima al Solís nel 1878.
www.teatrosolis.org.uy

Un evento da non perdere:

Il Punta del Este Surf Film festival, con proiezioni di film all'aperto sulla spiaggia di Playa Bikini. Solitamente si svolge la prima settimana di gennaio, dunque è perfetto se vi trovate lì per capodanno e volete godervi qualche bel film con vista mare.

Un luogo da visitare assolutamente:
La Casa De La Cultura al Municipio di Maldonado. Un palazzo storico costruito nel 1870 che ospita un centro culturale dove è possibile scoprire l'arte e l'artigianato locale. Oltre a piccole mostre, spesso qui organizzano anche eventi musicali e teatrali.

www.municipiomaldonado.gub.uy

Uno scorcio:
Il mare visto tra le dita de La Mano, la scultura realizzata in pietra sulla spiaggia dall'artista cileno Mario Irarrázabal nel 1982. Rappresenta un uomo che nasce, e emerge dalla terra per iniziare la sua vita.

Nella foto: Laetitia de Allegri e Matteo Fogale davanti alla scultura La Mano

Laetitia de Allegri e Matteo Fogale hanno fondato il loro studio di design a Londra, e da lì lavorano a progetti internazionali come istallazioni e creazione di prodotti ad uso domestico utilizzando materiali green e tecniche non convenzionali, celebrando la combinazione di processi industriali e artigianato, e trovando ispirazione nella natura e negli ambienti quotidiani.

www.deallegrifogale.com


di Valentina Mariani / 14 Giugno 2017

CORNER

People collection

[People]

Dove non ho mai abitato

Una storia d'amore e di spazi, da vedere al cinema

interviste

[People]

Ritorno a Seoul

Come è cambiata la Corea del Sud secondo il giovane designer Dohyun Kim

interviste

[People]

L'uomo che cambia la realtà

Marcel Wanders, il designer olandese che ha sedotto il mondo

Costume

[People]

5 cose su Anker Bak

Le 5 curiosità da sapere sul designer di cui sentiremo molto parlare

interviste

[People]

Imaad Rahmouni si racconta

Il mondo dell'architetto e designer, tra progetti passati, presenti e futuri

interviste

[People]

La regina delle gallerie d'arte

Pepi Marchetti Franchi e la nuova mostra della Gagosian Gallery

mostre

[People]

Il design in Medio Oriente

I 10 talenti che stanno ridisegnando le sorti del proprio Paese

top ten

[People]

Ti racconto il MDFF

Silvia Robertazzi parla del festival che unisce cinema e design

interviste

[People]

Il museo zucche specchi e pois

Yayoi Kusama apre un museo dedicato alle sue opere

Musei

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web